Cittadino denuncia azienda per pirateria

Comunicato stampa BSA
La segnalazione di un comune cittadino consente alla Procura di Savona di individuare un’azienda che utilizza quasi esclusivamente prodotti software illegali. I prodotti illegali rinvenuti dopo le indagini e le verifiche ammontano a 35 per un valore commerciale di 23.000 Euro.

Forse è il primo effetto della maxi operazione condotta a dicembre proprio a Savona, nota come “Operazione Jolly Roger”, o il primo segno di consapevolezza della gravità dell’utilizzo di software illegale nelle imprese: sta di fatto che, un privato cittadino ha denunciato alle Autorità un’azienda che utilizzava prodotti software senza licenza.

La ditta – ispezionata sotto il coordinamento della Procura del capoluogo ligure e con il supporto tecnico della BSA, la Business Software Alliance ‘ operava in campo grafico e pubblicitario ed è stata trovata irregolare: usava infatti quasi esclusivamente prodotti senza la necessaria licenza d’uso. I responsabili dell’azienda sono stati denunciati alla competente autorità giudiziaria e rischiano pesanti sanzioni pecuniarie e fino a 3 anni di reclusione.

L’area del savonese era stata interessata nel mese di dicembre da una vasta operazione di controllo per verificare la presenza di software pirata nelle imprese: metà delle 45 aziende controllate era risultato illegale, in linea con i dati IPR annunciati dalla stessa BSA che vedono il tasso di pirateria nel nostro Paese pari al 46%.

La redazione – Fonte: BSA

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.