Home » News » Antipirateria » IFPI si congratula per le azioni antipirateria in Cina

IFPI si congratula per le azioni antipirateria in Cina

L’associazione internazionale dei discografici si è congratulata con il Governo cinese per l’azione antipirateria che ha portato la chiusura di ben sei fabbriche di CD e DVD illegali. L’azione è anche il frutto di pressioni del governo statunitense, motivate dall’innaccettabile livello di pirateria presente in Cina.
Infatti il paese asiatico è potenzialmente un enorme mercato per il consumo di musica e film, ma ha anche il più alto tasso di pirateria, con la conseguenza di rendere molto difficili gli investimenti della comunità internazionale per la nascita di modelli di business leciti.
“Spero che la recente azione sia un segnale promettente del fatto che la Cina stia finalmente prendendo seriamente in considerazione il problema e quindi stia rafforzando le azioni a tutela della proprietà intellettuale” ha dichiarato John Kennedy, CEO di IFPO. “E’ necessaria una campagna coordinata, che non si limiti a poche e sporadiche azioni: ci vuole controllo, ispezioni, chiusure degli impianti e azione penale con pene che siano realmente un deterrente contro la pirateria”.

La redazione

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.