BSA aderisce al programma VeRO di eBay

BSA (Business Software Alliance) ha siglato un accordo di adesione al Programma VeRO di eBay. VeRO, acronimo di Verified Right Owners (cioè Titolari dei Diritti Verificati) rappresenta l’impegno da parte del celebre sito di ecommerce a garantire la legalità dei prodotti offerti; impegno che ben si sposa con la missione di BSA di creare e difendere un mondo digitale sicuro e legale, anche sul web.
Nell’ambito dell’accordo, ai soci membri di BSA viene garantita una sorta di ‘corsia prioritaria’, che renderà più agile e rapida la procedura per la rimozione di offerte che abbiano come oggetto prodotti illecitamente duplicati o scaricati dal web tramite crack dei codici di protezione, in breve software ‘pirata’.
“Il rispetto della legge e dei diritti sulla proprietà intellettuale nelle transazioni effettuate on line sono un nostro obiettivo prioritario”, afferma Marco Pancini, Responsabile Affari Legali di eBay Italia. “Per questo, primi nel web, abbiamo creato una metodologia che consente ai titolari stessi dei diritti sui prodotti offerti di segnalarci eventuali illegalità come ad esempio software riprodotti al di fuori dei regolari contratti di licenza”.
Il Programma VeRO funziona in maniera molto semplice (oltre che gratuita): a fronte di esplicita segnalazione dell’organizzazione titolare dei diritti, permette di bloccare le offerte di prodotti che, per le loro caratteristiche potrebbero avvenire in violazione delle norme in materia di diritto d’autore.
Dopo il blocco, operazione che comporta ovviamente la messa fuori onda dell’offerta, eBay provvede ad effettuare approfondite verifiche con l’obiettivo di accertare la legittimità o meno dell’offerta, provvedendo a ripristinarla se conforme, piuttosto che a cancellarla definitivamente in caso di illiceità .
Tra i casi più diffusi di illeciti si possono elencare la vendita di prodotti masterizzati piuttosto che di prodotti in violazione delle prescrizioni della licenza d’uso di tipo Original Equipment Manufacturer (OEM), che non possono avvenire senza l’abbinamento con un personal computer ma che spesso sono oggetto di vendita in forma sfusa.
L’eventuale acquisto di prodotti di questa tipologia da parte di ignari consumatori rappresenta non solo un danno in senso economico, ma anche un grave fattore di rischio sul piano delle implicazioni previste dalla legge sul diritto d’autore.
Le oltre 14.000 realtà imprenditoriali, autoriali etc. che attualmente già figurano fra gli utenti del Programma VeRO ‘ dalle multinazionali del software agli sviluppatori di videogiochi, dai gruppi musicali ai produttori di beni di lusso, alle stesse forze di polizia ‘ godono dell’assistenza diretta del team di eBay e della precedenza assegnata alle loro segnalazioni in ordine d’esecuzione.
“L’impegno assunto da eBay con VeRO è un passo molto importante, anche simbolicamente, nel cammino verso la creazione di un spazio in rete sempre più sicuro e trasparente per chi vi intende condurre negoziazioni convenienti sì, ma sempre sicure e legali”, commenta Norberto Didier, Vice Presidente di BSA Italia. “Siamo certi che il Programma contribuirà alla fiducia degli internauti nei confronti delle offerte provenienti dalla Rete e ad una migliore collaborazione fra operatori di e-commerce e titolari dei diritti. Anzi, a tal fine, il nostro auspicio è che questo sia solo il primo passo di un’intesa sempre più stretta e vicendevolmente proficua”.
La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.