Due milioni di musicassette pirata sequestrate in Egitto

La polizia ha smantellato un’organizzazione criminale localizzata al Cairo, che rappresentava la più vasta struttura dedita alla pirateria del Medio Oriente.
La polizia ha sequestrato quasi due milioni di musicassette contraffatte e l’indagine che ha condotto al brillante risultato è stata condotta grazie alla collaborazione della International Federation of the Phonographic Industry (IFPI).
L’azione ha condotto anche all’arresto di un sospettato che parrebbe essere il capo dell’organizzazione.
L’Egitto è uno dei paesi del Medio Oriente nel quale il tasso di pirateria è più elevato, raggiungendo una percentuale pari al 50%.
Ciò fa si che il Paese permanga ancora nella cosiddetta “Priority Watch List”, l’elenco dei paesi più a rischio dal punto di vista della pirateria redatto dalle autorità statunitensi.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.