Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Gnu Economy e libertà di accesso e circolazione dei saperi

Oggi e domani a Milano la prima delle iniziative dedicate alla campagna per il libero accesso e la libera circolazione dei saperi.

Programma:
PRIMA GIORNATA:
sede: L.S.O.A. Deposito Bulk – via Niccolini 36 – Milano
venerdì 12 gennaio 2001
ore 17.00
Incontro
Net-thinking – Il sapere in rete vuole essere libero
(forme di scambio di saperi in Rete)

partecipanti:
copyDOWN – presentazione
fERRYbYTE – accesso dell’informazione in Rete, problematiche tecniche e giuridiche
LOA hacklab MI – telebiblioteche e reti di relazione
Hacklab FI
Isole nella Rete
Istituto Cavazza (Mario Barbuto)
Liber Liber
Topolin Edizioni
Misfu
Red Planet
Alessandro Ludovico (Neural) – Paradossi del diritto d’autore
Sergio Messina (Radio Lilliput/ Radio Gladio)
Zeus News
Punto Informatico

a seguire dalle 22.00
Muzik by MiSFu

contorno tutto il giorno
Intrattenimenti
Banchetti controinformativi
Postazioni di masterizzazione

SECONDA GIORNATA
sede: Circolo Bertholt Brecht – via Padova 61 – Milano
sabato 13 gennaio 2001
ore 16.00
Incontro
Net-working – L’editoria e il suo futuro dopo la rete
(la Rete come biblioteca pubblica universale; durante il dibattito verra’ presentata la proposta di depositare in Rete una copia elettronica di ogni prodotto editoriale realizzato stante il permesso dell’autore)

partecipanti:
Ferry Byte – risvolti e premesse giuridiche di una iniziativa piu’ necessaria che provocatoria
LOA – risvolti e premesso socialie culturali di una iniziativa piu’ inevitabile che provocatoria
Hacklab FI
Nanni Balestrini
Francesco Leonetti – scrittore
Edoardo Sanguineti
Neural – Forme possibili di sostentamento della GNU economy
Radio Cybernet – dirette radiofoniche
Alessandro Rubini (AsSoLi) – Free Documentation License
Peacelink (Carlo Gubitosa) – Campagna contro la registrazioen delle testate on line
hops libri (Matteo Brambilla)
Malatempora Edizioni
Giulio De Petra
Istituto Cavazza (Mario Barbuto)
Gomma
Manifesto Libri (Marco Bascetta)
deriveapprodi (Benedetto Vecchi)
Apogeonline (Virginio Sala)

La redazione: Fonte: LOA

La libreria del Congresso USA è online con oltre 5 milioni di immagini

Dal manoscritto del discorso inaugurale di George Washington alla pubblicità televisiva, la Libreria del Congresso USA ha oltre 5 milioni di immagini online tratti dalla sua collezione di libri e di registrazioni relative alla storia americana.
Il progetto, chiamato “America Memory”, è disponibile all’indirizzo http://www.loc.gov e vanta oltre 18 milioni di contatti al mese.
Sul sito possiamo trovare oltre 91 programmi con titoli che vanno da “Baseball Cards: 1887-1914” a “American Indians of the Pacific Northwest.”, oltre alle immagini dei presidenti Americani, e ai documenti ufficiali di Washington e Lincon.
“American Memory” è nato grazie a una partnership pubbllico-privata, con 15 milioni di dollari stanziati dal Congresso e circa 50 milioni di dollari da donazioni private. Coca-Cola recentemente ha contribuito con cinquanta anni delle proprie pubblicità televisive.

La redazione – Fonte: Yahoo

Arriva a metà anno Mp3Pro

La guerra dei formati continua con la riscossa, tra virgolette, di MP3. Pur essendo il formato per la musica digitale più popolare della rete, MP3 non è considerato attualmente il migliore, poiché i concorrenti (Microsoft e RealNetworks in testa) hanno sviluppato nuove tecnologie che consentono di ottenere una migliore qualità con un maggior risparmio di spazio, e che supportano le protezioni antipirateria.
Per questo motivo Thomson Multimedia sta lavorando allo sviluppo di una nuova versione della tecnologia MP3, chiamata MP3Pro. Questo offrirà la medesima qualità , ma in circa la metà di spazio, utilizzando un bitrate di 64kbps; inoltre sarà compatibile con i lettori MP3 esistenti, e sarà pronto per la prossima estate.
MP3Pro sarà sviluppato da Coding Technologies, una controllata di Fraunhofer Institute for Integrated Circuits, che condivide il brevetto MP3 con Thomson.

