Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

In vigore oggi il nuovo testo dell’art. 180 della legge sul diritto d’autore

Entra in vigore oggi 31 ottobre 2017 il Decreto Legge n. 148 del 16 ottobre 2017, che prevede, all’art. 90, una modifica epocale alla legge sul diritto d’autore italiana, la Legge 22 aprile 1941, n. 633: cade, di fatto, l’intermediazione esclusiva della S.I.A.E. nel settore del diritto d’autore, esclusività (o, come più comunemente chiamato, monopolio) che dura sin dal 1941.

La decretazione d’urgenza si è resa necessaria per evitare una procedura d’infrazione a carico dell’Italia, che non avrebbe attuato pienamente la Direttiva n. 2014/26/UE.

Di seguito il nuovo testo dell’art. 180, con evidenziate le modifiche apportate dal D.L. 148:

Articolo 180
[1] L’attività di intermediario, comunque attuata, sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione, mandato, rappresentanza ed anche di cessione per l’esercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di recitazione, di radiodiffusione ivi compresa la comunicazione al pubblico via satellite e di riproduzione meccanica e cinematografica di opere tutelate, è riservata in via esclusiva alla Società italiana degli autori ed editori S.I.A.E. ed agli altri organismi di gestione collettiva di cui al decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 35.
[2] Tale attività è esercitata per effettuare:
1) la concessione, per conto e nell’interesse degli aventi diritto, di licenze e autorizzazioni per l’utilizzazione economica di opere tutelate;
2) la percezione dei proventi derivanti da dette licenze ed autorizzazioni;
3) la ripartizione dei proventi medesimi tra gli aventi diritto.
[3] L’attività della Società italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.) si esercita altresì secondo le norme stabilite dal regolamento in quei paesi stranieri nei quali essa ha una rappresentanza organizzata.
[4] La suddetta esclusività di poteri non pregiudica la facoltà spettante all’autore, ai suoi successori o agli aventi causa, di esercitare direttamente i diritti loro riconosciuti da questa legge.
[5] Nella ripartizione dei proventi prevista al n. 3 del secondo comma una quota parte deve essere in ogni caso riservata all’autore. I limiti e le modalità della ripartizione sono determinati dal regolamento.
[6] Quando, però, i diritti di utilizzazione economica dell’opera possono dar luogo a percezione di proventi in paesi stranieri in favore di cittadini italiani domiciliati o residenti nel regno, nell’Africa italiana e nei possedimenti italiani, ed i titolari di tali diritti non provvedono per qualsiasi motivo alla percezione dei proventi, trascorso un anno dalla loro esigibilità è conferito alla Società italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.) il potere di esercitare i diritti medesimi per conto e nell’interesse dell’autore o dei suo successori od aventi causa.
[7] I proventi di cui al precedente comma, riscossi dalla Società italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.), detratte le spese di riscossione, saranno tenuti a disposizione degli aventi diritto, per un periodo di tre anni; trascorso questo termine senza che siano stati reclamati dagli aventi diritto, saranno versati alla confederazione nazionale fascista professionisti ed artisti, per scopi di assistenza alle categorie degli autori, scrittori e musicisti.

Ricordiamo che tali modifiche, per diventare definitive, dovranno essere approvate dal Parlamento entro due mesi da oggi.

Per comodità di lettura, riportiamo anche il testo in vigore sino a ieri:

