Home » News » Antipirateria » Chiuso il sito Megaupload e arrestato il fondatore

Chiuso il sito Megaupload e arrestato il fondatore

Il sito di download Megaupload.com, chiuso dalle autorità statunitensi con l’accusa di violazione del diritto d’autore, era il più utilizzato dagli utenti italiani per scaricare illegalmente film e altri file.
Lo dice oggi la Federazione dell’industria musicale italiana in una nota.
“In Italia circa 6 milioni di persone utilizzano i cyberlocker e Megaupload era di gran lunga il cyberlocker più usato, con circa 1,7 milioni di utenti, contro i 990 mila di eMule”, dice Fimi nella nota.
Cyberlocker è il termine che definisce i servizi di internet hosting che gli utenti usano per stoccare file.
“Tra i servizi potenzialmente illegali utilizzati per scaricare musica e altri contenuti digitali, i cyberlocker ricoprono una posizione rilevante, preceduti solo da BitTorrent, con 8 milioni di utenti”.
Secondo la giustizia Usa, i fondatori del servizio Megaupload – che rischiano fino a 20 anni di carcere – avrebbero provocato un danno di oltre 500 milioni di dollari di mancati introiti ai detentori del copyright sui vari file scaricati illegalmente, guadagnando invece 175 milioni di dollari con la pubblicità sul sito e con gli abbonamenti.
Fonte: Reuters

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.