Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Il diritto d’autore: questo sconosciuto, tavola rotonda, Biblioteca civica V. Joppi. – Udine, 23 aprile 2022

Il diritto d’autore: questo sconosciuto
Viaggio tra la tutela della creatività e fruibilità di scrittura immagini musica

Tavola rotonda

23 aprile 2022 – Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, ore 9.00

Biblioteca civica V. Joppi. Sezione Moderna – Riva Bartolini 5, Udine

Programma:

Saluti

Assessore alla cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot
Presidente del Sistema Bibliotecario del Friuli Paolo Montoneri
Responsabile della Biblioteca Civica V. Joppi Cristina Marsili
Presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche del Friuli Venezia Giulia Elisa Callegari
Direttori artistici de La notte dei lettori Martina Delpiccolo e Paolo Medeossi

Vieni avanti, Creativo (1° parte), Giorgio Monte, autore e attore teatrale
2020-2022: le trasformazioni del libro e della lettura, Remo Politeo, Presidente Associazione librerie in comune di Udine
Diritto d’autore, Rapporto tra autore ed editore, Marco Gaspari, Associazione Editori del Friuli Venezia Giulia
Brevi appunti giuridici sul diritto d’autore, Lorenzo Colautti, avvocato e scrittore
Come la SIAE tutela i diritti d’autore sul territorio, Andrea Sandron, responsabile SIAE della zona Friuli Venezia Giulia per la sede interregionale di Venezia
Cineforum, istruzioni per l’uso, Giulia Cane, Mediateca Mario Quargnolo del Visionario
La lettura di opere letterarie in biblioteca tra diritti d’autore e protocolli d’intesa, Antonella De Robbio, coordinatore del gruppo di studio open access e pubblico dominio dell’AIB
Vieni avanti, Creativo (2° parte), Giorgio Monte, autore e attore teatrale

Dibattito e conclusione

Per info e prenotazioni:
bcusm@comune.udine.it
0432 1272589

The never-ending challenge of shape protection: design, trade mark and copyright, ECTA ®ETREAT, Milano, 7 aprile 2022

THE NEVER-ENDING CHALLENGE OF SHAPE PROTECTION: DESIGN, TRADE MARK AND COPYRIGHT

Milan, 7 April 2022 (9.30 – 16.30)
Hotel Dei Cavalieri Milano Duomo (Carmagnola Room, Floor 2) – Piazza Missori, 1, Milan (IT)

Programma:

9.30-10.00 WELCOME COFFEE

Session 1: HOW ARE NATIONAL JURISDICTIONS IMPLEMENTING COFEMEL?

10.00 Welcome and Introduction
ECTA President Anette Rasmussen, AWA Denmark A/S, DK
Moderator
Niccolò Ferretti, Nunziante Magrone, IT
Eleonora Rosati, Stockholm University, SE
Anke Nordemann-Schiffel, Nordemann, DE
Carlo Sala, Salalex, IT
Sylvie Benoliel-Claux, Benoliel Avocats, FR

12.30 Closing

12.30-14.00 STANDING LUNCH

Session 2: HOW DO SHAPE MARKS SURVIVE INVALIDITY ACTIONS?

14.00 Welcome and introduction
Moderator Mara Mondolfo, Società Italiana Brevetti, IT
Christoph Bartos, EUIPO Boards of Appeal, ES
Monia Baccarelli, Macchi di Cellere Gangemi, IT
Marina Tavassi, Former President of Milan Appeals Court, Specialised Division for Enterprises, IT
Ezio Bonaccorso, Nestlè, CH

16.30 Closing
ECTA President Anette Rasmussen, AWA Denmark A/S, DK

Register via www.ecta.org or send an email to ecta@ecta.org
90,00 € ECTA Members/Colleagues from the same firm of ECTA Members 120,00 € Non-Members

On request, attendees will receive a certificate of attendance to approach the respective national Bar Association with respect to CLE credits, if applicable.
The event will comply with local Covid-19 rules in force on 7 April 2022. Attendees may be required to provide proof of their Covid eligibility.