Articolo 180
[1] L’attività di intermediario, comunque attuata, sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione, mandato, rappresentanza ed anche di cessione per l’esercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di recitazione, di radiodiffusione ivi compresa la comunicazione al pubblico via satellite e di riproduzione meccanica e cinematografica di opere tutelate, è riservata in via esclusiva alla Società italiana degli autori ed editori S.I.A.E..
[2] Tale attività è esercitata per effettuare:
1) la concessione, per conto e nell’interesse degli aventi diritto, di licenze e autorizzazioni per l’utilizzazione economica di opere tutelate;
2) la percezione dei proventi derivanti da dette licenze ed autorizzazioni;
3) la ripartizione dei proventi medesimi tra gli aventi diritto.
[3] L’attività dell’ente si esercita altresì secondo le norme stabilite dal regolamento in quei paesi stranieri nei quali esso ha una rappresentanza organizzata.
[4] La suddetta esclusività di poteri non pregiudica la facoltà spettante all’autore, ai suoi successori o agli aventi causa, di esercitare direttamente i diritti loro riconosciuti da questa legge.
[5] Nella ripartizione dei proventi prevista al n. 3 del secondo comma una quota parte deve essere in ogni caso riservata all’autore. I limiti e le modalità della ripartizione sono determinati dal regolamento.
[6] Quando, però, i diritti di utilizzazione economica dell’opera possono dar luogo a percezione di proventi in paesi stranieri in favore di cittadini italiani domiciliati o residenti nel regno, nell’Africa italiana e nei possedimenti italiani, ed i titolari di tali diritti non provvedono per qualsiasi motivo alla percezione dei proventi, trascorso un anno dalla loro esigibilità è conferito alla Società italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.) il potere di esercitare i diritti medesimi per conto e nell’interesse dell’autore o dei suo successori od aventi causa.
[7] I proventi di cui al precedente comma, riscossi dalla Società italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.), detratte le spese di riscossione, saranno tenuti a disposizione degli aventi diritto, per un periodo di tre anni; trascorso questo termine senza che siano stati reclamati dagli aventi diritto, saranno versati alla confederazione nazionale fascista professionisti ed artisti, per scopi di assistenza alle categorie degli autori, scrittori e musicisti.

Concorso “Rispettiamo la Creatività”: premiati i vincitori

Sono stati premiati i vincitori del concorso “Disegna la locandina di Rispettiamo la Creatività”, iniziativa che rientra nell’ambito del progetto “Rispettiamo la Creatività” promosso nelle scuole secondarie di I° grado da AFI, ANICA, FAPAV, MPA, NUOVO IMAIE, SIAE e UNIVIDEO.

Il primo premio è stato assegnato alla classe 1^G (oggi 2^G) dell’Istituto Comprensivo “G. Pallavicini”, Plesso “V. Bachelet” del Torrino (RM) e in particolare al disegno realizzato dall’alunna Elisa Bracaglia, che ha vinto l’edizione 2016-2017 del concorso con la seguente motivazione: “la locandina proposta risponde perfettamente alle caratteristiche di innovazione, originalità, evocazione e versatilità. Il lavoro è inoltre perfettamente aderente ai parametri suggeriti nel regolamento del concorso. Si apprezza l’elevata qualità del disegno e l’attenzione ai dettagli che non tralasciano il riferimento a tutte le forme artistico-creative”.

Alla cerimonia di premiazione, svoltasi presso la scuola “V. Bachelet”, la classe vincitrice ha ricevuto gadget personalizzati della campagna, una medaglia per ciascun alunno e buoni CHILI CINEMA per la visione in streaming e download di film e opere audiovisive disponibili sulla piattaforma che da alcuni anni collabora al successo dell’iniziativa supportando il progetto.

L’insegnante Maria Pia Graf ha ricevuto la targa di “Rispettiamo la Creatività” quale meritato riconoscimento per l’impegno profuso nelle attività del progetto e nel coordinamento del lavoro dei ragazzi.

Erano inoltre presenti i ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale Cine-TV Roberto Rossellini di Roma che da quest’anno, per la prima volta, hanno intrapreso un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro all’interno della campagna Rispettiamo la Creatività. Le ore di attività permetteranno ai ragazzi di venire a contatto con il mondo della comunicazione, del cinema e della musica cimentandosi in prima persona nella realizzazione di video e di materiali promozionali connessi al tema della tutela del Diritto d’Autore.

