Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Un’indagine Nielsen su chi acquista online i libri in Italia: presentazione il 17 settembre a Editech, Fiesole

Non basta più l’articolo su un quotidiano o un settimanale. Né (da sola) la tv, né l’email marketing o tanto meno la pubblicità. Oggi i libri si scoprono – e quindi poi si comperano – online prima di tutto grazie ai reading degli autori e alla serialità della narrazione. Gli ebook, invece, dopo aver navigato sui siti delle librerie online (in primis), sui siti degli autori ed editori (in seconda battuta) e poi, ancora, grazie a reading degli autori.

Online cambiano le dinamiche di acquisto e cambiano le modalità per scoprire il titolo giusto, quello che poi ci si porterà a casa con un click. Con più di una sorpresa, come emerge dall’indagine di Nielsen “Consumer book buying, in digital and print che sarà presentata per la prima volta a Editech 2015, l’appuntamento sull’innovazione tecnologica nel settore dell’editoria libraria, organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE). L’indagine mette in luce per la prima volta in modo puntuale le risposte dei lettori e consumatori italiani su come scoprono e acquistano online i libri e gli ebook: lo studio è stato infatti svolto su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 2000 individui, di età compresa tra i 18 e i 64 anni.

In questo scenario acquista una nuova rilevanza la funzione del marketing nel digitale, che sarà al centro della due giorni 2015 di Editech, con i “Digital Marketing Day”, in programma a Villa LaTorrossa a Fiesole (Firenze) il 17 e 18 settembre. Un evento concentrato per due giorni, per sapere e trattare a 360 gradi il tema con esperti nazionali e internazionali: si discuterà di nuovi comportamenti digitali dei lettori, regole d’ingaggio per i diversi canali social, strategie di pricing, brand narrability. E ancora, di aspetti legali, contrattuali e di privacy, misurazione dell’audience e analytics.

Il programma della due giorni: I lavori, dopo i saluti introduttivi, saranno aperti il 17 settembre dalla presentazione dell’indagine “Le abitudini di acquisto di carta e digitale dei nuovi lettori” di Andre Breedt, Direttore Nielsen Book Research UK. Seguiranno gli interventi di Andrea Fontana, Managing Director Storyfactory (Brand narrability. L’uso dello storytelling nel marketing contemporaneo), Marco Massarotto, cofondatore DOING (Social media per l’editoria: rassegna di 10 case histories internazionali rappresentative dell’utilizzo dei social media) e Alessandro Maggioni, Manager Simon-Kucher (Strategie di pricing). La prima giornata si concluderà con l’intervento di  Paolo Iabichino, Chief Creative Officer del gruppo Ogilvy&Mather Italia. Il giorno successivo i partecipanti si divideranno in gruppi e lavoreranno su tavoli di lavoro su un tema specifico.

 

Nel corso dei suoi otto anni di vita Editech è diventato il principale appuntamento italiano sui temi dell’editoria digitale, ma la sua rilevanza è riconosciuta ormai anche a livello internazionale. L’evento è organizzato da AIE con il supporto di TISP e Housatonic e grazie a Rotomail Italia, Canon, codeMantra, DGLine, Noovle, Promedia, Sony DADC, iParadigms, Lumina Datamatics, Casalini Libri, Nielsen.

SIAE E GIORNATE LANCIANO IL “CANTIERE VENEZIA” PER IL CINEMA ITALIANO

Un seme, una riflessione, una piccola utopia e una speranza possibile per il cinema (e l’audiovisivo) italiano che verrà. E’ questo il senso della prima puntata del “Cantiere Venezia“, l’iniziativa promossa dalla SIAE e dalle Giornate degli Autori che prende il via sabato 12 settembre, alle ore 10.00, nell’antica Remiera di Pellestrina.

La scommessa – spiega Giorgio Gosetti che insieme allo sceneggiatore Andrea Purgatori si è impegnato ad avviare il progetto – è semplice quanto ambiziosa: vogliamo suscitare modelli e curiosità diverse in grado di nutrire l’immaginario e il senso del raccontare per chi fa cinema, televisione, creazione nel nostro paese. E pensiamo che l’orizzonte degli artisti che frequentano altri mondi, dalla fotografia alla musica, dalla pittura al teatro, alla letteratura possa essere un serbatoio e uno stimolo: oggi più che mai necessario. Nella storia del Novecento tutte le avanguardie e i movimenti più vitali sono nati dallo scambio e dalla passione di artisti che sentivano un’urgenza comune. E il nostro cinema è stato più grande e universale quando ha saputo cogliere pienamente questa potenzialità. In un tempo che favorisce invece l’isolamento e la frammentazione, è forse venuto il momento di rilanciare un desiderio comune di ricerca, pensiero, proposte e incontri“.