Temi di proprietà intellettuale e del suo enforcement – in ricordo del prof. L.C. Ubertazzi, AIPPI, Milano, Auditorium Gaber (e online), 4 aprile 2022

Temi di proprietà intellettuale e del suo enforcement – in ricordo del prof. L.C. Ubertazzi
In occasione dell’assemblea annuale, AIPPI Gruppo Italiano organizza – a partire dalle ore 15.45 – un convegno in ricordo del professor Luigi Carlo Ubertazzi, dal titolo

Temi di proprietà intellettuale e del suo enforcement – in ricordo del prof. L.C. Ubertazzi

4 aprile 2022 ore 15.45-19.00

Auditorium Gaber

Grattacielo Pirelli – Piazza Duca d’Aosta 3, Milano

Programma:

15.45 Saluti introduttivi

Consigliere Regione Lombardia – Barbara Mazzali
Rappresentante Ordine Avvocati Milano (tbd)
Presidente AIPPI – avv. Paolina Testa

16.05 Primo Panel

Pubblicità (focus: la pubblicità in AIPPI – le interferenze fra pubblicità e diritto d’autore)

Moderatore: avv. Fabrizio Sanna
Relazione introduttiva: avv. Paolina Testa
Discussants: avv. Daniele de Angelis, avv. Arturo Leone

16.35 Secondo Panel

ADR (focus: le ADR nell’IP e le iniziative di AIPPI)

Moderatore: avv. Gualtiero Dragotti
Relazione introduttiva: prof. avv. Andrea Giussani
Discussants: prof. avv. Francesca Ferrari, prof. avv. Davide Sarti

17.05 Coffee Break

17.25 Terzo Panel

Consulenza tecnica (focus: l’elenco CTU di AIPPI)

Moderatore: ing. Ferruccio Postiglione
Relazione introduttiva: ing. Carlo Faggioni
Discussants: ing. Stefano Colombo, avv. Lamberto Liuzzo

17.55 Quarto Panel

Diritto d’autore (focus: il diritto d’autore UE – un bilancio)

Moderatore: prof. avv. Michele Bertani
Relazione introduttiva: avv. Simona Lavagnini

Discussants: avv. Giulio Sironi, prof. avv. Alessandro Cogo

18.25 DISCUSSIONE

La Formazione e la Specializzazione in AIPPI

Discussants: avv. Paolina Testa, avv. Simona Lavagnini, avv. Giulio Sironi, avv. Francesca Morri

18.50 Q&A

19.00 Chiusura

L’evento è in corso di accreditamento presso l’Ordine degli Avvocati di Milano e l’Ordine dei Consulenti.

Iscrizione: https://web-eur.cvent.com/event/36e66cf1-7ce2-470e-8675-42dead175c42/summary

Le collecting nel mercato unico digitale, webinar AIPPI, 30 marzo 2022

AIPPI Gruppo Italiano organizza per il giorno

30 marzo 2022
alle ore 15,00-18,00

un webinar che tratterà di

  • Remunerazione di autori ed artisti: il ruolo delle collecting
  • Licenze collettive estese
  • Ruolo di AGCOM

Programma

15.00 Saluti AIPPI – avv. Paolina Testa

15.05 Introduzione – avv. Simona Lavagnini

15.20 1° tavola rotonda – avv. Giorgio Mondini, prof. avv. Alessandro Cogo, prof. avv. Sara Romano

La remunerazione di autori ed artisti: il ruolo delle collecting

16.00 2° tavola rotonda – avv. Paolo Marzano, avv. Ferdinando Tozzi, dott.ssa Stefania Ercolani

Le licenze collettive estese

16.40 3° tavola rotonda – prof. avv. Michele Bertani, dott. Giovanni Gangemi (AGCOM), avv. Francesco Posteraro

Il ruolo di AGCOM

17.20 prof. avv. Marco Ricolfi

Conclusioni

17.40 Q&A

18.00 Chiusura

L’evento è in corso di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense e l’Ordine dei Consulenti.

Per iscrizione:

https://aippi.it/events/collecting-mercato-unico-digitale/

La differenza tra il contratto di edizione musicale e il contratto discografico

Non sempre la differenza tra autore e artista è così ben chiara e soprattutto non è ben chiara la differenza che c’è tra il contratto di edizione musicale e il contratto discografico, per cui ho deciso di realizzare questa veloce Guida, dove spiegherò esattamente qual è la differenza, e perché questi due contratti devono essere stipulati separatamente.

Iniziamo dalla differenza che c’è tra l’autore e l’artista nell’ambito della legge sul diritto d’autore.

L’autore è chi crea le opere e, nel caso della musica, l’autore, il compositore, chi crea il brano musicale, l’opera musicale, come viene chiamata nella legge sul diritto d’autore, che è, può essere composta solo della parte musicale, quindi si individua l’autore col termine compositore, o anche accompagnata da un testo letterario, e in questo caso si individua l’autore proprio col termine “autore”, mentre l’artista è colui che rende una prestazione artistica, ovvero, nel campo musicale, è colui che interpreta l’opera, e, tramite la fissazione della sua interpretazione, rende l’opera musicale fruibile dal pubblico.

