ACTA: La Commissione Europea alla ricerca di mandato

La Commissione Europea ha annunciato che cercherà di ottenere un mandato da parte degli stati membri per negoziare un Anti Counterfeiting Trade Agreement (ACTA) con i maggiori partner commerciali, compresi gli Stati Uniti, il Giappone e la Corea. L’obiettivo è di sostenere con più vigore gli sforzi per proteggere la proprietà intellettuale europea nel mondo. Si tratta di un punto-chiave della strategia commerciale globale dell’Unione Europea.
L’ACTA potrebbe contribuire a contenere la contraffazione in tre modi.
In primo luogo può sviluppare la cooperazione internazionale nel segno dell’adozione di standard armonizzati e dialogo migliorato tra le autorità .
Inoltre, l’accordo può essere il volano per promuovere prassi di tutela dei diritti di proprietà intellettuale (il cosiddetto enforcement), in coordinamento con i titolari dei diritti e partner commerciali.
Infine, può contribuire alla creazione di un moderno sistema legale teso a tener conto della natura cangiante del cosiddetto «furto di proprietà intellettuale» e a dare risposte, tra l’altro, a crescenti e pericolose minacce alla salute che possono derivare dalla diffusione di medicinali e prodotti alimentari contraffatti.
Per maggiori informazioni:
EUROPA – Rapid – Press Releases
European Commission – External Trade – Trade Issues
Valentin Vitkov

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.