Nuova condanna in Gran Bretagna per violazione di copyright

Un nuovo importante segnale è stato inviato dal sistema giuridico inglese nella lotta alla contraffazione a tutela del copyright.
Robert MacLeod, un contraffattore che si definisce il “più grande rivenditore del Sud-Est dell’Inghilterra” è stato infatti condannato a due anni di reclusione per associazione a delinquere.
MacLeod aveva avviato una attività imprenditoriale denominata disc 4 u che includeva un sito Internet, un sistema di commercializzazione dei beni tramite posta, una catena di banchi di vendita alle fiere di informatica.
Sotto la copertura di tali attività l’organizzazione di MacLeod commercializzava CD contraffatti, dischi piratati in formato MP3 nonché programmi per computer e DVD falsificati. A fronte di tale illecita attività sono state stimate entrate tra il giugno 99 e il settembre 2000 per mezzo milione di sterline.
La redazione

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.