Home » News » Antipirateria » Pirateria audiovisiva: operazione GdF di Roma, cinque arresti

Pirateria audiovisiva: operazione GdF di Roma, cinque arresti

Gli uomini del comando provinciale della guardia di finanza di Roma, in un’operazione di contrasto alle violazioni del diritto d’autore ed alla pirateria audiovisiva, hanno tratto in arresto cinque persone e sequestrato oltre 20.000 supporti masterizzati. Dei cinque uno e’ cittadino extracomunitario, M.N. del Senegal, di 26 anni, e quattro sono italiani F.C. di 32 anni, N.O. di 35 anni, F.M. di 38 anni e O.N. di 33. 20.000, come detto, i supporti tra cd musicali, cd per play stations, dvd di films di prima visione, software per pc e cd musicali in formato mp3; materiale, quest’ultimo, per un valore di diverse migliaia di euro, tutto meticolosamente contraffatto e destinato al mercato romano. Il sequestro ha rigurdato tra l’altro le ultime pellicole presenti nelle sale cinematografiche: “mission impossible 3”, “ti va di ballare”, “il caimano”, “scary movie 4”, “l’era glaciale 2”, “inside man”, “firewall”, “8 amici da salvare”; le ultime “compilation musicali”; e centinaia di programmi per personal computers e supporti in mp3 di ultima concezione.
L’operazione ha preso le mosse da alcuni sequestri di supporti masterizzati effettuati nei confronti di extra-comunitari nelle vie del centro. Si e’ cosi’ potuti risalire, dopo pazienti pedinamenti e prolungati appostamenti, al giovane senegalese, residente a Roma, nella cui abitazione i finanzieri hanno rinvenuto circa 2.000 cd contraffatti. Le indagini si sono quindi estese per risalire ai canali di rifornimento i cui terminali risultano situati nel napoletano.
E, a seguito di ulteriori investigazioni, sono state bloccate alla barriera autostradale di Roma sud due auto di grossa cilindrata, provenienti da Napoli, condotte da N.O.. e F.C., nelle quali sono stati rinvenuti oltre 18.000 supporti “pirata”. Le auto erano “staffettate” da una “Renault clio” con a bordo O.N. e F.M.; nascoste, al posto della ruota di scorta, oltre 20.000 copertine dei film di prima visione. I 4 sono stati conseguentemente tratti in arresto dai baschi verdi del comando provinciale di Roma. Ulteriori accertamenti sono in corso per l’individuazione dei centri di produzione napoletani.
Fonte: AGI

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.