Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Mondadori: accordo per l’acquisizione di RCS Libri

A seguito del Consiglio di Amministrazione di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., riunitosi lo scorso 4 ottobre sotto la presidenza di Marina Berlusconi, l’amministratore delegato Ernesto Mauri ha sottoscritto il contratto relativo all’acquisizione di RCS Libri S.p.A.

L’accordo consentirà al Gruppo Mondadori di consolidare la propria presenza in Italia nel mercato dei libri trade e nell’editoria scolastica, nonché negli illustrati a livello internazionale.

Il perimetro dell’operazione comprende l’intera quota del 99,99% posseduta da RCS MediaGroup S.p.A. in RCS Libri S.p.A. con le sottostanti partecipazioni – che al closing includeranno il 94,71% di Marsilio Editore S.p.A. – ed escluderanno il 58% posseduto in Adelphi Edizioni S.p.A.

Tale perimetro ha registrato nell’esercizio 2014 i seguenti valori pro-forma: ricavi per 221,6 milioni di euro, EBITDA ante oneri non ricorrenti per 8,8 milioni di euro e investimenti per 11 milioni di euro, di cui 1,7 milioni destinati al rinnovo delle librerie Rizzoli.

Il corrispettivo dell’operazione è pari a 127,5 milioni di euro e riflette una PFN media (per neutralizzare gli effetti della stagionalità del business) e rettificata (anche includendo il riacquisto delle minorities di Marsilio) pari a -2,5 milioni di euro.

Poiché il corrispettivo riflette le aspettative di risultato per l’esercizio in corso, sono previsti meccanismi di aggiustamento del prezzo pari a massimi +/-5 milioni di euro legati al raggiungimento di predeterminati obiettivi economici nel 2015.

È inoltre previsto un earn-out a favore di RCS MediaGroup S.p.A. sino a 2,5 milioni di euro, condizionato al conseguimento nel 2017 di determinati risultati nel segmento libri.

L’operazione prevede le usuali dichiarazioni e garanzie a favore dell’acquirente.

L’acquisizione, il cui corrispettivo sarà regolato per cassa alla data del closing, sarà finanziata tramite l’utilizzo di linee di credito; il Gruppo ha recentemente siglato un accordo con le banche finanziatrici per rimodulare le attuali linee in relazione all’operazione, rivedendone scadenze e condizioni.

Con l’operazione Mondadori acquisirà la titolarità esclusiva di tutti i marchi in ambito librario, tra cui Rizzoli. L’accordo prevede inoltre che le testate di RCS MediaGroup possano continuare ad esercitare un’attività editoriale libraria in linea con quella attuale.

Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’approvazione delle competenti autorità regolatorie; eventuali provvedimenti di autorizzazione condizionata non pregiudicheranno il completamento dell’operazione.

Si segnala che nei giorni precedenti Mondadori, nell’ambito del piano di valorizzazione di asset non strategici, ha finalizzato la cessione a R.T.I. S.p.A. dell’80% del capitale sociale di Monradio S.r.l. e la cessione a Harlequin Italia S.r.l. dell’intera partecipazione, detenuta attraverso Mondadori Libri S.p.A., nella joint venture Harlequin Mondadori S.p.A., per un corrispettivo complessivo, incassato di 45,1 milioni di euro.

Fonte: www.mondadori.it

Siae: e’ online il nuovo numero di Vivaverdi

Il quarto numero del 2015 di Vivaverdi è disponibile nella sezione Cultura e Solidarietà del nuovo sito SIAE. Il Giornale degli Autori e degli Editori dedica la copertina al grande concerto-evento #Jazz4LAquila che il 6 settembre scorso ha invaso la città abruzzese, ancora ferita dopo il terribile terremoto del 6 aprile 2009. Nell’articolo di Federico Scoppio la cronaca della manifestazione che ha coinvolto l’intera comunità jazz italiana, organizzata dal trombettista Paolo Fresu con il sostegno di SIAE. L’Aquila diventa dunque un altro importantissimo palcoscenico dopo Umbria Jazz, l’ultraquarantennale manifestazione che si è tenuta a Perugia in luglio incrementando il successo di un marchio riconosciuto internazionalmente, come racconta Luigi Onori sulle pagine di Vivaverdi.

