Home » La Guida al diritto d’autore » I diritti di utilizzazione economica » Il diritto di noleggio e di dare in prestito (art. 18-bis)

Il diritto di noleggio e di dare in prestito (art. 18-bis)

Ultimo aggiornamento: 03/01/2009

Il diritto di noleggio e di dare in prestito è stato introdotto nella legislazione italiana con il decreto legislativo 16 novembre 1994 n. 685, che ha accolto nell’ordinamento italiano la direttiva 92/100 della CEE. E’ stato così introdotto un nuovo articolo nella legge sul diritto d’autore, il 18 bis, che al primo comma così recita:
“Il diritto esclusivo di noleggiare ha per oggetto la cessione in uso degli originali, di copie o di supporti di opere, tutelate dal diritto d’autore, fatta per un periodo limitato di tempo e ai fini del conseguimento di un beneficio economico o commerciale diretto o indiretto”.

Al secondo comma viene precisato cosa si intende per diritto di dare in prestito:
“il diritto esclusivo di dare in prestito ha per oggetto la cessione in uso degli originali, di copie o di supporti di opere, tutelate dal diritto d’autore, fatta da istituzioni aperte al pubblico, per un periodo di tempo limitato, a fini diversi da quelli di cui al comma”.
Al terzo comma viene riconosciuto all’autore il diritto esclusivo di concedere l’autorizzazione per il noleggio o il prestito da parte di terzi. Il quarto comma specifica che tali diritti non si esauriscono con la vendita o con la distribuzione delle opere tutelate, ma sussistono anche in seguito.

La Corte Costituzionale ha avuto modo di occuparsi della questione di legittimità costituzionale della materia, rigettando la questione con sentenza n. 53 del 1997.