Che il tema sia sentito oggi dalla comunità dei nostri artisti si legge bene in alcune delle risposte giunte in questi giorni. “Condivido la necessità di una riflessione innovativa sul nostro lavoro – dice Luca Bigazzi – che è nel pieno di un epocale cambiamento, tecnico e distributivo. Spero, e questo invito lo lascia intuire, che ci siano ulteriori possibilità di confronto nel futuro prossimo“.

Verrei di corsa – scrive Francesca Comencini, attualmente sul set di ‘Gomorra 2’ -. Ne abbiamo davvero bisogno“. “Il mondo ha messo la quinta – osserva Costanza Quatriglio – e corre con l’acceleratore. Noi, la nostra cinematografia, non può esimersi da un confronto serio che possa riportare al centro il senso delle scelte che facciamo, individuali e collettive. Abbiamo bisogno di elaborare insieme il presente e – a parer mio – di rimettere al centro l’essere umano; anche di questo mi piacerebbe parlare perché è sempre da una visione condivisa che nascono progetti e idee di sviluppo e miglioramento“. “E un’idea di grande respiro e credo che proprio gli artisti ci possano aiutare a capire la scena che dovremmo e vorremmo raccontare – dice Gabriele Salvatores -. Non un’avanguardia, non un momento isolato, ma un movimento che ci dia ossigeno e idee“.

Il seme, per un progetto a largo respiro che la Siae e le Giornate degli Autori intendono accompagnare nel corso del prossimo triennio, viene piantato tra il mare e la laguna, tra la terra e l’acqua, in un’antica remiera dove le barche si restaurano con esperienza antica e dove l’artigianato diventa arte. All’appuntamento di sabato 12 settembre hanno aderito registi e sceneggiatori, fotografi e musicisti, autori di teatro e studiosi convinti dalla proposta di non ritrovarsi per un convegno o un seminario, ma nel quadro di un incontro tra persone, un primo cantiere di idee senza schemi prefissati, aperto a chi vuole ascoltare e dare le proprie idee.

All’incontro hanno già aderito: Gianluca Arcopinto, Samuele Bersani, Giacomo Costa, Laura Delli Colli, Agostino Ferrente, Paolo Genovese, Luigi Lo Cascio, Nicola Lusuardi, Piero Maccarinelli, Francesco Martinotti, i Masbedo, Mazzino Montinari, Alberto Pasquale, Stefano Rulli, Roland Sejko, Andrea Segre.

SCF e la musica nelle palestre

SCF ha attivato una serie di verifiche ed accertamenti nei confronti di palestre e centri sportivi che trasmettono in pubblico musica appartenente al proprio catalogo, senza aver stipulato un accordo per la tutela dei diritti connessi.

Uno dei principali propositi del Consorzio è quello di  regolarizzare nei prossimi mesi la posizione di tutti quegli operatori che utilizzano in pubblico, durante corsi o in sottofondo, musica appartenente al repertorio SCF, senza aver sottoscritto intese per il versamento dei compensi relativi ai diritti connessi.

SCF ha raggiunto un accordo con la società Atrio srl con riferimento alle palestre Downtown e Skorpion di Milano per i compensi dovuti in relazione a questi centri sportivi prima della cessione al gruppo Virgin.

Fonte: SCF

Premio Solinas e SIAE insieme a sostegno dei giovani talenti

E’ un’iniziativa importante verso gli autori e il futuro del nostro cinema quella della Società Italiana degli Autori ed Editori a favore del Premio Solinas. A partire da quest’anno, infatti, SIAE sosterrà il Premio Solinas con un contributo destinato alle dotazioni dei Premi e alle Borse di Sviluppo per i Concorsi Premio Franco Solinas e Premio Documentario per il Cinema. Il budget annuale complessivo sarà pari a 30.000 euro per tre anni, per un totale di 90.000 euro.

Il lavoro dei Giurati, il know how trentennale del Premio e la significativa forza di SIAE rappresentano l’attivazione di un sistema integrato tra strutture, enti e creatività; un circolo virtuoso capace di produrre risultati evidenti e di qualità.