Nell’edizione 2016 – 2017, il progetto “Rispettiamo la Creatività” ha coinvolto oltre 25.000 allievi delle scuole secondarie di I° grado di tutta Italia, mentre gli elaborati di concorso ricevuti sono stati 1.070. Un numero straordinario che, se paragonato ai 203 elaborati ricevuti nell’edizione 2015 – 2016, testimonia la crescita di interesse che il progetto riscuote presso le scuole e la capacità dell’iniziativa di creare rete ed interazione con le classi coinvolte.

Il progetto, che nell’anno scolastico 2017- 2018 giunge alla sua settima edizione, si propone di sensibilizzare i giovani sul valore della creatività e sull’uso legale delle nuove tecnologie attraverso un piano educativo completo che, ogni anno, prevede la distribuzione gratuita di un kit didattico per gli insegnanti con attività, giochi e materiale multimediale capace di coinvolgere i giovani in modo attivo e partecipativo.

Il progetto “Rispettiamo la Creatività” è promosso da AFI – Associazione Fonografici Italiani, ANICA – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali, FAPAV – Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali, MPA – Motion Picture Association, Nuovo IMAIE – Nuovo Istituto per la Tutela dei Diritti degli Artisti, Interpreti, Esecutori, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e UNIVIDEO – Unione Italiana Editoria Audiovisiva Media Digitali e Online, quali partner italiani di EMCA – European Multimedia Copyright Alliance.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con ScuolAttiva Onlus, gode del patrocinio dell’AGCOM, del supporto del MIUR tramite gli Uffici Scolastici Regionali, e vede la partecipazione della Direzione Generale Biblioteche ed Istituti Culturali del MIBACT.

ALAI risponde sul tema del Value Gap

ALAI internazionale, l’associazione internazionale di giuristi di diritto d’autore, ha pubblicato pochi giorni fa la sua risposta alle questioni poste da un gruppo di Stati membri sulle norme sul VALUE GAP contenute nella proposta di direttiva Diritto d’autore nel Mercato Unico Digitale.

Il documento è disponibile al link che segue:

ALAI Further reflections on the European proposals of 14 September 2016 to introduce fairer sharing of the value when works and other protected material are made available by electronic means

Agcom: approvato regolamento in materia di gestione collettiva dei diritti connessi al diritto d’autore

Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato all’unanimità nella riunione del 19 ottobre scorso il regolamento che dà attuazione al decreto legislativo n. 35/2017 in materia di gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi. Il testo è stato approvato ad esito di una consultazione pubblica che ha coinvolto gli stakeholders del settore nella definizione di regole condivise.

Il regolamento costituisce la cornice legale e procedurale entro cui l’Autorità eserciterà la propria vigilanza su un settore di significativo rilievo della nostra industria culturale e rappresenta uno strumento di trasparenza e certezza del diritto per artisti, interpreti, società di intermediazione e soggetti che utilizzano tali diritti. A questo fine è altresì prevista l’istituzione di un tavolo tecnico con gli operatori, che costituirà una sede permanente di confronto tra tutti i soggetti coinvolti sulle principali questioni relative alla gestione e alla remunerazione dei diritti connessi al diritto d’autore

L’Unione Europea recepisce il Trattato di Marrakech per l’accesso alle opere a beneficio persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura

L’Unione europea ha recepito il Trattato di Marrakech per facilitare l’accesso alle opere letterarie a beneficio delle persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa, attraverso due atti normativi:

Direttiva (UE) 2017/1564 del Parlamento europeo e del Consiglio relativa a taluni utilizzi consentiti di determinate opere e di altro materiale protetto da diritto d’autore e da diritti connessi a beneficio delle persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa, e che modifica la direttiva 2001/29/CE sull’armonizzazione di taluni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione (di seguito, “Direttiva”);

Regolamento (UE) 2017/1563 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo allo scambio transfrontaliero tra l’Unione e i paesi terzi di copie in formato accessibile di determinate opere e di altro materiale protetto da diritto d’autore e da diritti connessi a beneficio delle persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa.

