Anche Springsteen… protegge il suo nuovo album

Mentre l’industria discografica si affanna per evitare che gli album finiscano in Internet ancora prima che raggiungano i negozi, cercando di affidarsi alle soluzioni tecniche sempre più sofisticate, Springsteen ha deciso di proteggere il suo nuovo lavoro utilizzando una tecnica… elementare.
Il nuovo album The Rising (il primo registrato in studio con la E Street Band dal 1984) uscirà il 30 luglio e il Boss ha predisposto una efficace tattica per non andare incontro a sorprese. Usualmente, infatti, prima della commercializzazione dei nuovi album, le case discografiche sono solite inviare centinaia di copie in anteprima alle radio e ai media. Questa volta Sprinsteen, nonostante la programmazione di una massiccia campagna promozionale che comporta anche apparizioni live, ha deciso di evitare di distribuire materiale “piratabile”, limitando la diffusione ai media del nuovo lavoro a meno di una decina di copie sino a ora, e un’altra decina nelle due settimane precedenti l’uscita dell’album.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.