A partire da questo autunno, la Società Italiana degli Autori ed Editori destina un importante contributo ad alcuni tra i migliori produttori di musica colta contemporanea. E’ il progetto SIAE-Classici di Oggi, con cui la Società punta a dare nuova linfa vitale a un settore penalizzato rispetto a quello della musica del repertorio classico. Sandro Cappelletto ha intervistato il maestro Alessandro Solbiati, componente del Consiglio di Sorveglianza SIAE, tra i più attivi promotori dell’iniziativa.

“Un click nel futuro” è il titolo dell’articolo che Flaviano De Luca dedica al nuovo sito istituzionale SIAE, “un’interfaccia per poter interagire con i nostri associati meglio, in maniera più semplice e immediata, e con tutti coloro che vogliono usare il nostro repertorio”, come ha spiegato il presidente designato Filippo Sugar. Cosa è successo al sito di SIAE? Si chiede nel suo articolo Valerio Magrelli che vede proprio in questa novità il primo accattivante approccio di quella filosofia digitale che sta trasformando completamente la Società Italiana degli Autori ed Editori.

Dopo la pausa estiva, riparte la stagione cinematografica e sono tante le novità. Gian Luigi Rondi, direttore editoriale di Vivaverdi, ha scelto di soffermarsi su un film ungherese “Il grande quaderno” che il regista Janos Szasz ha tratto da un romanzo di Agota Kristof che ha riscosso un grande successo editoriale. E’ la storia di due fratellini gemelli costretti a lavorare tra asprezze di ogni genere durante la seconda guerra mondiale. A settembre torna anche la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, che si caratterizza sempre più per il suo lavoro di sperimentazione e valorizzazione di nuovi linguaggi, come sottolinea Franco Montini nel suo articolo “Mostra di Venezia. Una ricerca frenetica”, in cui ricorda le numerose iniziative SIAE al Lido nell’ambito delle Giornate degli Autori/Venice Days: dal sostegno al Premio Solinas all’organizzazione con Lightbox del concorso I love GAI-Giovani Autori Italiani, dal Cantiere Venezia, il progetto ideato dal consigliere di gestione SIAE Andrea Purgatori con Giorgio Gosetti, delegato generale delle Giornate, fino ai riconoscimenti all’Istituto Luce-Cinecittà e al giovanissimo Lorenzo Berghella. Il ventiquattrenne autore pescarese, premiato da SIAE come talento emergente del cinema italiano per la sua graphic novel animata “Bangland”, si racconta nell’intervista di Maria Rosaria Grifone. Ancora cinema, con Mimmo Rafele, sulle tracce del Festival del Cinema Ritrovato, organizzato  della Cineteca di Bologna, col sostegno di Siae, per mostrare e far rivivere il grande cinema dalle sue origini a oggi.

Grande classico dell’estate, La notte della Taranta, in questa edizione monstre con oltre duecentomila spettatori, a cantare e ballare, con Phil Manzanera maestro concertatore e Ligabue ospite, raccontata da Marinella Venegoni mentre il drammaturgo Ruggero Cappuccio ragiona sulla filosofia dei suoi ultimi lavori, intervistato da Adriana Pollice, e la cantautrice salentina Mama Marjas confessa le preferenze musicali e ripercorre la sua carriera con Pierfrancesco Pacoda.

Oltre alle consuete rubriche e agli aggiornamenti sulle attività per gli associati, Vivaverdi ospita in questo numero anche un articolo sui dati spettacolo SIAE relativi al 2014, anno di svolta  col consumo di spettacoli in leggera ripresa  e un contributo di Monica Scalamogna sui lavori del Parlamento Europeo che sottolineano il ruolo fondamentale che la proprietà intellettuale  riveste in campo economico, culturale e tecnologico. Grazie al nuovo taglio multimediale del webmagazine, gli articoli sono arricchiti con photogallery, video, clip audio e frammenti filmati.

