Lessig di nuovo all’attacco

Il professor Lessig, leader di una corrente di pensiero fortemente critica nei confronti della legge federale americana sul copyright, ha deciso di tornare all’attacco.
Il docente della Stanford University, da sempre paladino della privacy in Rete e sostenitore della necessità di un maggiore equilibrio nel campo della proprietà intellettuale, ha deciso di proporre una nuova petizione.
Obiettivo dell’iniziativa è convincere il Congresso USA a richiedere ai titolari dei diritti di pagare un dollaro trascorsi 50 anni dalla creazione allo scopo di estendere di altri venti anni il periodo coperto da copyright. Attualmente invece, afferma Lessig, il diritto è automaticamente esteso anche in assenza di un titolare o della volontà di estendere tale periodo da 50 a 70 anni, e si corre il rischio che opere che potrebbero divenire un prezioso patrimonio comune vengano irrimediabilmente perdute.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Precedente Dirittodautore.it porta su CD-ROM la sua banca dati sul diritto d’autore
Prossimo L’eccezione di “copia privata” viene novellata dal decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 68
Exit mobile version