Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

SIAE: avviate le procedure di selezione per la copertura di 27 mandatarie

La Siae ha indetto una selezione per titoli ed esami per l’affidamento di incarichi di mandato con rappresentanza per la copertura di 27 agenzie mandatarie distribuite nel territorio nazionale.

Nell’apposito avviso pubblicato nella home page del sito istituzionale Siae nonché nella sezione “Lavoro&Stage-Mandatari” è riportato l’elenco delle mandatarie in selezione e sono contenute tutte le informazioni sui termini e le modalità di presentazione della domanda, sui requisiti ed i titoli richiesti per la partecipazione alla selezione, nonché sulle materie oggetto di prova.

Ivan Cecchini, I contratti dell’editore (seconda edizione)

Acquista su Amazon!

Cecchini IvanI contratti dell’editore – Seconda Edizione
Con il contributo di Gianmarco Senatore. CD ROM allegato.

Il libro di Ivan Cecchini presenta una gamma pressoché esaustiva delle tipologie contrattuali impiegate nel processo di pubblicazione del libro e dell’ebook: dai normali contratti di edizione a quelli con università, dai contratti per traduzione alle licenze di traduzione fino alle coedizioni internazionali (con versioni in italiano e in inglese), dai contratti per fotografie alla cessione dei diritti cinematografici e televisivi. Gli schemi e i modelli contrattuali, facilmente replicabili e utilizzabili, grazie al cd allegato, sono sempre commentati puntualmente per guidarne l’applicazione ai casi concreti che gli operatori del settore si troveranno ad affrontare. Uno strumento essenziale nel lavoro quotidiano e nella formazione delle nuove leve.

€ 65,00

Anno: 2015 | Pagine: 388 | Edizione: Guerini e Associati

ISBN: 9788862505697

Tribunale di Roma: non si posso utilizzare fotografie pubblicate su Facebook senza il consenso dell’autore

La pubblicazione di foto su Facebook nella pagina di chi le ha scattate “non comporta la cessione integrale dei diritti fotografici”. Così ha affermato la IX Sezione, specializzata in materia di impresa, del Tribunale di Roma, che ribadisce l’applicazione delle regole del diritto d’autore anche per le foto pubblicate sul social network.

Secondo il Tribunale, la libertà di utilizzo dei contenuti pubblicati dagli utenti con l’impostazione ‘Pubblica’ “non riguarda infatti i contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale degli utenti, rispetto ai quali l’unica licenza è quella non esclusiva e trasferibile concessa a Facebook”. In base a tale principio l’autore di alcune foto ha ottenuto il risarcimento del danno da parte di un quotidiano che aveva pubblicato le foto stesse senza alcuna autorizzazione.

Il caso nasce dalla pubblicazione di alcune foto nella pagina personale Facebook di un giovane fotografo scattate dallo stesso in una nota discoteca romana. Le foto erano poi apparse, all’insaputa dell’autore, in un quotidiano nazionale a corredo di una serie di articoli giornalistici, relativi al fenomeno della frequentazione dei locali notturni da parte di soggetti di giovane età e, successivamente, riutilizzate anche da alcuni programmi televisivi di rilievo nazionale.

Fonte: Adnkronos

Novità INPS: possibile l’agibilità delegata al lavoratore dello spettacolo

Con proprio Messaggio n. 3575 del 27 maggio 2015 l’INPS – oltre a riassumere le procedure online di richiesta di agibilità – ha previsto anche una novità di rilievo: il lavoratore potrà essere delegato dal proprio datore di lavoro o committente (detto “organizzatore”) a richiedere direttamente l’agibilità. La procedura utilizza comunque l’account dell’organizzatore, a cui il lavoratore avrà accesso solo se consentito dall’organizzatore stesso. Restano invece immutati gli altri adempimenti (denuncia mensile, pagamenti dei contributi con F24).

E’ possibile vedere qui il Messaggio INPS.

Qui è possibile scaricare l’allegato manuale per la richiesta di agibilità online.