La Direttiva UE 2017/1564 dovrà essere recepita entro il 10 ottobre 2018.

Il Regolamento UE 2017/1563 si applica a decorrere dal 12 ottobre 2018.

Commissione Cultura Camera: audizione del presidente SIAE

Lo scorso 19 settembre alle ore 11,30 la Commissione Cultura ha svolto l’audizione del presidente della Società italiana degli autori ed editori (Siae), Filippo Sugar, sui profili di attuazione del decreto legislativo n. 35 del 2017 (gestione collettiva diritti d’autore per i diritti su opere musicali per l’uso online nel mercato interno).

A questo indirizzo è pubblicato il video dell’audizione:

http://webtv.camera.it/evento/11801

Il Panel degli Incontri Professionali qualificati da non perdere al Mei 2017 di Faenza

Pubblichiamo il Panel degli incontri professionali qualificati del MEI 2017 di Faenza, che si terrà dal 29 settembre al 1 ottobre 2017.

Venerdì 29 settembre, ore 14 – Primo Incontro Nazionale tra gli Enti e Operatori per la Festa della Musica del Mibact:

http://meiweb.it/2017/09/12/mei-2017-29-settembre-il-mei-ospita-il-primo-incontro-nazionale-della-festa-della-musica/

http://meiweb.it/2017/09/22/festa-della-musica-al-mei-2017-incontro-nazionale-tra-gli-enti-e-gli-operatori/

http://meiweb.it/2017/07/24/il-mei-segnala-palermo-capitale-della-cultura-ditalia-2018-ospitera-la-festa-della-musica-nazionale-per-il-mibact-organizzata-dal-mei-sabato-16-giugno-in-anteprima-alla-giornata-della/

Sabato 30 settembre , ore 13 – Incontro con WIN Associazione Mondiale Discografici Indipendenti

http://meiweb.it/2017/05/01/mei-2017-sara-presente-con-un-convegno-la-win-lassociazione-mondiale-dei-discografici-indipendenti/

http://meiweb.it/2017/08/25/mei-2017-presentazione-di-win-e-incontro-con-henriette-heimdal-con-giordano-sangiorgi-mei-e-massimo-benini-irma-records/

http://meiweb.it/2017/09/18/al-mei-premio-per-i-40-anni-di-carriera-a-garbo-sabato-30-settembre-in-occasione-dellincontro-con-win/

http://meiweb.it/2017/09/20/mei-2017-irma-records-di-bologna-miglior-etichetta-indipendente-per-mi-sento-indie/

Domenica 1° ottobre  – Nasce il circuito con Cafim, Mei, Fim e altre Fiere espositive

http://meiweb.it/2017/09/15/mei-2017-il-1-ottobre-nasce-il-coordinamento-realizzato-da-mei-musika-expo-roma-shg-accordo-fim-e-cafim/

Domenica 1 ottobre – Incontro con Italian Quality Music Festival

http://meiweb.it/2017/09/06/mei-2017-1-ottobre-panel-sulla-musica-live-in-italia-con-f-galassi-rete-dei-festival-e-d-lupelli-linecheck-fest-premiazione-ad-alberto-quartana-per-indiegeno-fest/

La lista degli incontri professionali nella tre giorni del MEI:

http://meiweb.it/2017/08/09/mei-2017-dal-29-settembre-al-1-ottobre-tutti-panel-e-gli-incontri-professionali/

Tutto il programma Mei 2017:

http://meiweb.it/il-programma-mei-2017/

Al via il nuovo Bonus Cultura di 500 euro per i diciottenni: c’è anche la musica. Il report IPSOS sul consumo di musica

È stato pubblicato il decreto che consentirà ai giovani nati nel ’99 di accedere al bonus cultura per il 2017.

