Home » Giurisprudenza » Corte dei Conti Roma, sez. contr. Enti, Sentenza n. 33 del 22 ottobre 1992
Prescindendo dalla normativa regolamentare, che ne inquadra la figura nell'ambito del personale dipendente, il direttore generale della S.I.A.E. è, a termini di statuto, organo della società, ha poteri di supremazia gerarchica nei confronti del personale, nomina e revoca gli agenti, interviene con voto consultivo alle adunanze degli organi collegiali ed esercita tutte le funzioni che gli sono delegate; ne deriva che l'affidamento e lo svolgimento dei precitati compiti può spettare esclusivamente ad una persona che sia astretta da un vincolo di subordinazione gerarchica, dal quale derivi il suo inserimento stabile nell'organizzazione dell'ente e nel contempo la legittimazione ad operare in nome e per conto dello stesso, nell'esplicazione di un rapporto di immedesimazione organica.

Corte dei Conti Roma, sez. contr. Enti, Sentenza n. 33 del 22 ottobre 1992

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.