Home » Giurisprudenza » Pretura di Castelfranco Veneto, Sentenza del 15 maggio 1981
Risponde del reato di cui all'art. 171, lett. b), l. 22 aprile 1941, n. 633 chiunque, senza averne diritto, e cioè senza aver corrisposto i prescritti proventi agli autori, e per essi alla S.I.A.E. che ne rilascia relativa attestazione "autorizzativa", utilizza economicamente opere dell'ingegno altrui, quali composizioni musicali in qualunque forma diffuse. L'art. 171, lett. b) legge sul diritto d'autore 22 aprile 1941, n. 633 prevede come ipotesi di reato anche la diffusione radiofonica abusiva di musica già eseguita e incisa su dischi. Il regime generale della radiodiffusione di opere dell'ingegno protette dal diritto di autore è quello della preventiva autorizzazione della S.I.A.E., cui è riservata dalla legge in via esclusiva l'attività di intermediario per l'esercizio del diritto d'autore e, quindi, anche di quello di radiodiffusione.

Pretura di Castelfranco Veneto, Sentenza del 15 maggio 1981

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.