La grande novità, per la quale FIMI ha svolto un’intensa attività di sensibilizzazione istituzionale, è quella dell’inclusione della musica registrata tra i prodotti e i contenuti per i quali i diciottenni potranno utilizzare il bonus.

“L’inclusione della musica non riconosce solo il valore culturale che questo comparto, come libri e cinema, offre e rappresenta per i giovani, ma sottolinea quanto gli stessi possono essere avvicinati tramite l’innovazione digitale, come lo streaming. Ha dichiarato il CEO di FIMI, Enzo Mazza – La musica è stata introdotta dal Parlamento nella scorsa manovra di bilancio e speriamo che il bonus possa essere rinnovato anche per il 2018. Ci auguriamo inoltre che tutti i player di settore, dai negozi di dischi alle piattaforme per lo streaming musicale, aderiscano a questa importante iniziativa promossa per i giovani dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero per i Beni e le attività Culturali.” Ha concluso Enzo Mazza.

18 app è un’iniziativa a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dedicata a promuovere la cultura.

Il programma, destinato a chi compie 18 anni nel 2017, permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza. Tutti i dettagli su www.18app.italia.it

IFPI ha rilasciato oggi Connecting with music, il report basato su una ricerca condotta da IPSOS Connect riguardo il consumo di musica registrata in 13 tra i principali mercati musicali nel mondo.

I punti-chiave del report globale sono:

  • I fan di tutto il mondo sono sempre più legati allo streaming audio: a livello globale, il 45% degli utenti ascolta la musica tramite un servizio audio autorizzato (un incremento del 37% rispetto al  2016). Il 90% degli ascoltatori in streaming sente la musica utilizzando uno smartphone.
  • I giovani fan rimangono fortemente legati alla musica, nonostante l’abbondanza dei media concorrenti: la fascia 13-15 anni è molto legata alla musica, l’85% utilizza i servizi in streaming.
  • Il Value Gap: i servizi di upload video, come YouTube, rappresentano le piattaforme di streaming on-demand più utilizzate dagli ascoltatori, tuttavia non rendono un valore equo alla comunità musicale. L’85% dei visitatori di YouTube, ogni mese, usa il sito per la musica e il 76% lo utilizza per ascoltare musica che già conosce.

Tra i dati sul mercato italiano risulta interessante notare che:

  • Il 98% degli utenti attivi online dichiara di ascoltare musica tramite modalità in licenza, l’85% usa servizi di video streaming musicali mentre il 46% degli utenti intervistati utilizza un servizio di streaming audio.
  • Tra i metodi di ascolto che incontrano maggiore riscontro, inoltre, emerge la radio (95%), anche se il 42% degli intervistati dichiara di acquistare musica sia in formato fisico che digitale.
  • Molto alto il dato sui giovani tra 16 e i 24 anni che utilizzano lo smartphone per l’ascolto di musica  (91%). Anche i giovanissimi (13 – 15 anni) risultano fortemente legati al mondo musicale ed il 77% degli intervistati dichiara di fruire di musica tramite servizio di audio e video streaming.

Il  report sui dati internazionale può essere scaricato tramite questo LINK

L’estratto dati sull’Italia – QUI

Torna a Faenza il Mei, Meeting delle Etichette Indipendenti, dal 29 settembre al 1° ottobre, con anteprima il 28 settembre

Tre giorni di musica con oltre duecento artisti su oltre dieci palchi, il Forum del Giornalismo musicale, numerosi incontri, workshop tra esperti di settore,mostre, la prima edizione di #IndependentPOETRY. bTra gli ospiti Brunori sas, Skiantos, Modena City Ramblers, Canova, Banda Rulli Frulli coi Perturbazione e tanti altri.