Convegno “Patrimonio e cultura tra tutela e business”, Roma, Biblioteca del senato, 18 giugno 2015

Patrimonio e cultura tra tutela e business
Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini”
Sala degli Atti parlamentari
Piazza della Minerva 38 – Roma
giovedì 18 giugno 2015 dalle 9.30 alle 13.00

FOCUS
Inserita tra i principi fondamentali della Costituzione Italiana, la Cultura rappresenta uno degli aspetti fondamentali della nostra Repubblica. L’insieme delle norme che si sono succedute nei nostri ordinamenti hanno costituito di volta in volta nuove risposte ad un concetto sottoposto a forte evoluzioni, e che rappresenta una sfida costante per il legislatore, chiamato ad adeguare a tali mutamenti la disciplina specifica.
In questo periodo di profonde trasformazioni sociali ed economiche, fortemente influenzate dal progresso scientifico, si sono moltiplicate le modalità attraverso le quali è possibile perpetrare illeciti aventi per oggetto beni culturali.
Per questo motivo si rende necessario svolgere un’analisi attenta e in chiave prospettica in grado di individuare le lacune che impediscono una tutela reale dei beni culturali del Paese. Da questo punto di partenza costruire con gli strumenti a disposizione, ma altresì con la creazione e/o implementazione di nuovi istituti giuridici, una nuova area di interesse socio-giuridico che valorizzi, nell’equilibrio degli interessi coinvolti, il patrimonio culturale italiano. Arte come “bene comune” e allo stesso tempo oggetto di interesse economico, per disciplinare una realtà che troppo spesso viene sottovalutata a danno della collettività.

Tavola Rotonda
9.30- 10.00 Saluti Iniziali
Assessore alla cultura di Roma Giovanna Marinelli (nominativo da confermare)

Moderano i vari interventi: Prof. Stefano Monti, Partner Monti&Taft e Avv. Nicoletta Giorgi, Presidente AIGA

10.00- 10.45 La sfida della Cultura nello Scenario Globale
Intervengono: Dott. Alfonso Valentino Casalini, caporedattore di Tafter Journal, On. Lorenza Bonaccorsi – CD, Commissione Attività produttive, Responsabile cultura per il PD
Durata: 45 min.
Il concetto di Cultura è uno dei cardini principali delle Politiche di Sviluppo Sostenibile. La grande esplosione di processi di riqualificazione urbana legati a fenomeni culturali o la grande esplosione del Mercato dell’Arte (legale ed illegale) sono esempi di come la cultura possa essere un vero e proprio asset per l’Italia in un contesto internazionale.

10.45- 11.05 Pirateria, Mercato nero dell’Arte e ISIS: Proposte per contrastare illeciti vecchi e nuovi nella cultura
Intervengono: Dott. Luca Nannipieri, saggista e firma di Panorama
Durata: 20 min.
Lo sviluppo tecnologico, e soprattutto la creazione di una comunità globale attraverso Internet, generano al contempo una grande possibilità culturale e un potente strumento capace di favorire network di illegalità. Dalla pirateria al mercato nero dell’arte, proposte per una nuova legislazione a tutela dei beni culturali.

11.05-11.50 Detrazioni e Cultura: dall’ebook all’artbonus, le nuove iniziative fiscali in un contesto
internazionale.
Intervengono: Avv. Silvia Stabile, Negri-Clementi Studio Legale Associato, On. Maria Coscia – CD, Commissione Cultura, relatrice del DL Art Bonus e Dott. Comm. Fazio Segantini, Presidente UNGDCEC
Durata: 45 min.
La normativa fiscale rappresenta uno dei maggiori e più efficaci strumenti di indirizzo politico. Attraverso detrazioni e agevolazioni, si può di fatto favorire lo sviluppo di alcune categorie di “beni” anche grazie all’intervento privato diretto. Lo stato dell’arte in Italia in una prospettiva globale.

