Corso di aggiornamento sul diritto d’autore e gli audiovisivi aspetti normativi-gestionali nelle mediateche / biblioteche pubbliche e private, Milano, Mediateca Santa Teresa

Lunedì 24 maggio 2010
Milano, Mediateca Santa Teresa
dalle ore 9.00 alle ore 13.00
dalle ore 14.00 alle ore 17.30
tenuto da Simone Aliprandi

Presentazione del corso
Corso di formazione e aggiornamento rivolto ai responsabili di biblioteche, mediateche, cineteche sia pubbliche che private, ai bibliotecari addetti al reference, all’organizzazione e comunicazione di iniziative culturali e di promozione alla lettura, nonchè operatori culturali, organizzato dall’Associazione Videoteche e Mediateche Italiane (AVI), in collaborazione con la Mediateca Santa Teresa – Biblioteca Nazionale Braidense e il CTU – Università degli Studi di Milano.
Il corso di aggiornamento affronterà il tema del diritto d’autore e gli audiovisivi nell’evoluzione all’interno della normativa italiana per delineare gli aspetti normativi e gestionali legati all’attività bibliotecaria, mediatecaria e cinetecaria.
Il continuo evolversi delle norme giuridiche relative al diritto d’autore, e la crescente presenza negli archivi di diversi supporti audiovisivi, quali dvd, vhs e cd, rende l’aggiornamento in materia un momento di primaria importanza per l’attività gestionale delle teche multimediali. In questo panorama l’operatore culturale ha il compito di conoscere tali aspetti normativi, le corrette modalità di fruizione dei contenuti, ma anche i limiti che sono imposti.

Finalità
Il corso fornirà indicazioni normative e linee guida per affrontare correttamente le svariate casistiche che, nel rispetto del diritto d’autore, si possono verificare sia nella gestione delle attività interne alle biblioteche, mediateche e cineteche, sia nelle iniziative culturali rivolte all’esterno.

Il docente Simone Aliprandi
Avvocato e formatore, è dal 2005 fondatore e responsabile del Progetto Copyleft- italia.it e si occupa ormai da alcuni anni di diritto del settore ICT (più specificamente di copyright e copyleft) sia come consulente sia come divulgatore indipendente. Collabora costantemente con alcune cattedre universitarie ed è titolare di una borsa di dottorato di ricerca presso l’Università Bicocca di Milano. Ha partecipato a convegni di un certo rilievo e pubblicato alcuni interessanti libri su questi argomenti, rilasciando tutte le sue opere con licenze di tipo copyleft. Fra le sue pubblicazioni più conosciute: “Copyleft& opencontent. L’altra faccia del copyright” (Ed. PrimaOra, 2005), “Teoria e pratica del copyleft” (NDA Press, 2006), “Capire il copyright. Percorso guidato nel diritto d’autore” (Ed. PrimaOra, 2007), “Creative Commons: manuale operativo” (Stampa Alternativa, 2008).
Info: www.aliprandi.org.

Il corso è organizzato da:
AVI Associazione Videoteche e Mediateche Italiane
Un’associazione culturale senza scopo di lucro della quale fanno parte oltre un centinaio tra mediateche, biblioteche e cineteche di ogni regione italiana.
L’AVI dal 2001 è impegnata nell’organizzazione e nello sviluppo delle strutture bibliotecarie e mediatecarie, svolgendo un ruolo di rappresentanza in ogni ambito culturale, scientifico, tecnico, giuridico e legislativo, fornisce inoltre ai propri associati supporti scientifici e tecnici per l’aggiornamento professionale con corsi di formazione e consulenza legale diretta.
Maggiori informazioni riguardanti l’Associazione, gli eventi promossi, le consulenze e le modalità di adesione, possono essere reperite nel sito: www.avimediateche.it

Sede del corso
Sala Conferenze, Mediateca Santa Teresa – Biblioteca Nazionale Braidense
Via della Moscova, 28 – 20121 Milano

Come raggiungere la sede del corso
La Mediateca si trova nella ex chiesa di Santa Teresa, ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.
Autobus 43 e 94, direzione nord, fermata Moscova-P.ta Nuova, proseguire 50 metri in via Moscova oltre il semaforo.
Autobus 43 e 94, direzione sud, fermata Mirabello, percorrere via S. Fermo fino alla fine.
MM 2, fermata Moscova.
MM 3, fermata Turati, da via Turati imboccare via Moscova sulla sinistra.

Iscrizione
Inviare il modulo d’iscrizione (scaricabile dal sito www.avimediateche.it) compilato in ogni sua parte all’indirizzo elena.dinca@cinemazero.it oppure via fax allo 0434 520584.

Costo
30 Euro per Soci AVI – 40 Euro per non associati

La quota d’iscrizione comprende anche il testo “Capire il copyright. Percorso guidato nel diritto d’autore” di Simone Aliprandi, che verrà utilizzato in sede di corso come supporto didattico. Su richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Modalità di pagamento
In contanti presso la sede del corso, gli accreditamenti saranno disponibili dalle ore 8.00 alle 9.00 di lunedì 24 maggio.
Bonifico bancario sul c/c n. 0740 7800214T della Friulcassa v.le Mazzini, Pordenone ABI 06340 CAB 12500 CIN E IBAN IT29 E063 4012 5000 7407 8002 14T c/c intestato all’Associazione Videoteche – Mediateche Italiane.
Il codice fiscale è 90043670406

Causale: quota iscrizione corso di aggiornamento 2010

Se si sceglie il pagamento tramite bonifico bancario è necessario allegare al modulo d’iscrizione (scaricabile dal sito www.avimediateche.it) la copia della ricevuta di pagamento.

