L'attività di intermediazione svolta dal consorzio SCF è legittima. In difetto di diversi accordi tra le parti, dovrà essere applicata la misura del compenso determinata dal DPCM del 1 settembre 1975, pari al 2% degli incassi lordi o delle quote degli incassi lordi corrispondenti alla parte che il disco o apparecchio occupa nella sua pubblica utilizzazione da parte delle categorie di utilizzatori di cui al primo comma dell'art. 73 l.d.a.

Tribunale di Milano, Sezione Specializzata in materia di Proprietà Industriale ed Intellettuale, Sentenza n. 9164 del 2 agosto 2012

Testo per esteso in PDF (cliccare il link sottostante)

Tribunale di Milano, Sezione Specializzata in materia di Proprietà Industriale ed Intellettuale, Sentenza n. 9164 del 2 agosto 2012

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.