11.50- 12.35 Il concetto di Valore Culturale nel trasferimento di beni: dalle aste online al conferimento in uso
Intervengono: Dott. Alessandro Guerrini, Open Care, Avv. Andrea Greco, Giunta AIGA – Dipartimento regolamenti di riforma e Dott. Ludovico Capuano, Presidente ASIGN
Durata: 45 min.
La definizione del valore culturale di un bene è una questione tutt’altro che risolta. Dalla sentenza della Corte di Cassazione che individua nelle opere d’arte un bene non soggetto ad ammortamento in quanto bene non soggetto a svalutazione, ai progetti di valorizzazione dei beni artistici per poterne aumentare il valore commerciale.
Inoltre una volta attribuito il “valore culturale” ad un bene esso è soggetto a differenti tipologie di circolazione: dalla circolazione fisica del ben mobile e le problematiche inerenti l’istituto della notifica di interesse culturale, alla circolazione giuridica del bene immobile e al suo conferimento in uso ad enti creati ad hoc fino alla dismissione di beni culturali immobili da parte della Pubblica Amministrazione
Sfide e criticità.

12.35- 13.00 Chiusura

L’accesso alla sala è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.

Guida all’uso dei metadati per l’editoria”: esce oggi il nuovo ebook AIE per i Quaderni del Giornale della libreria

“Il <dato> è tratto. Guida all’uso dei metadati per l’editoria”: esce oggi, in occasione dell’avvio del modulo di lezioni dedicate all’argomento al Master in Editoria della Fondazione Mondadori il nuovo ebook dell’Associazione Italiana Editori (AIE) per i Quaderni del Giornale della Libreria.

Al centro, i metadati, ovvero tutte le informazioni associate a un libro, utilizzate per produrre, pubblicare, distribuire, commercializzare, promuovere e vendere lo stesso titolo. “Il <dato> è tratto” costituisce una guida completa e utile per capire i meccanismi implicati nella comunicazione digitale delle informazioni editoriali: dalla localizzazione dei prodotti sul giusto scaffale di vendita nei servizi di e-commerce alla diffusione delle licenze di riutilizzo o alla segnalazione di attività promozionali. Uno strumento indispensabile per un uso corretto, efficace e soprattutto redditizio dei metadati che un editore può usare per far scoprire i propri prodotti.

Per orientarsi nel mare di contenuti nel quale si naviga quotidianamente è infatti sempre più necessario avere a portata di mano la migliore informazione possibile attraverso la quale raggiungere ciò che si cerca. L’industria culturale e il settore librario in particolare non fanno eccezione, soprattutto su Internet, dove in assenza di una mediazione le informazioni che accompagnano contenuti e prodotti sono l’unica indicazione disponibile. Chi produce i contenuti, allora, deve essere in grado di amministrare in modo corretto queste informazioni per aiutare gli utenti a trovare quello che cercano oppure, grazie alle nuove tecnologie basate sulla semantica dei dati, a capire quello che vogliono.

Il manuale – a cura di Anna Lionetti di mEDRA, società di innovazione tecnologica di AIE a livello internazionale, con un’introduzione di Sandra Furlan (Mondadori) e i contributi di Francesca Cacciapaglia (Informazioni Editoriali) e di Gregorio Pellegrino (Consulente di editoria digitale) – è disponibile da domani, 9 giugno, in ebook su tutte le principali piattaforme al costo di 3,99 euro.

Frosinone: albergatore condannato per violazione del diritto d’autore

Un albergatore di Frosinone è stato condannato alla pena della reclusione per due mesi e venti giorni, per aver proiettato in una sala per i clienti film destinati all’uso privato.

In particolare, all’interno di una sala ricreativa dell’hotel venivano organizzate delle proiezioni di film per gli ospiti che, per chiara norma di legge (articolo171-ter della legge 633/41 e successive modifiche) possono essere visti, senza la dovuta autorizzazione, solo in ambiente domestico.

L’operazione ha visto in azione la Guardia di Finanza, a seguito di una querela sporta dalla Mpcl (Motion Picture Licensing Company) presso il Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l’Editoria dell’Arma.

