Home » News » Mondo (pagina 103)

Mondo

RIAA annuncia un sistema di identificazione dei files musicali digitali

L’associazione americana delle case discografiche RIAA ha annunciato ieri di aver sviluppato un sistema standard di identificazione dei file musicali digitali, molto simile al codice a barre che identifica i CD nei negozi. RIAA prevede che il sistema sarà operativo entro la metà dell’anno prossimo, e lo ritiene necessario per implementare i sistemi di vendita di musica online. Il sistema …

Leggi di più »

MSN.it e Sony Music insieme per la prima volta per la musica

Msn.it e Sony Music aprono la Rete alle nuove proposte musicali, lanciando online la cantante Laura Moreno Garcia, e offrono ai navigatori di Internet e agli appassionati di musica un nuovo modo di partecipare al mondo dello spettacolo attraverso l’interazione diretta con gli artisti. Msn.it, il portale consumer di Microsoft, e Sony Music hanno scelto un’artista debuttante per la prima …

Leggi di più »

Robbie Williams perde una causa di copyright

La nota pop star inglese Robbie Williams ha perso lunedì scorso una causa di copyright per una sua canzone contenuta nell’album “I’ve been expecting you,”, ricevendo l’ammonimento a pagare “danni rilevanti”. La causa era stata intentata dalla società statunitense Ludlow Music, che detiene il copyright sulla canzone di Woody Guthrie “I am the Way”, a cui Williams ha rifatto il …

Leggi di più »

MP3.com sulla via della legalizzazione’

Un parlamentare democratico della Virginia, Rick Boucher, ha presentato un emendamento, chiamato Music Owners’ Listening Rights Act (H.R. 5225), per cambiare la legge sul copyright americana. L’emendamento permetterebbe ai consumatori di archiviare digitalmente i brani musicali presso computer remoti, e di ascoltare la musica, così archiviata, via Internet, sempreché il consumatore provi di averla prima legalmente acquistata. Lo scopo della …

Leggi di più »

MP3.com apre in Europa, ma senza le tecnologie incriminate

MP3.com si appresta a lanciare tre siti europei in francese, spagnolo e tedesco, ma questi non conterranno le tecnologie utilizzate in my.mp3.com che hanno causato i ben noti problemi di copyright negli Stati Uniti. “Stiamo negoziando per ottenere licenze internazionali” ha affermato Michael Robertson, CEO di MP3.com, “per cui my.MP3.com non sarà reso subito disponibile”. my.MP3.com e Beam-It! sono le …

Leggi di più »

Le registrazioni audio sono di proprietà dei committenti’

Segnaliamo un interessante articolo che potrebbe far “rabbrividire” più di un autore. Infatti, lo scorso novembre il Congresso americano aveva approvato una norma, modificativa della legge sul copyright, che affermava che le registrazioni di suoni (sound recordings) fossero, in circostanze particolari, di proprietà del committente (p.e. la casa discografica) e non di chi aveva creato l’opera musicale.Più precisamente, il Congresso …

Leggi di più »

Diritti d’autore per una famosa immagine del Che

L’oggi settantaduenne fotografo cubano Alberto Diaz Gutierrez (nome d’arte Alberto Korda) ha vinto a Londra una causa intrapresa per l’indebito utilizzo di una famosa fotografia del Che, scattata nel 1960, utilizzata per una pubblicità della vodka Smirnoff. Il fotografo non ha mai guadagnato nulla dall’utilizzazione della sua fotografia, una delle puù famose del Che. Il motivo che l’ha spinto a …

Leggi di più »

Accordo Vitaminic, Ascap e Bmi per i diritti d’autore

Vitaminic, la piattaforma Internet leader in Europa per la promozione e la distribuzione della musica in formato digitale, ha annunciato l’accordo con ASCAP, Società americana dei Compositori, Autori e Editori, e Bmi per i contratti di licenza su Internet. Secondo questo accordo tutti i soci di Ascap e Bmi, dei cui brani Vitaminic detiene i diritti di riproduzione e distribuzione, …

Leggi di più »

Yahoo! pagherà i diritti d’autore

Raggiunto un accordo tra Yahoo, il più grande portale Internet, e la Recording Industry Association of America (Riaa), l’associazione che riunisce la maggiori cause disografiche americane: Yahoo potrà trasmettere lecitamente brani musicali comericali commerciali, pagandone i diritti d’autore. Yahoo! si è stancata di aspettare la Digital Media Association, un gruppo industriale di cui è membro, che è in trattative con …