La redazione: – Fonte: CNet

Mp3.com alla ricerca della legalità

Mp.3.com cerca di ottenere il benestare dell’Ufficio del Copyright statunitense, incaricato recentemente dalla potente associazione dei discografici americani RIAA di verificare l’osservanza delle regole del copyright nei settori di Internet e E-commerce.
Mp3.com desidera che sia stabilito una volta per tutti il diritto per colui che ha acquistato un CD originale, di poter ascoltare le canzoni acquistate sia dal supporto fisico sia via download in formato digitale, così come l’Home Recording Act del 1982 permette all’acquirente del CD di registrare una copia da utilizzare per l’ascolto nell’automobile.
Mp3.com desidera inoltre che venga stabilito una giusta e appropriata royalty pagabile dai provider musicali per la fornitura di musica digitale online, ponendo un limite su quanto si deve pagare alle case discografiche per il diritto di ascoltare brani per i quali si è già pagato (acquistando il CD).
Pertanto MP3.com spera che l’Ufficio del Copyright statunitense stabilisca regole che mettano in discussione la decisione del giudice Jed S. Rakoff dello scorso aprile. Speranza molto difficile da soddisfare, sostengono comunque anche i dirigenti dell’azienda americana.
Per la fine dell’anno l’Ufficio del Copyright statunitense dovrebbe pubblicare le proprie osservazioni.
La redazione – Fonte: The Register

A Bologna giornata di studio su Internet e Diritto

Si terrà a Bologna il prossimo 26 gennaio presso il Centro Congressi Hotel Holiday Inn una giornata di Studio dal titolo “Internet e diritto: questioni e soluzioni”.
Il programma:

Ore 10 – registrazione partecipanti

Ore 10,15 – Introduzione
Avv. Andrea Sirotti Gaudenzi

Comunicazione, Internet e diritto
Dott. Valentino Spataro – Studio legale Spataro, Milano – curatore di Civile.it e IusSeek.com

La risoluzione alternativa delle Controversie in Internet
Avv. Chiara Micera – Studio legale Micera, Bologna

La tutela del diritto d’autore in rete
Avv. Andrea Sirotti Gaudenzi – Studio legale Sirotti Gaudenzi, Cesena – direttore del Notiziario Giuridico Telematico e curatore di DirittoEuropeo.it

Proprietà industriale e tecnologie convergenti: gli Internet domains
Avv. Patrizio Menchetti – Membro del comitato di arbitrazione della Naming Authority italiana e del Legal Advisory Board, Commissione Europea, Direzione generale “Società dell’Informazione”

Ore 13 – pranzo

La giustizia on line
Dott. Francesco Brugaletta – Magistrato del T.A.R. di Catania – Direttore di “Diritto e Diritti”, membri della commissione informatica del Consiglio di Stato

I contratti e i pagamenti on line
Avv. Maurizio Tidona – Studio legale Tidona, Milano – direttore Rivista di diritto bancario e curatore di Magistra.it

Privacy e sicurezza su Internet
Avv. Luca M. de Grazia – Studio legale de Grazia, Frosinone – Editore di InfoDir.Net

Ore 16,30 – break

Sistema Informatico o telematico: casi e questioni di diritto penale
Avv. Daniele Minotti – Studio legale Minotti, Genova – curatore di Penale.it

Reati connessi a Internet: profili processuali penali e tutela dell’indagato
Avv. Giovanna Vettori – Studio legale Vettori, Bologna

Information Tecnology e Managing degli studi legali
Avv. Paola Parigi – Information and Knowledge Manager, Studio Grimaldi Clifford Chance, Milano

18,30 Dibattito

19,00 Conclusione dei lavori

A tutti i partecipanti verrà rilasciato attestato di frequenza ed i libri:
1)”Internet per giuristi” di F. Brugaletta (Edizioni giuridiche Simone, 2000)
2) “La Corte europea dei Diritti dell’Uomo” di A. Sirotti Gaudenzi (Maggioli editore, 2001)
3) “Internet e diritto: questioni e soluzioni” (Libreria Professionista, 2001)

Per informazioni e prenotazioni:
[email protected]
http://www.libreriaprofessionista.com/studi.htm
http://www.notiziariogiuridico.it/seminario.html

La redazione

Buone feste a tutti!