Per maggiori particolari sulla vicenda, vi rimandiamo alla notizia pubblicata sul quotidiano Il Messaggero, al seguente link:

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/cinema_hotel_albergatore_condannato_reclusione_violazione_diritto_autore/notizie/1374296.shtml

Convegno “La riforma della SIAE”, Brescia, 6 giugno 2015

Associazione CampoNitido per AltroCircuito / ARCI Comitato Provinciale di Brescia / Comune di Brescia /

nell’ambito del Percorso PROFESSIONE MUSICA

in Collaborazione col progetto Arci SCUOLA-BOTTEGA PER LA MUSICA

vi invitano al Convegno In-Formativo:

“LA RIFORMA DELLA SIAE”
Quali Prospettive per una vera tutela e promozione degli spettacoli dal vivo, degli Autori e dei Promotori

06 GIUGNO 2015
dalle ore 14.30 alle ore 17.30

WhiteRoom / Museo Santa Giulia

BRESCIA
Introduzione storica sulla gestione collettiva del diritto d’Autore in Italia e in Europa: “Dove siamo e come ci siamo arrivati”
Avv. Giovanni d’Ammassa > Esperto in Diritto d’Autore (Milano)
———————————-

Politiche Europee in materia di diritto d’autore: “Possibilità derivanti dalla normativa Europea”
On. Marina Berlinghieri (PD) > XIV Commissione (Politiche dell’Unione Europea) – Camera dei Deputati
———————————-

La legge di riforma della Siae: “Lavori in corso”
On. Roberto Rampi (PD) > VII Commissione (Cultura) – Camera dei Deputati
Claudio Cominardi > Deputato Movimento 5 Stelle Brescia
———————————-

Dalla direttiva 2014/26 alla riforma della SIAE: “Liberismo o Interventismo?”
Pierpaolo D’Emilio > Presidente CIDDAC (Associazione Italiana per la Difesa del Diritto d’Autore e Connessi)
———————————-

Interverrà riguardo la recente approvazione di una risoluzione al Senato, dedicata all’offerta culturale nel settore musicale:
Giordano Sangiorgi > Coordinatore MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti)
———————————

Introducono e moderano:
Romeo Grosso > Produttore/Operatore Culturale– Presidente Associazione CampoNitido
Marco Pardo > Presidente Provinciale ARCI Brescia
Francesco Temporin > Presidenza Regionale ARCI Lombardia
———————————

Ore 17:30/18:30 chiusura giornata incontri: “Aperitivo Musicato nel Chiostro” curato e offerto da Arci Provinciale Brescia

Comune Di Brescia / Arci Brescia / Ass. Cult.CampoNitido>AltroCircuito / Arci Regionale / Associazione Festa della Musica

Ingresso libero e gratuito
Consigliata la registrazione

brescia@arci.it
➟ 030 24 10 604

www.arcibrescia.it / www.arcilombardia.it
www.scuolabottega.com

Canada: il Copyright Board decide le tariffe per le riproduzioni di opere letterarie da parte dei dipendenti pubblici

Il 22 maggio scorso, il Copyright Board of Canada ha pubblicato la sua decisione in materia di royalties da pagare da parte dei governi provinciali e territoriali per la copia di opere letterarie fuori dal Quebec. Queste opere letterarie comprendono libri, giornali, riviste, giornali e altre pubblicazioni copiati dai dipendenti del governo. I canoni sono fissati in una tariffa e sono pagabili alla organizzazione Access Copyright, un copyright collecting che amministra il diritto di riproduzione di opere letterarie pubblicate in tutto il Canada, a eccezione del Quebec.

Dopo un’udienza di otto giorni, il Board ha stabilitola royalty a 11,56 centesimi per dipendente, per anno, per il periodo 2005-2009 e 49,71 centesimi per dipendente, per anno, per il periodo 2010-2014.

I motivi della decisione del Board sono riassunti nel comunicato stampa:
http://www.cb-cda.gc.ca/decisions/2015/news-release-may22.pdf

La decisione è scaricabile dal seguente link:
http://www.cb-cda.gc.ca/decisions/2015/DEC-2015-03-22.pdf

SIAE: online il secondo numero 2015 di Vivaverdi

Il secondo numero del 2015 della rivista Vivaverdi, il Giornale degli Autori e degli Editori, è disponibile nella sezione Edicola del sito Siae.

