Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Copia privata: il decreto di rideterminazione dei compensi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Il decreto che ridetermina i compensi per copia privata è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 agosto scorso.

Il testo è presente nella nostra Banca Dati Leggi.

E qualcuno ha cominciato ad accorgersi che i compensi, invece di aumentare, sono diminuiti rispetto il precedente decreto, e lo abbiamo detto nel nostro video del 14 luglio scorso, che attualmente è il video con maggiori visualizzazioni del nostro canale YT.

Non è un “epic fail” di Franceschini, ma il frutto di una indagine ISTAT e di un’ampia istruttoria condotta dal Ministero.

L’ISTAT in particolare ha dimostrato, analizzando panieri di prodotti in periodi differenti, che “i prezzi non hanno subito variazioni attribuibili all’equo compenso“.

E poi il Ministero ha ritenuto che “l’aggiornamento non debba corrispondere in modo vincolato a un criterio puramente ricognitivo di dati aritmetici in ordine all’evoluzione tecnica, all’ingresso sul mercato e nell’uso comune di nuovi dispositivi, agli scostamenti nelle abitudini di impiego e/o della capacità di memoria degli apparecchi e dei supporti per la riproduzione privata di fonogrammi e di videogrammi di cui all’art. 71-sexies, ma debba tenere conto delle informazioni e dei dati acquisiti, nonché dei diversi punti di vista e delle proposte delle categorie interessate, al fine di definire un punto di equilibrio tra le opposte esigenze, di assicurare, da un lato, la giusta remunerazione dell’attività creativa e artistica degli autori e degli interpreti o esecutori, nonché dei produttori, con un’adeguata protezione giuridica dei diritti di proprietà intellettuale, e, dall’altro lato, un’incidenza proporzionata e ragionevole del meccanismo di prelievo alla fonte destinato ad alimentare il suddetto equo compenso“.

Facile concludere che quello che si è letto sui giornali nelle scorse settimane è… fuffa.

SFATIAMO i MITI del COPYRIGHT! Pillola Copyright #016

In questo video vogliamo sfatare qualche mito del copyright, e per mito intendiamo quelle credenze che si sentono dire in giro. Qui ne chiariamo alcune.
Al minuto 1:04: Mito 1 – 8 battute uguali di due canzoni sono un plagio
Al minuto 3:02: Mito 2 – Per tutelarmi devo depositare la mia opera
Al minuto 3:42: Mito 3 – In Internet è tutto libero
Al minuto 4:56: Mito 4 – Se ho pagato SIAE sono a posto
Al minuto 7:13: Mito 5 – L’arrangiatore che diventa co-autore della canzone
Al minuto 8:14: Mito 6 – Il fonico è produttore di fonogrammi
Al minuto 9:05: Mito 7 – In Italia c’è il fair use

Roberto Razzini, Dal vinile a Spotify. Quello che resta sono le canzoni

Dal vinile come oggetto di culto all’ascolto mordi e fuggi dello streaming, da Sanremo a X Factor: cambia la fruizione, ma le canzoni e gli autori restano. Roberto Razzini, Managing Director di Warner Chappell Music Italiana, racconta l’evoluzione della musica in questi anni – dai supporti ai metodi di fruizione e promozione – con lo sguardo privilegiato di chi è stato testimone e protagonista, dietro le quinte, di molti dei maggiori successi musicali di queste tre decadi.
Dagli esordi come ragazzo di bottega alle trasferte a Los Angeles, dal primo tour con Umberto Tozzi alla collaborazione con Burt Bacharach e tanti autori e interpreti, italiani e stranieri. La storia di una passione che si è fatta mestiere, sempre dalla parte delle canzoni. “State per leggere un racconto di vita, ma anche un piccolo manuale di storia recente della discografia italiana.
Dal vinile a Spotify, certo, ma passando per qualche decennio di rivoluzioni, che ogni volta sembravano dover distruggere e ricostruire il settore da capo.
Ritroverete le classifiche, le star del momento o le leggende eterne, anche con qualche gustoso dettaglio visto dal backstage: dalla costruzione dei grandi successi, alla scoperta di nuovi personaggi, alle colonne sonore delle pubblicità storiche. I momenti d’oro e quelli di crisi, del passato e del presente.” Dalla prefazione di Marta Cagnola.

Copertina flessibile: 144 pagine
Editore: People (25 giugno 2020)
Collana: Records
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8832089467
ISBN-13: 978-8832089462

 

5 COSE da SAPERE se sei un AUTORE di OPERE LETTERARIE Tutorial #011

In questo video ti svelo 5 SEGRETI per la tua carriera di autore di opere letterarie, se vuoi PUBBLICARE un LIBRO: 1. Quali caratteristiche deve avere il contratto di EDIZIONE per le stampe (dal minuto 0:45); 2. L’editore che vuole essere pagato non è… un editore! Come comportarsi allora? (dal minuto 4:18); 3. Ti serve iscriverti in SIAE? (dal minuto 5:36); 4. I compensi a favore degli autori per la reprografia e il prestito pubblico (ci sono, in pochi lo sanno: dal minuto 7:28); 5. L’agente letterario: perché ti serve (dal minuto 10:42).

Exit mobile version