Continua l’azione di EFF in favore di 2600

EFF continua la propria azione a favore della rivista 2600, perseguita legalmente per aver diffuso il famoso codice DeCSS, che consente di duplicare i contenuti in formato DVD.
Dopo aver intentato diverse cause in favore di 2600, volte a dimostrare la violazione del Primo Emendamento da parte della legge sul copyright, approvata dal Congresso nel 1988, EFF ha deciso di presentare un nuovo appello.
Le continue schermaglie legali hanno però prosciugato le casse di EFF, che ha dovuto rinunciare al legale che si era occupato precedentemente dei procedimenti legali.
Martin Garus, il cui onorario risulta allo stato insostenibile, verrà sostituito da Kathleen Sullivan il preside della Stanford Law School, che si è offerta di condurre l’appello gratuitamente.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.