Leggi di più »

Di chi sono i diritti d’autore sul nome Survivor’

Vi ricordate “Eye of the Tiger”, la canzone colonna sonora del film Rocky III, del gruppo americano Survivor, vincitore di un Grammy’ In America il nome Survivor è anche un fortunato programma televisivo della Cbs, in cui un gruppo di persone scelte a caso e in cerca di fama, viene spedito su un’isola deserta e costretto a vivere un’esistenza da …

Leggi di più »

Cresce la musica sul Web

Secondo i dati di Idc, esploderà nei prossimi quattro anni il fenomeno della distribuzione musicale a pagamento via Internet, con sistemi che savaguardano il diritto d’autore.Le più grandi case discografiche del mondo si stanno già attrezzando per offrire in vendita sui propri siti musica digitalizzata. Si prevede, per il 2004, un giro d’affari pari a 1.2 miliardi.La redazione

Leggi di più »

Accordo tra governo USA e Ascap per modificare le licenze musicali

Il governo statunitense e l’American Society of Composers, Authors and Publishers (ASCAP) hanno raggiunto un accordo per modernizzare il sistema delle concessioni delle licenze di utilizzo del patrimonio musicale gestito dalla società , che risale a 59 anni fa. Il sistema attuale è basato su un Court Order del 1941, successivamente modificato, che stabilisce la titolarità dell’ASCAP a concedere licenze …

Leggi di più »

Nonostante la condanna, MP3.com riattiverà il servizio Istant Listening

La condanna del giudice federale al pagamento di 250 milioni di dollari sembra non fermare MP3.com, che ha annunciato la riapertura, nella prossime settimane, del Instant Listening Service, per mezzo del quale gli utenti possono scaricare e ascoltare via Internet i file musicali MP3. Per accedere alla propria musica scaricata in Internet, gli utenti devono provare di aver in precedenza …

Leggi di più »

Scaricare musica online viola il diritto d’autore: la sentenza contro MP3.com

Il giudice federale Jed S. Rakoff ha condannato ieri a New York la società MP3.com Inc al pagamento, nel peggiore dei casi, della somma di 250 milioni di dollari a favore della Universal Music Group, al più grande casa discografica del mondo, per violazione dei diritti d’autore. Secondo il giudice americano, il servizio my.mp3.com, che permette agli utenti di scaricare …

Leggi di più »

Apple e Real Networks contro tutti

Real Networks ha acquisito da Apple la licenza per l’utilizzo del formato multimediale Quicktime per la riproduzione di contenuti web multimediali. I termini del contratto prevedono la possibilità di distribuire file audio e video riproducibili con Quicktime da parte dei content provider che utilizzano il software Real Server. La società ha comunicato inoltre che Real Server 8, di cui è …

Leggi di più »

Choice Caster, un player multimediale universale

Esynch ha da poco iniziato la distribuzione della versione beta gratuita di Choice Caster, un player multimediale in grado di riprodurre tutti i formati audio e video supportati dai media player più diffusi su Internet: Real Player (Real Networks), Windows Media Player (Microsoft) e Quicktime (Apple). Destinato in modo particolare all’utenza a banda larga (ADSL), che può usufruire dei contenuti …

Leggi di più »

MP3.com, accordo extragiudiziale con Time Warner e BMG

MP3.com ha raggiunto a Los Angeles un accordo extragiudiziale con i colossi Warner Music Group della Time Warner e BMG Entertainment di proprietà della Bertelsmann, con il quale MP3 potrà continuare a distribuire online i files relativi ai brani musicali prodotti dalle due case discografiche dietro pagamento di un importo non ancora precisato ogni volta che un utente ascolta o …

Leggi di più »

Condannata MP3.com per violazione del copyright

Mp 3, il popolare sito di musica da cui è possibile scaricare gratuitamente le canzoni del momento, viola le leggi americane sui diritti d’autore. Lo ha stabilito il giudice federale di New York Jed Rakoff con una sentenza che ha avuto un effetto drammatico sulla quotazione in Borsa del titolo, che in pochi minuti ha perso il 40 per cento …

Leggi di più »