Fonte: www.siae.it

Salone di Torino: Federico Motta, presidente di AIE, è il delegato in seno al CdA e all’Assemblea della Fondazione, e incontra il Governatore Chiamparino

Sarà il presidente dell’Associazione Italiana Editori Federico Motta il rappresentante di AIE in seno al Consiglio di Amministrazione e all’Assemblea della Fondazione per il Libro la Musica e la Cultura di Torino: è quanto comunicato formalmente agli organi competenti della Fondazione e anticipato mercoledì scorso nel corso di un incontro con il Governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.

Il Salone di Torino – ha spiegato il presidente Motta, che è stato accompagnato anche dal direttore di AIE Alfieri Lorenzon e dal responsabile delle relazioni istituzionali Fabio Del Giudice – è un patrimonio per il rilancio dell’intera editoria italiana. Gli editori sono pronti a fare la loro parte: desiderano avere un ruolo centrale e partecipare attivamente a questa esperienza unica. Il Salone del Libro sta a Torino e nessuno, sia chiaro, desidera spostarlo. Ma da Torino può davvero fare da modello a tutta Italia“.

Nuova piattaforma di hosting per Dirittodautore.it

Da qualche ora il nostro sito www.dirittodautore.it è posizionato su una nuova piattaforma di hosting, più performante rispetto la precedente.

L’accesso al sito è ora ancora più sicuro grazie al certificato SSL che permette la navigazione tramite autenticazione, integrità dei dati e cifratura.

Nei prossimi mesi apporteremo ulteriori miglioramenti al sito, al fine di migliorare l’esperienza dei nostri lettori.

Plagio? No grazie. La Biblioteca alleata in una corretta pratica scientifica, Bolzano, 14 ottobre 2015

Il 14 ottobre avrà luogo presso la Biblioteca universitaria di Bolzano il convegno “Plagio? No grazie. La Biblioteca alleata in una corretta pratica scientifica”.
I contributi saranno presentati in lingua italiana e tedesca.

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti. Gli interessati possono inviare all’indirizzo [email protected] una richiesta di iscrizione.

Per maggiori informazioni e il programma dell’evento:

http://www.unibz.it/en/library/about/events/Documents/2015-10-14_Plagiat_Plagio/2015-10-14_Plagiat_Plagio_Programma_online_de+ita.pdf

UK: pubblicato il rapporto annuale sui reati contro la proprietà intellettuale

Pubblicato il 24 settembre 2015, il rapporto governativo evidenzia le minacce attuali ed emergenti riguardanti la contraffazione e la pirateria, compresi quelle effettuate via internet.
La relazione contiene anche le statistiche e le attività a protezione svolte dalle agenzie di settore del Regno Unito quali la polizia, gli enti doganali insieme con gli enti del settore.

Per maggiori informazioni e per scaricare il rapporto:

https://www.gov.uk/government/publications/annual-ip-crime-report-2014-to-2015

Al MEDIMEX Note Legali presenta la prima piattaforma di e-learning sul diritto della musica

Note Legali, che da sempre partecipa come espositore al Medimex, il salone dell’innovazione musicale, presenterà in occasione della prossima edizione (che si svolgerà a Bari da giovedì 29 a sabato 31 ottobre 2015) l’anteprima della piattaforma  di e-learning, “Formazione on line Note Legali”.

Si tratta della prima piattaforma di e-learning dedicata ai musicisti e agli operatori dello spettacolo per conoscere i meccanismi del music business, del diritto d’autore in ambito musicale, della previdenza e della contrattualistica dello spettacolo, delle società di gestione collettiva dei diritti.

Sulla base dell’esperienza formativa decennale di Note Legali, che vanta oltre 500 seminari organizzati in tutta Italia, la piattaforma si propone di fare formazione e divulgazione di massa ad accademie e scuole di musica, conservatori, operatori del settore, giovani musicisti per insegnare a tutti le regole del gioco, dare consapevolezza, alzare il livello di conoscenza e tutela di base, aspetti fondamentali per potere operare professionalmente.

