Home » FAQ » Faq sulla Tutela e il Deposito delle opere dell’ingegno

Faq sulla Tutela e il Deposito delle opere dell’ingegno

La mia opera (musicale, letteraria, figurativa, ecc.) è protetta? E come?

L’opera dell’ingegno compresa nell’elenco (non tassativo) di cui all’art. 2 della legge italiana sul diritto d’autore (per approfondimenti, clicca qui), è protetta sin dal momento della sua creazione. Non è perciò richesta alcuna attività (deposito, ecc.) per ottenere questa protezione. All’autore spettano diritti di natura economica (diritti di utilizzazione economica dell’opera, per approfondimenti clicca qui) e di natura morale (paternità, …

Leggi di più »

Come faccio a provare di essere io l’autore dell’opera e non qualcun’altro?

La prova della paternità viene generalmente richiesta nei casi di plagio dell’opera (per sapere cosa è il plagio, clicca qui). Premesso che il diritto d’autore sorge in capo all’autore al momento della creazione dell’opera d’ingegno, assume rilevanza la prova del momento temporale della creazione. Mettiamo caso che il sig. Rossi componga una canzone, registrandola con l’aiuto del computer o scrivendone …

Leggi di più »

La S.I.A.E. tutela le opere oggetto del diritto d’autore? E come?

L’attività svolta dalla S.I.A.E. a favore dei propri iscritti e associati è spesso travisata a causa del significato attribuito al sostantivo “tutela”. La S.I.A.E tutela i diritti di sfruttamento economico dell’opera degli autori che le abbiano affidato mandato. Significa molto semplicemente che SIAE concede licenze e autorizzazioni per l’utilizzazione delle opere tutelate, riscuote i relativi compensi e li ripartisce agli …

Leggi di più »