Home » Giurisprudenza

Elenco

Autorità Garante della Concorrenza, Provvedimento n. 5385 del 9 ottobre 1997

Le società BMG Ricordi Spa, EMI Music Italy Spa, Polygram Italia Srl, Sony Music Entertainment Spa, Warner Music Italia Spa, hanno violato l’articolo 2, comma 2, della legge n. 287/90,  partecipando a una pratica concordata avente per oggetto e per effetto di falsare in maniera consistente la concorrenza sul mercato discografico in Italia, mediante la definizione di una struttura e un livello …

Leggi di più »

Autorità Garante per la concorrenza, Provvedimento n. 19298 del 19 gennaio 2009

La condotta posta in essere dalla società Opitel (di seguito anche “Tele2”) relativamente all’omissione di informazioni sull’utilizzo di sistemi di filtraggio su linee ADSL, con cui offre i relativi servizi, che limitano l’accesso ad alcuni siti Internet e a programmi Peer-to-Peer costituisce una pratica commerciale scorretta ai sensi degli articoli 20, 21 e 22 del Codice del Consumo, e ne deve essere pertanto vietata l’ulteriore diffusione.

Leggi di più »

Garante per la Protezione dei Dati Personali, Provvedimento del 28 febbraio 2008

Il trattamento di dati personali relativi a utenti identificabili operanti su reti peer-to-peer oggetto del provvedimento è posto in violazione dei princìpi di trasparenza, finalità, correttezza e buona fede richiamati sia dalla Convenzione di Strasburgo, sia dalla direttiva 95/46/Ce e dalla stessa disciplina nazionale di protezione dati (cfr. art. 5 Conv. n. 108/1981 cit., art. 6 direttiva 95/46/Ce). Per le modalità con le quali la raccolta dei dati è stata svolta, si è configurata un'attività di monitoraggio vietata a soggetti privati dalla direttiva 2002/58/Ce (art. 5; cfr. art. 122 del Codice). Le società che hanno trattato i dati personali raccolti illecitamente sono inibite da ogni ulteriore utilizzazione degli stessi, e hanno l'obbligo della loro cancellazione entro il termine stabilito.

Leggi di più »

Autorità Garante per la concorrenza, Provvedimento 28 luglio 1995 n. 3195

La S.I.A.E. quale entità che esercita una attività economica (ossia l'intermediazione dei diritti d'autore, favorendo transazioni che comportano lo sfruttamento commerciale delle opere) è impresa e, in quanto tale, indipendentemente dalla natura giuridica pubblica, è soggetto rilevante per la normativa in materia di concorrenza. La S.I.A.E. è affidataria di interesse pubblico (protezione del diritto d'autore in occasione della rappresentazione e dell'utilizzazione in pubblico delle opere protette); si trova in posizione di monopolio legale e la esclusiva dell'attività è a ciò funzionale; in virtù della esclusiva "ex lege" l'ente detiene una posizione dominante sul relativo mercato nazionale. Un'impresa di tal fatta è esentata ai sensi dell'art. 8 comma 2 della legge antitrust dal rispetto delle norme nazionali a tutela della concorrenza e del mercato solo qualora il comportamento oggetto di valutazione nella sua specifica manifestazione ed in rapporto alla concreta fattispecie di volta in volta esaminata, risulti l'unico comprovato e possibile mezzo per conseguire le finalità istituzionali dell'ente. L'ammontare complessivo degli importi di diritto di autore ripartiti dalla S.I.A.E. agli aventi diritto, in quanto rapportato all'elevato ammontare degli incassi per diritto di autore, sembra caratterizzare l'Italia per l'alto livello di protezione degli autori ed editori rispetto alla protezione accordata in altri Paesi europei. A tali elevati incassi devono corrispondere regole di ripartizione che garantiscano una effettiva tutela agli aventi diritto. I nuovi criteri di ripartizione comunicati dalla S.I.A.E., determinando un sensibile miglioramento della tutela effettiva accordata agli autori i cui brani musicali sono eseguiti nelle discoteche, possono giustificare i compensi richiesti dalla S.I.A.E.

Leggi di più »

Autorità Garante per la concorrenza, Provvedimento n. 519 del 27 maggio 1992

La stipulazione dell'accordo con AFI ad opera della SIAE, la quale opera in regime di monopolio legale nella gestione e tutela dei diritti d'autore, appare strettamente connesso agli specifici compiti ad essa assegnati dall'ordinamento e pertanto nel caso di specie, ai sensi dell'articolo 8, comma 2, della legge n. 287/90, non trovano applicazione le disposizioni di cui al titolo I della medesima legge.

Leggi di più »