Un esempio pratico: Mogol scrive dei testi, è quindi un autore, Battisti scriveva invece la parte musicale, e quindi era un compositore; insieme creano delle canzoni, in questo caso che venivano interpretate da Battisti stesso, che assumeva quindi, oltre al ruolo di compositore, anche il ruolo di artista interprete ed esecutore.

È fondamentale comprendere questa distinzione tra autore e artista: proviamo a immaginare una linea mediana, e da una parte mettiamo l’autore, dall’altra invece mettiamo l’artista interprete ed esecutore: abbiamo questi due soggetti, da una parte l’autore compone, scrive il testo, e quindi crea l’opera musicale, e quindi l’oggetto della sua prestazione, in questo caso intellettuale, è la creazione dell’opera musicale; dall’altra parte invece l’artista interpreta il brano musicale, l’opera musicale, e l’oggetto tutelato è la fissazione della sua prestazione artistica, la fissazione della sua interpretazione ed esecuzione dell’opera musicale.

Due soggetti diversi, autore, artista, e due oggetti, due beni giuridici diversi, da una parte l’opera musicale, d’altra parte la fissazione della prestazione artistica.

Compreso questo possiamo andare a vedere i due contratti: il contratto di edizione musicale ha per oggetto la cessione dei diritti di utilizzazione economica dell’opera musicale, e quindi riguarda il rapporto che c’è tra l’autore compositore, nell’ambito del diritto autore, e un altro soggetto, che nel settore viene chiamato editore musicale, il quale assume da parte degli autori la proprietà dell’opera musicale da loro creata, a delle condizioni contrattuali che ormai sono abbastanza standardizzate, e per questo ti invito a vedere andare a vedere il mio video sul contratto edizione musicale.

Dall’altra parte invece abbiamo un diverso oggetto, è quello della fissazione della prestazione artistica, e un altro soggetto, chiamato dalla legge il produttore di fonogrammi, noi lo chiamiamo discografico, il produttore, eccetera, ovvero colui al quale interessa utilizzare questa fissazione, la prestazione artistica, e quindi va ad acquisire i diritti di utilizzazione economica di questa prestazione artistica dall’artista, tramite un contratto che è il contratto discografico.

Oggi in molti casi l’autore e l’artista coincidano nella stessa persona. Riprendiamo l’esempio di prima, di Battisti e Mogol, Battisti compone le canzoni che poi interpreta, possiamo anche calarci in un contesto più moderno, e pensare a Mahmood e Blanco, che hanno vinto Sanremo con “Brividi“. Entrambi sono compositori e autori perché hanno scritto la melodia della canzone, ne hanno scritto il testo, da una parte, dall’altra parte sono artisti.

Dal punto di vista contrattuale avranno regolato il rapporto con l’editore musicale tramite un contratto edizione musicale, con il quale hanno ceduto a quest’ultimo i diritti di utilizzazione economica dell’opera musicale “Brividi” da loro creata, da una parte, dall’altra parte, invece, nella loro qualità di artisti interpreti ed esecutori, avranno  hanno stipulato un contratto discografico per lo sfruttamento della fissazione della loro prestazione artistica. Anzi, potrebbero aver prodotto loro stessi la registrazione musicale, quindi diciamo, preparato il master finale, la registrazione definitiva da pubblicare e mettere in commercio, e stipulato poi un contratto di licenza per la distribuzione fisica e digitale di questo brano.

Lato diciamo artista, e quindi lato discografico, il rapporto con la casa discografica si può declinare in tante maniere, ovvero ci può essere un contratto che oggi viene chiamato spesso di “casting“, dove è la casa discografica che dice: caro artista, io predispongo tutto quello che serve per la fissazione delle tue prestazioni artistiche, tu mi cedi i diritti per poterle fissare, ovviamente poi per mettere in commercio questa fissazione, quindi il fonogramma, il master finale, e in cambio ti riconoscono una quota di proventi (le royalties) che deriveranno dallo sfruttamento di questo master; oppure in una maniera diversa dove la casa discografica non realizza lei direttamente la registrazione delle prestazioni artistiche, ma finanzia la realizzazione di queste fissazioni, di queste registrazioni, di questi master, per acquisirne poi una licenza di distribuzione; oppure l’artista stesso, questo succede soprattutto quando l’artista è arrivato a un certo livello, ma succede anche con gli artisti che si propongono, che non sono ancora contrattualizzati, e si propongono a delle case discografiche, preparando loro la registrazione finale, il master finito in una qualità tale da poter essere pubblicato, e quindi portato a conoscenza del pubblico tramite ovviamente i negozi digitali o il supporto fisico traduzionale, e poi stipulano con la casa discografica un contratto di distribuzione, o altre tipologie di contratti.

