La Russia si impegna a fondo nella lotta alla pirateria

La Russia è allo stato uno dei paesi maggiormente coinvolti nel fenomeno della pirateria, essendo uno dei centri di produzione di CD contraffatti.
L’accento sulla drammaticità della situazione russa è stato posto dal presidente di Universal Music International, John Kennedy.
Kennedy ha imputato alla mancanza di un forte impulso normativo volto a stroncare la contraffazione, la proliferazione del fenomeno della pirateria. In Russia agiscono 18 aziende che producono CD contenenti materiale piratato. Ciò ha portato il Paese a sviluppare un business illegale pari a 240 milioni di dollari annui, secondo solo a quello della Cina.
Quindi Kennedy e altri membri della IFPI (International Federation of the Phonographic Industry) di concerto con una nuova organizzazione russa, National Federation of Phonogram Producers che rappresenta il 70% dei produttori fonografici del Paese, hanno deciso di promuovere lo sviluppo di una efficace legislazione relativa al diritto d’autore e alla proprietà intellettuale.
Il primo passo sarà la chiusura degli impianti produttivi di materiale piratato.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.