Home » Giurisprudenza » Tribunale di Milano, Sentenza del 29 settembre 1994
La rielaborazione di un "jingle" attuata proponendo un fraseggio iniziale diverso rispetto a quello del "jingle" originario, che tuttavia ricopia il medesimo ambiente tematico, e parzialmente quello ritmico e contiene come chiusura la "citazione" testuale del tema caratteristico che costituisce il cuore del motivo originario, ma stringendo e modificando la sua risoluzione sulla tonica e facendo uso della dominante così da attuare una più rapida cadenza non costituisce violazione del diritto morale dell'autore del "jingle" originale dato che tale violazione riguarda qualsiasi deformazione, mutilazione o altra modificazione, a soltanto a condizione che tali vicende possano essere di pregiudizio all'onore o alla reputazione dell'autore.

Tribunale di Milano, Sentenza del 29 settembre 1994

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.