Malesia, cd e dvd pirati per 430.000 dollari

A Kuala Lampur due cani malesi, addestrati per individuare dvd, hanno fatto la loro seconda grande scoperta di film piratati, portando gli investigatori ad un magazzino con merce per oltre 430.000 dollari.
E’ una notizia di un giornale locale riportata da un’agenzia Reuters. Lucky e Flo, due labrador neri, hanno scoperto almeno 150.000 dischi nella stanza segreta di un negozio della capitale malese ieri, dopo che che gli agenti anti-pirateria, allertati da una segnalazione, avevano perquisito il posto senza trovare nulla, scrive il New Sunday Times.
“In pochi minuti, i due labrador hanno trovato i dischi nascosti in una stanza accessibile solo schiacciando un bottone nascosto”, ha spiegato un agente. I media locali hanno riferito che i trafficanti di dvd pirata hanno messo una taglia sui cani dopo che hanno aiutato a sgominare un giro di dvd il mese scorso nello stato meridionale di Johor, recuperando film e giochi per un valore di 3 milioni di dollari nella loro prima operazione.
Le autorità hanno detto di aver preso la minaccia sul serio e intorno a Lucky e Flo è stata aumentata la sicurezza.
La Malesia, che figura sulla lista Usa della pirateria, ha incrementato gli sforzi per fermare i pirati del copyright nel tentativo di negoziare patti commerciali con gli Stati Uniti. I cani sono stati addestrati da funzionari malesi in uno sforzo congiunto con la Motion Picture Association, che raggruppa le sei più importanti case cinematografiche di Hollywood
Fonte: S.I.A.E.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.