Dirittodautore.it chiude per ferie fino all’8 gennaio.
Vi promettiamo, per il nuovo anno, numerose novità !
Nel frattempo auguriamo a tutti in nostri numerosi visitatori Buon Natale e un Felice Anno Nuovo!

La redazione

La storia infinita: EMusic denuncia MP3.com

E’ passato solo un mese dall’accordo con Universal e MP3.com si trova ad affrontare una nuova begha giudiziaria, questa volta contro EMusic e sei case discografiche indipendenti affiliate.
Secondo EMusic, che ha citato MP3.com a New York, quest’ultima permette ai propri utenti di ascoltare brani musicali i cui diritti digitali sono detenuti esclusivamente da Emusic.
Gene Hoffman Jr., presidente e chief executive di EMusic, ha affermato nel comunicato stampa che l’accordo raggiunto da MP3.com con le grandi case discografiche non copre il diritto d’autore delle piccole case discografiche indipendenti.
Nessun commento ancora da MP3.com

La redazione – Fonte: New York Times

Nasce l’Associazione Software Libero

Pubblichiamo il comunicato stampa dell’Associazione Software Libero:

E’ stata costituita a Firenze l’Associazione Software Libero.

Il momento della fondazione non è casuale ma deriva dalla constatazione che la necessità di un’associazione del genere era diffusa negli ambienti che da più tempo lavorano nel campo del Software Libero in Italia.

Attualmente c’è un gran parlare di Linux, Free Software, Open Source… ma noi vediamo solo tanta confusione: a fronte di un’esplosione dell’uso di software distribuito con licenze differenti da quelle commerciali “normali” non vediamo una conseguente diffusione della comprensione delle conseguenze provocate dall’adozione di un tipo di licenza o di un altro. Prova ne sia la gran confusione che viene fatta, anche da parte di “esperti” del settore, fra tipi di licenze molto differenti: termini come freeware, shareware, open source e free software vengono messi in un gran calderone quando invece le differenze che queste diverse forme di software hanno in termini di utilizzo privato, utilizzo aziendale, creazione di un mercato e incentivo allo sviluppo tecnologico sono notevoli, specialmente in un’ottica di lungo periodo.

Un’altra prova della diffusa ignoranza su questo tipo di licenza è anche la recentissima legge italiana sul diritto d’autore, legge dove tutto il software viene equiparato a quello proprietario, determinando così una effettiva difficoltà per la diffusione di software distribuito con licenze differenti.

Inoltre la diffusione del software libero si è avuta soprattutto in ambienti prima accademici, poi casalinghi e aziendali, lasciando però fuori tutta l’amministrazione pubblica su cui, come associazione e come cittadini, abbiamo possibilità di pressione, forti in tal senso dell’esempio dei recenti disegni di legge francesi e tedeschi.

Scopo di questa associazione sarà perciò proprio favorire la diffusione di questo tipo di software dove ancora non è arrivato e aiutare a far comprendere le conseguenze della sua adozione.

Come intendiamo operare.

Attività coordinata preferibilmente utilizzando mezzi come liste di posta elettronica, in modo da poter favorire l’accesso ai momenti decisionali anche a coloro che fisicamente non potrebbero essere presenti.

Cercheremo di stabilire rapporti direttamente con organismi istituzionali come le amministrazioni pubbliche.

Opera di informazione sugli effetti delle norme e delle leggi che riguardano il campo della diffusione e protezione del software, e correzione delle informazioni distorte diffuse da alcuni proprietari di software.

Prossimi appuntamenti

Tutti i futuri appuntamenti dell’associazione dove incontrare i soci verranno annunciati via via sul sito dell’associazione stessa.

Per contattarci:

email: [email protected]
http://www.softwarelibero.org
IRC: #assoli, irc.openprojects.net

I soci fondatori:
Davide Barbieri
Gianni Bianchini
Claudio Cicali
Federico Di Gregorio
Paolo Didonè
Alessio Frusciante
Christopher R. Gabriel
Leandro Noferini
Ettore Perazzoli
Simone Piccardi
Francesco Potortì
Alessandro Rubini
Christian Surchi
Stefano Sansavini
Cosimo Vagarini
Franco Vite

La redazione