In questo caso teniamo a mente che a monte c’è sempre questo oggetto della fissazione della prestazione artistica, che è la registrazione finale, il master, dall’altra parte invece nell’ambito del rapporto tra autore compositore ed editore musicale, che avviene tramite la redazione e la stipulazione di questo contratto di edizione musicale, abbiano come oggetto l’opera musicale, che ovviamente non viene fruita con la lettura della partitura, o con la partitura piano e voce, o con la registrazione piano e voce, ma viene poi invece fruita tramite la fissazione di una prestazione artistica di uno o più artisti interpreti ed esecutori.

È importante che i due contratti rimangano distinti, ancora oggi succede che invece ci siano dei contratti che fanno una grande confusione tra questi due aspetti, senza dubbio un po’ di meno rispetto magari a dieci, vent’anni fa, anche perché c’è un po’ più di presa di coscienza da parte di tutto il settore, autori, compositori, artisti, produttori, editori musicali, sull’importanza della contrattualistica, e anche di utilizzare una contrattualistica molto chiara e facilmente interpretabile.

Puoi guardare il video su questo argomento qui:

Laura Chimienti – DIRITTO di AUTORE 4.0 – L’intelligenza artificiale CREA? – Recensioni #002

Come promesso, ecco la recensione del manuale di Laura Chimienti sulla possibile tutela del diritto d’autore applicata alle creazioni artificiali dell’intelligenza artificiale. Un’occasione per cominciare a parlare di questo argomento di super attualità: sono tutelabili le creazioni artificiali? Il manuale si può acquistare su Amazon a questo link: https://amzn.to/3mGijtm

 

La TUTELA dei MARCHI – Tutorial Copyright #022

Super mega video dove con l’amico Carlo Sala esploriamo la tutela dei marchi nel diritto italiano ed europeo, con moltissimi casi concreti! Vale davvero la pena vederselo tutto.

I temi trattati: 1:23 – Cos’è un marchio 3:13 – Fonti normative 5:09 – I tipi di marchi 10:55 – Il marchio collettivo 13:08 – I marchi storici di interesse nazionale 14:58 – I requisiti di tutela (novità, volgarizzazione, liceità, ecc.) 20:20 – Marchi ingannevoli, decadenza, Zombie Trademarks, cimiteri dei marchi 23:17 – Durata della tutela 24:15 – Banksy e il deposito in malafede 27:51 – I diritti di esclusiva, il consumatore mediamente informato 29:30 – La classificazione di Nizza, l’agganciamento in caso di notorietà 31:37 – Marchio non registrato, marchio di fatto, marchio non notorio 37:20 – Marchio debole 40:00 – Marchio patronimico 41:50 – Ancora sulla decadenza. Marchio decettivo. Il non uso 45:30 – Convalidazione del marchio 47:18 – L’uso del marchio in funzione descrittiva

Shaping the Digital Services Act: What impact on intellectual property, Università di Stoccolma, webinar, 30 marzo 2022

The Institute for Intellectual Property and Market Law (IFIM) at Stockholm University is delighted to host a new online webinar on 30 March 2022 (between 16:00 and 18:00 CET) to analyze and evaluate the potential impact of some of the most relevant provisions of the DSA (Digital Service Act).

Following an overview of the current state of negotiations, some of the key stakeholders will offer their views on points which are currently being debated in the context of such negotiations. An analysis of the interplay between the DSA and Article 17 of the DSM Directive 2019/790 (DSMD, Direttiva Copyright) will be also provided.

Programma:

16:00 – 16:05: Welcome
16:05 – 16:20: Shaping the DSA the current state of negotiations
16:20 – 17:10: Stakeholders’ views
17:10 – 17:25: Points of contact between the DSA and Article 17 DSMD
17:25 – 17:40: Discussion and Q&As: What way forward?

I relatori in ordine alfabetico::
Flavio Arzarello, Public Policy Manager (Meta)
Linn Berggren, Regulatory and Public Affairs Manager (Nordic Entertainment Group)
Clothilde Goujard, Technology Reporter (Politico)
Jaymeen Patel, Head of Brussels Office (LVMH)
Eleonora Rosati, Professor of Intellectual Property Law (Stockholm University) and Director (IFIM)
Martin Senftleben, Professor of Intellectual Property Law (University of Amsterdam) and Director (IViR)
Ludvig Werner, Managing Director (IFPI Sweden)

Per ulteriori informazioni e per registrarsi all’evento, clicca qui.