Palermo, controlli Guardia di Finanza in copisterie

Nell’ambito della periodica attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto della pirateria reprografica, sono state recentemente controllate tre copisterie operanti nelle adiacenze delle sedi universitarie cittadine.
I controlli sono stati effettuati da ispettori della Siae (Sede di Palermo e Direzione Generale di Roma) con il supporto di militari dei reparti dipendenti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, sequestrando complessivamente oltre 260 testi librari abusivamente duplicati.
Si è constatata la riproduzione abusiva, per uso non personale e con finalità lucrative di testi universitari pertinenti materia quali matematica, architettura, diritto, psicologia, letteratura: tali copie “pirata” di opere librarie vengono poste in commercio a prezzi notevolmente ridotti rispetto alle opere originali, con un indebito provento pari a circa un terzo del prezzo di vendita.
L’illecita attività , nel realizzare concorrenza sleale nei confronti di copisterie e librerie con conseguente distorsione del regolare mercato commerciale, nuoce quale furto di creatività non solo agli autori ed editori oltre che ai traduttori ed elaboratori, ma si riverbera anche sull’indotto collegato al settore librario, dal tipografo al distributore, costituendo infine e non di rado occasione di evasione fiscale e probabile impiego di lavoratori in “nero”.
Si ritiene utile ribadire ancora una volta che i titolari delle copisterie possono regolarizzare la propria posizione presso gli uffici della SIAE competenti per territorio, provvedendo alla sottoscrizione della presa d’atto ed al contestuale pagamento dei compensi per diritti d’autore.
La fotocopiatura di opere librarie, oltre il limiti legale del 15% di ciascun volume o la fotocopiatura integrale del volume medesimo, costituisce, indipendentemente dalla corresponsione del compenso forfettario previsto, violazione penale ai sensi della legge sul diritto d’autore.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.