Jingle Machine: vasta operazione antipirateria della Guardia di Finanza di Venezia, sequestrati milioni di file musicali illegali

Fpm, Federazione contro la Pirateria Musicale, plaude all’importante operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Venezia, che ha permesso di sequestrare a livello nazionale circa 2,5 milioni di file musicali illegali, 524 hard disk, centinaia di cd masterizzati e denunciare 30 persone. La maxi retata, denominata ‘jingle machine’, ha visto coinvolti anche numerosi centri commerciali, dislocati su tutto il territorio nazionale, dove veniva diffusa musica senza il regolare pagamento dei diritti connessi spettanti ai produttori. L’evasione dei diritti connessi, spesso accompagnata dallo scaricamento illegale dei brani da Internet, è un fenomeno in forte crescita negli ultimi anni, che genera perdite di milioni di euro per i produttori e forte evasione fiscale. Le società coinvolte nelle ispezioni della Guardia di Finanza, rischiano ora pesanti condanne penali e significative sanzioni amministrative. All’operazione ha collaborato anche FPM, prestando ausilio tecnico alle forze dell’ordine.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.