SIAE – sottolinea Annamaria Granatello – grazie al suo sostegno al cinema italiano è il partner ideale con cui condividere la mission del Premio Solinas, tesa a favorire un salto di qualità e di prospettive per gli autori di film e documentari”.
Per il Premio Solinas e per gli Autori/Giurati, questo riconoscimento va nella direzione del rinnovamento volto a promuovere la creatività e la professionalità degli autori e dei futuri cineasti.

La Società Italiana degli Autori ed Editori destina 900.000 euro alla musica colta contemporanea

A partire da questo autunno, la Società Italiana degli Autori ed Editori destina un contributo di 900.000 euro ad alcuni tra i migliori produttori di musica colta contemporanea. E’ il progetto SIAE-Classici di Oggi, con cui la Società punta a dare nuova linfa vitale a un settore penalizzato rispetto a quello della musica del repertorio classico.

Dodici eccellenze musicali individuate. 

SIAE ha commissionato una mappatura su territorio nazionale per individuare le realtà musicali più meritevoli, in base all’attività svolta negli ultimi cinque anni.

Tre le tipologie di soggetti presi in considerazione: ensemble con una propria stagione di concerti, case discografiche e centri di produzione elettroacustica che si dedicano al repertorio contemporaneo della musica colta.

Ai potenziali beneficiari è stato richiesto di inviare un progetto per concorrere all’assegnazione del contributo.

Trecentomila euro all’anno, per tre anni.

Una commissione di probi viri – formata dal Maestro Alessandro Solbiati, componente del Consiglio di Sorveglianza SIAE, dal Maestro Guido Salvetti e dal Maestro Alessandro Magini – ha selezionato i destinatari del finanziamento (assegnato su base annuale o triennale a seconda dei progetti presentati), riservandosi la possibilità di monitorare i risultati, di individuare eventuali ulteriori operatori a cui destinare il sostegno economico per le successive annualità o di rimodulare la quota attribuita, in funzione della variazione del numero dei beneficiari.

Questi i dodici selezionati: 7 ensemble (Divertimento Ensemble di Milano, Fondazione Prometeo di Parma, New Made Ensemble di Milano, Ex Novo Ensemble di Venezia, Associazione per la Musica Contemporanea Curva Minore di Palermo, Ensemble Dedalo di Brescia, Ensemble Sentieri selvaggi di Milano), 2 case discografiche (Stradivarius Milano Dischi S.r.l. ed EmaRecords Music di Firenze) e 3 centri di produzione elettroacustica (Edison Studio di Roma, Tempo reale di Firenze, Agon Acustica Informatica Musica di Milano).

L’hashtag per condividere l’evento è #SIAEClassiciOggi

 

Legal and Music Business, seminario gratuito di Note Legali il 20 settembre a Pizzighettone

domenica 20 settembre a Music Wall, la Fiera della Musica di Pizzighettone, dalle 15:00 alle 16:30 circa, il presidente di Note Legali, l’Avvocato Andrea Marco Ricci, terrà il seminario “Legal and Music Business”,  durante il quale presenterà l’Associazione e risponderà alle domande dei presenti.

L’ingresso è libero e gratuito.

La manifestazione si svolgerà nella zona della cerchia muraria in Via Boneschi.

Per ulteriori informazioni puoi contattare il Centro Musica di Pizzighettone allo 0372 1930799 o scrivere una email a cmpizzighettone@gmail.com.

SIAE sospende temporaneamente l’invio della Newsletter

SIAE, Società Italiana degli Autori ed Editori, ha  comunicato ai propri associati di aver temporaneamente sospeso l’invio della Newsletter.
La ragione risiede nella progettazione di un aggiornamento della veste grafica per renderla coerente con il SIAE, operativo dal 15 luglio scorso.

Il nuovo portale SIAE contempla una ridistribuzione dei contenuti a cui si accede dalla homepage: Arte e Letteratura, Teatro, Musica, Cinema, Lirica e Balletto, Opere Radiotelevisive,  News e SIAE GIOVANI.

Il sito, più dinamico e interattivo,  consente a tutti gli utenti di usufruire online dei numerosi servizi della Società e offre una sezione dedicata al diritto d’autore.

SIAE ha precisato che l’invio della newsletter riprenderà il prima possibile.

