A Salerno si "affilano le armi" antipirateria della Guardia di Finanza

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno ha ospitato un incontro di aggiornamento professionale sui temi della tutela della proprietà intellettuale e della lotta alla pirateria multimediale organizzato da BSA Italia (Business Software Alliance), l’associazione antipirateria dei titolari di diritti d’autore nel campo dell’informatica.
I lavori sono stati introdotti dal Comandante Provinciale, il Col. Francesco Di Tommasi, il quale ha sottolineato “la fruttuosa collaborazione fra il Corpo, le associazioni di categoria e le istituzioni internazionali: l’unica via attraverso la quale possiamo conseguire stabili successi nella lotta ad un fenomeno che vede la Guardia di Finanza operare su uno scenario dai confini estremamente ampi e in costante movimento per effetto dell’innovazione tecnologica, contro un nemico sempre più aggiornato, sfuggente, talvolta difficile da identificare all’interno della stessa forza lavoro dell’azienda ‘sana’”.
Le istituzioni internazionali in questione sono rappresentate dal Consolato USA di Napoli: l’incontro ha ospitato infatti un autorevole intervento del Console agli Affari Economici Paul J. Martin, il quale ha sottolineato “l’importanza della collaborazione fra Italia e Stati Uniti, anche nell’ottica della tutela della proprietà intellettuale, per un armonico potenziamento del commercio internazionale, che è l’unico reale motore di crescita economica in un mondo di economie aperte. Un mondo in cui, se venisse meno la fiducia delle controparti commerciali, anche il fertile e dinamico bacino della PMI italiana affronterebbe una grave crisi di competitività “.
I temi relativi alla pirateria informatica e alle sue insidiose e capillari manifestazioni, anche nel campo delle aziende, sono stati approfonditi negli interventi di Nicola Galtieri (Portavoce) e Arnaldo Borsa (Responsabile Antipirateria) di BSA Italia, rivolti agli ufficiali e sottufficiali presenti in sala, responsabili dei reparti che fanno capo al Comando Provinciale. Sono state illustrate la normativa vigente in materia di proprietà intellettuale e le più moderne metodologie tecniche per condurre interventi contro i fenomeni della pirateria in azienda, ossia dell’utilizzo di programmi senza licenza, del download da Internet, della masterizzazione abusiva e della contraffazione.
“Una collaborazione, quella di BSA con la Guardia di Finanza, che dura ormai da alcuni anni e che si esplica nell’aggiornamento sugli aspetti tecnici e di licensing correlati al fenomeno della pirateria, oltre al supporto tecnico fornito dalla nostra associazione nel corso delle operazioni sia contro la contraffazione e la vendita di prodotti illegali al consumatore finale, sia contro la pirateria in azienda”, commenta Nicola Galtieri di BSA Italia.
“L’impegno della Guardia di Finanza, quale Corpo di polizia economica e finanziaria, nella lotta alla pirateria, risponde ad un’esigenza primaria del nostro Paese giacché i danni causati al sistema economico nazionale da questo gravissimo fenomeno sono ingenti: il software illegalmente duplicato in Italia – come risulta dai dati diffusi da IDC – ha raggiunto il poco invidiabile record del 53% sul totale, il che rischia di mettere a rischio, oltre allo sviluppo del settore IT a livello nazionale, la nostra credibilità come partner commerciale agli occhi degli operatori e delle istituzioni internazionali”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.