La presentazione avrà luogo venerdì 30 ottobre dalle ore 10:30 alle ore 11:15.

Oltre al Presidente di Note Legali, l’Avv. Andrea Marco Ricci, interverrà anche Claudio Coticoni, Responsabile FormazioneLive, Martelabel.

Accordo trilaterale SCF, NUOVOIMAIE e ITSRIGHT

L’accordo sottoscritto nel 2014 da SCF da una parte, e da NUOVOIMAIE e ITSRIGHT dall’altra, è stato rivisto e perfezionato con lo scopo di  migliorarne l’efficacia in relazione all’attività di acquisizione dei dati e di ripartizione analitica dei compensi.

Gli ottimi risultati conseguiti a distanza di un anno dalla Commissione Tecnica e la collaborazione sempre più proficua e solida hanno incentivato le parti a prolungare l’accordo e a prevedere modalità tecnico-operative che miglioreranno ulteriormente il lavoro di attribuzione dei compensi dovuti da SCF agli artisti rappresentati rispettivamente da NuovoIMAIE e da ITSRIGHT.

Fonte: NuovoIMAIE

Guardia di Finanza: Operazione “Radio in Store”. Vasta indagine in materia di pirateria fonografica e tutela del Diritto d’Autore.

Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Venezia hanno dato esecuzione ad una perquisizione locale nei confronti di una società ubicata nella provincia di Rovigo avente come oggetto l’attività di Music Provider, ovvero un’azienda specializzata nel creare e fornire palinsesti musicali personalizzati destinati alle attività commerciali.

Nel corso dell’attività operativa, condotta con la preziosa collaborazione dell’Ufficio Antipirateria e Multimedialità della Direzione Generale della SIAE di Roma e della F.P.M. (Federazione contro la Pirateria Musicale) di Milano, sono stati sequestrati n. 643.060 file musicali in formato elettronico non in regola con il diritto d’autore, derivanti da un repertorio musicale composto da n. 17.380 brani fruibili simultaneamente dalle società clienti. Un imprenditore rodigino titolare del music provider è stato denunciato per violazioni alla normativa sul diritto d’autore (Legge 633/1941). Allo stesso è stata comminata anche una sanzione amministrava per un importo di 11.500 euro.

Le indagini della Guardia di Finanza di Venezia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Rovigo, traggono origine da una capillare analisi della rete Internet ed in particolare da un meticoloso ed incessante monitoraggio dell’App Store, che ha portato alla luce un numero considerevole di applicazioni web radio, riconducibili ad un unico sviluppatore.

I Finanzieri hanno appurato che il Music Provider, in violazione della Legge 633/1941, riproduceva, per la successiva trasmissione e/o diffusione, brani musicali registrati preventivamente su un server remoto ubicato in Italia.

Lo stesso infatti non corrispondeva nella giusta misura alla SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) il previsto compenso per l’utilizzazione di supporti musicali e quindi, di fatto, non assolveva al pagamento dei diritti d’autore ed alla S.C.F. (Società Consortile Fonografici) il compenso per l’utilizzazione di brani musicali tutelati riprodotti su supporti fonografici, non adempiendo, di fatto, al pagamento dei diritti connessi.

Un’approfondita analisi della documentazione acquisita ha inoltre evidenziato l’esistenza di una attività di Radio in Store (fornitura di trasmissioni radiofoniche personalizzate per gli esercizi commerciali) esercitata dal Music Provider per n. 634 punti vendita dislocati su tutto il territorio nazionale, talvolta riconducibili a noti marchi e catene di distribuzione, nonché di una attività di produzione software per 40 applicazioni Web Radio.

Nel tempo, Il Music Provider ha omesso di dichiarare agli aventi diritto e in particolare alla SIAE l’esatto numero delle società clienti.

Gran parte dei 634 punti vendita individuati è risultata, a sua volta, non in regola con le vigenti normative sul diritto d’autore. In particolare 533 punti vendita sono risultati privi di licenza per i diritti connessi (S.C.F.) e 228 punti vendita privi di licenza SIAE.