Concorso I LOVE GAI – Giovani Autori Italiani con SIAE e Lightbox

EVENTO DI LANCIO

11 settembre 2015 ore 11.00

Proiezione cortometraggi Sala Pasinetti, Palazzo del Cinema – Lido di Venezia

11 settembre 2015 ore 22.00

Grande festa di lancio I LOVE GAI – Aeroporto Nicelli – Lido di Venezia

Il concorso I LOVE GAI – Giovani Autori Italiani, nasce da un’iniziativa SIAE in collaborazione con Lightbox. Il concorso è dedicato ai giovani autori e registi italiani sotto i quarant’anni, ed è aperto a opere di qualunque formato e genere con una durata massima di 30′.

Il concorso ha come primo obiettivo quello di promuovere e dare visibilità ai giovani talenti, favorendone il contatto con i produttori e il pubblico.

La prima edizione del concorso verrà lanciata durante la Mostra del Cinema di Venezia 2015, inaugurando l’azione di promozione nei confronti dei giovani autori con una prima rassegna di lavori.

L’evento di lancio prevede una rassegna di cortometraggi di sette talentuosi videomaker italiani all’interno della Sala Pasinetti, nel Palazzo del Cinema del Lido di Venezia. Uno special party per celebrare i giovani autori italiani all’Aeroporto Nicelli. Il lancio di un concorso pluriennale che ha come obbiettivo quello di scoprire e promuovere i giovani talenti del nostro paese, per creare un circolo virtuoso tra creatività, produzione e industria cinematografica.

La rassegna dell’11 settembre, che si terrà dalle 11 alle 13 nella Sala Pasinetti del Palazzo del Cinema, presenta il lavoro di sette autori under 40, scelti dal comitato di selezione per originalità di linguaggio e contenuti.

Ecco i nomi dei sette autori selezionati per la rassegna:

Jonas Carpignano, nato il 16 Gennaio 1984, è un giovane italo americano, autore di “A Ciambra” storia di vita di un bambino rom, premiato al Festival del Cinema di Cannes nella sezione corti de La Semaine de la Critique.

Nicolangelo Gelormini, classe 1978, autore di “All the Things” video clip sulla musica di David Lynch. Gelormini è regista e architetto pluripremiato, che ha collaborato con nomi noti del cinema, dell’arte, del teatro e della musica, quali appunto David Lynch, Giorgia, Luca Ronconi e Andres Neumann.

Adriano Giotti, nasce a Firenze nel 1984, autore di “Piume”, ha rappresentato l’Italia al 48 Hours Film Festival di Los Angeles e il cui lavoro è apprezzato da Alessandro Baricco con il quale tuttora collabora.

Tommaso Pitta, è nato nel 1984 a Milano, autore di “All the Pain in the World”, studia e vive in Inghilterra, già in mostra con i suoi corti a festival internazionali quali Edinburgh, Austin, Aspen, Palm Springs, Shortshorts Film Festival & Asia, Moscow International. Fulvio Risuleo, è nato a Roma nel 1991, autore di “Lievito Madre” diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia e ad oggi autore di tre corti positivamente accolti dalla critica.

Grazia Tricarico, nata a San Nicandro Garganico in Puglia nel 1986, videoartista che presenta il corto con il quale si è diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Tommaso Landucci, nato a Lucca nel 1989, presenta anche lui il corto di diploma “Bloodhound”.

COMITATO DI SELEZIONE

La rassegna di corti è stata curata da un comitato di selezione composto da personaggi noti nel cinema e nella cultura italiani. Tra questi Nicola Giuliano, uno dei fondatori di Indigo Film, che ha prodotto tra gli altri La Grande Bellezza di Sorrentino, oltre che diretto la produzione e organizzato i film di Mario Martone, Stefano Incerti, Mimmo Calopresti, Pappi Corsicato, Antonio Capuano e Nanni Moretti; Andrea Purgatori, giornalista noto per le inchieste e i reportage su casi scottanti del terrorismo italiano, a cui è stato dedicato “Il muro di gomma” di Marco Risi, attualmente presidente di Greenpeace Italia e nel Consiglio di Gestione di SIAE; Mara Sartore, personaggio eclettico del panorama culturale, già direttrice per 14 anni del festival cult di cortometraggi Circuito Off, attualmente direttrice di Lightbox, società di comunicazione e casa editrice specializzata in arte contemporanea.

Il launching event dell’11 settembre, articolato nella rassegna dei corti al mattino e nello special party alla sera, è l’evento ufficiale di lancio del concorso aperto a tutti i giovani autori italiani, che da settembre in poi potranno iscrivere i loro lavori.

CONTATTI
Per partecipare alle proiezioni e alla festa scrivere a info@ilovegai.com

Exit mobile version