Home » Giurisprudenza » Tribunale di Catania, Sentenza del 26 luglio 1993
I crediti per diritti d'autore dovuti per l'utilizzazione, nel corso di trattamenti danzanti, di opere musicali tutelate dalla S.I.A.E., devono essere ammessi al passivo per il competente grado privilegiato di cui all'art. 2751 bis n. 2 c.c., trattandosi di crediti fatti valere dall'ente per conto degli autori associati qualificabili come prestatori d'opera intellettuale. Risulta applicabile la compensazione ex art. 56 l. fall. tra i crediti insinuati e le somme versate dalla società fallita a titolo di deposito cauzionale.

Tribunale di Catania, Sentenza del 26 luglio 1993

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.