Per maggiori informazioni: Elena Chiara D’Incà

Tel. 0434 520945 – Email: elena.dinca@cinemazero.it

Programma

Ore 9.00 – Saluti iniziali

– Introduzione

– Nozioni giuridiche di base e inquadramento scientifico della materia

– L’assetto normativo italiano e il diritto d’autore nel sistema internazionale

– L’acquisizione dei diritti d’autore

– Requisiti per l’applicazione del diritto d’autore

– Classificazione delle opere protette

– Classificazione e struttura dei diritti d’autore

Ore 10.45 – pausa

Ore 11.00 – Il funzionamento del diritto d’autore

– Le eccezioni e limitazioni (le cosiddette libere utilizzazioni)

– I diritti connessi

– Trasmissione e circolazione dei diritti

– La violazione dei diritti e le relative sanzioni

– Gestione collettiva e S.I.A.E.

– Particolari tipologie di opere (software, banche dati, opere dinamiche e interattive)

– Il file sharing e il modello peer-to-peer: solo cenni

– Sistemi tecnologici di controllo (Digital rights management)

Ore 13.00 – (orario indicativo) pausa pranzo

Ore 14.00 – Focus monografico A: l’audiovisivo in biblioteca

– La detenzione dei supporti audiovisivi, la bollinatura, le copie di salvataggio

– Consultazioni interne / proiezioni pubbliche di supporti audiovisivi

– Il protocollo d’intesa AVI-SIAE

Ore 15.30 – pausa

Ore 15.45 – Focus monografico B: modelli innovativi di gestione del diritto d’autore (copyleft, Creative Commons)

Ore 17.30 – chiusura lavori

In collaborazione con:

Mediateca Santa Teresa – Biblioteca Nazionale Braidense
La Mediateca Santa Teresa nasce da un accordo di programma tra quattro enti promotori: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano, che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. Aperta al pubblico il 13 giugno 2003, nella restaurata chiesa barocca di Santa Teresa, la Mediateca, sezione multimediale della Biblioteca Nazionale Braidense, è luogo di informazione e formazione. Riconoscendo l’utilità dell’informazione elettronica, offre ai propri utenti, per finalità di ricerca, studio e documentazione, l’accesso a Internet ed alle fonti documentarie elettroniche, digitali e audiovisive, di cui è depositaria in virtù della legge sul deposito legale ( L. 15 aprile 2004 n.106 e D.P.R. 3 maggio 2006 n.252). La Mediateca è centro di alfabetizzazione continua, con tutor e corsi che affiancano e integrano l’utilizzo di strumenti multimediali. Finestra sul mondo, è uno dei luoghi dove si costruisce la nuova cittadinanza senza confini. E’ punto d’incontro e di dibattito culturale, promuove eventi, seminari, tavole rotonde e presentazioni, accoglie proposte di promozione, formazione e informazione. La RAI ha aderito all’iniziativa mettendo a disposizione “RAITECHE”, e l’Archivio della Canzone Napoletana. Il Piccolo Teatro di Milano ha concesso un accesso privilegiato ai propri archivi: recensioni, rassegne stampa, musiche, video, bozzetti, manifesti.

CTU – Università degli Studi di Milano
Il Ctu è il centro d’Ateneo per l’eLearning e la produzione multimediale, a servizio della comunicazione istituzionale e della didattica delle nove Facoltà dell’Università degli Studi di Milano. Dalla fine del 2005 gli uffici e i laboratori del Ctu si sono trasferiti presso la nuova sede del Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione a Sesto S. Giovanni, dove è stata allestita un’infrastruttura tecnologica di livello broadcaster per la produzione audiovisiva e una mediateca specializzata a servizio della didattica e della ricerca.
La mediateca, ospitata all’interno della biblioteca del Polo e aperta anche al pubblico esterno, trova la sua vocazione nella ricerca, diffusione e valorizzazione del cinema documentario come strumento di conoscenza della realtà e della società contemporanea. Il catalogo del Ctu, che comprende anche l’archivio storico delle produzioni scientifiche realizzate a partire dalla sua creazione nel 1975, si caratterizza per la presenza di studi specialistici italiani e internazionali sulla storia, le forme, le tradizioni nazionali, i linguaggi e le tematiche del cinema documentario e di non-fiction, e di materiali audiovisivi (su supporto VHS o DVD) di carattere documentario di rilievo nazionale e internazionale. Maggiori informazioni: www.ctu.unimi.it. Il catalogo è consultabile tramite l’OPAC di Ateneo: http://opac.unimi.it.

Mediateca Pordenone di Cinemazero
Una teca dei media. Un archivio aperto ai nuovi supporti culturali ed interessato alla diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva, attraverso la sinergia di diversi servizi: gli archivi audiovisivi e librari completi di indispensabili strumenti di approfondimento alla ricerca, la consulenza e reference di personale specializzato, laboratori di formazione e didattica dell’audiovisivo, premi, concorsi di critica cinematografica, festival e incontri. Info: www.cinemazero.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Precedente Lunedì 24 maggio conferenza stampa dell’industria discografica sul problema dei diritti connessi
Prossimo Le radio nazionali non pagano i diritti e boicottano la nuova musica. Le vittime: il pubblico, gli artisti e l’industria
Exit mobile version