La copertina è dedicata a Filippo Sugar, designato Presidente della Siae a marzo, che ha concesso una lunga intervista al direttore di Vivaverdi, Flaviano De Luca. “Il diritto d’autore è una fonte d’innovazione e di crescita in tutto il mondo. E va difeso e sostenuto in particolare in quei Paesi come l’Italia che per natura, per lingua, per storia hanno un’identità che rischia di appannarsi nel nuovo mondo digitale e globale” ha detto Sugar, che ha subito evidenziato uno degli obiettivi principali della sua presidenza: “Noi dobbiamo creare maggiori opportunità per una nuova generazione di autori, compositori, editori: ecco il senso dell’iscrizione gratuita per tutti i ragazzi sotto i 30 anni”. Il neopresidente della Siae ha fatto parte anche della delegazione governativa che ha accompagnato ad aprile il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo a Parigi, dove Dario Franceschini si è incontrato con il ministro francese della Cultura e della Comunicazione, Fleur Pellerin. Il resoconto delle consultazioni bilaterali, che hanno visto al centro il tema della giusta remunerazione degli autori, nell’articolo di Paolo Agoglia.

La creatività è un nostro bene nazionale” dice Francesco Cafiso, recentemente nominato ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo. Intervistato da Emiliano Coraretti, il giovane sassofonista siciliano parla del suo ultimo lavoro, “Tre”, formato da altrettanti cd in cui ha raccolto i pezzi che ha scritto e arrangiato negli ultimi due anni dimostrando di essere, oltre che un musicista di talento, anche un grande autore.

Un altro giovane emergente del panorama musicale internazionale è Andrea Battistoni, violoncellista, direttore d’orchestra e compositore, ma anche straordinario divulgatore di musica classica e contemporanea. “Trovo fondamentale recuperare l’autoralità perché oggigiorno la creatività va incoraggiata, protetta; bisogna ricordare che è una professione, qualcosa di serio” afferma il musicista veronese nell’intervista di Federico Capitoni.

E’ considerato un vero talento nel panorama musicale italiano anche il ventunenne Lorenzo Vizzini che, dopo aver collaborato con Mario Lavezzi, ha scritto otto dei tredici brani dell’ultimo album di una delle regine della musica italiana, Ornella Vanoni. “Tutta colpa del Dna” è il titolo dell’intervista di Marco Caselgrandi a Danilo Vizzini, artista poliedrico che ha sicuramente passato al figlio Lorenzo una buona dose di creatività. Anche nel mondo del cinema si affaccia una giovane generazione: sono registi dediti principalmente al genere della commedia. Nel suo articolo “La nuova Italia dei quarantenni” Franco Montini individua in particolare due figure davvero convincenti, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone, che si caratterizzano per la novità del linguaggio e dell’iconografia e per l’originalità dello stile.

“Tanti auguri Enrico Medioli” è il titolo dell’articolo che il direttore editoriale Gian Luigi Rondi dedica al grande sceneggiatore che ha compiuto novant’anni. Altro compleanno importante, quello di Michele Maisano, che ha festeggiato i settant’anni ma che continua ad affascinare il pubblico con la sua voce calda e morbida. Nell’intervista di Roberto Paravagna ripercorre la sua fortunata carriera, contrassegnata da due precise matrici musicali, il rock’n roll e il trallallero genovese. Sulle pagine di Vivaverdi anche la serata-concerto di Oscar Prudente che si è esibito il 4 maggio a Roma, al teatro Ghione, dopo aver fatto tappa a Milano e Genova. Lo show “Il respiro del mare” è stato un piacevole viaggio nella storia della canzone italiana.

Dopo la strage a Charlie Hebdo, il dibattito sulla libertà di opinione si fa incandescente. L’interminabile querelle sulla linea ferroviaria Lione-Torino ad alta velocità ha portato al rinvio a giudizio di Erri De Luca, colpevole di aver incitato al sabotaggio. Valerio Magrelli ricostruisce tutte le fasi della vicenda nel suo articolo, sottolineando la posizione del ministro francese della Cultura, Fleur Pellerin, che ha definito sproporzionata l’accusa nei confronti dello scrittore.

Vivaverdi ospita anche in questo numero le consuete rubriche e altri contributi per offrire una panoramica sul mondo della cultura e dello spettacolo e sulle numerose attività che la Siae sostiene. Grazie al nuovo taglio multimediale del webmagazine, gli articoli sono arricchiti con photogallery, video, clip audio e frammenti filmati.

Fonte: www.siae.it