L’anteprima il 28 settembre con Ermal Meta

Torna a Faenza il MEI – Meeting delle Etichette indipendenti alla ventitreesima edizione: una tre giorni per capire gli orientamenti della nuova scena indipendente italiana.

L’iniziativa, organizzata e diretta da Giordano Sangiorgi, ha dato prova di sapersi rinnovare in un periodo storico che ha rivoluzionato la discografia e, più in generale, la scena indipendente ed emergente italiana. Dallo scorso anno è cominciato un nuovo corso del MEI, capace di attrarre in soli quattro giorni a Faenza oltre 30.000 presenze a Faenza, roccaforte del Meeting sin dal 1995, prima come Festival delle Autoproduzioni e poi con la denominazione MEI dal 1997 che ha radunato oltre 600 mila presenze in totale diventando di fatto la prima manifestazione turistica del territorio dell’unione faentina.

Oltre 200 artisti saranno presenti nel ricco programma in scena dal 28 settembre al 1 ottobre tra cui: Brunori Sas (miglior artista del PIMI e PIVI 2017), Ermal Meta, Modena City Ramblers, Zibba, Skiantos, Canova (Miglior Giovane Band con la produzione di Maciste Dischi), Banda Rulli Frulli coi Perturbazione, Gio Evan, Espana Circo Este (Miglior Gruppo Live), Ambrogio Sparagna, Lato B in Omaggio a Battisti con Leo Pari e Gianluca De Rubertis, Giorgio Ciccarelli, Diodato, Il Muro del Canto, Opus Avantra e Claver Gold, Miro Sassolini, Secco, Braschi, Leo Folgori, Omar Pedrini, Enrico Capuano, Roberto Durkovich, il Coro della Pace di Alexian Santino Spinelli, Filippo Dr. Panico e tantissimi altri..

L’inaugurazione del MEI quest’anno, dopo l’anteprima di Ermal Meta con gli studenti faentini, sara’ il venerdì 29 settembre alle 14 alla Sala Bigari del Palazzo del Comune di Faenza in Centro Storico con il Primo Incontro Nazionale della Festa della Musica , promossa in Italia da due anni direttamente dal Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, che presentera’ i dati delle sue due edizioni con l’adesione all’ultima edizione di oltre 500 citta’ e 30 mila musicisti oltre a tantissimi enti e istituzioni e il lancio della nuova data del 21 giugno 2018 all’interno della Giornata della Musica Europea e dell’anteprima dei giovani musicisti che come ogni anno si terra’ a cura del MEI nella Capitale Culturale d’Italia e dopo Mantova e Pistoia tocchera’ a Palermo sabato 16 giugno 2018. Saranno presenti gli Assessori alla Cultura di tantissimi Comuni d’Italia, promoter e artisti legati alla Festa della Musica grazie alla presentazione che sara’ curata dall’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica realizzata insieme a Mibact e Siae e numerosi altri enti e sponsor.

Il programma

L’anteprima il 28 settembre vedrà l’incontro tra Ermal Meta e gli studenti faentini, insieme a Radio Rai. Ermal Meta fu premiato due volte, ancora sconosciuto , come giovane talento emergente dal MEI coi suoi progetti Ameba 4 e La Fame di Camilla e siamo lieti di averlo sostenuto fin dall’inizio. In quest’occasione incontrera’ gli studenti faentini e ricevera’ il Premio Radio Rai Live come miglior artista live dell’anno. Mentre il 29 settembre si apre ufficialmente il Mei 2017 con il workshop sulle Cante Romagnole con Ambrogio Sparagna e le Corali Romagnole in Piazza del Popolo alle 18 che si esibiranno nei canti tradizionali tipici delle nostre terre e poi alla sera a Casa Spadoni mentre alle 21 in Piazzale Pancrazi con lo Street Food di Cucine a Motore ci sara’ l’Omaggio a Lucio Battisti coi Lato B, Riki Anelli, Renato Marengo e tanti altri ospiti. Sempre in apoertura sara’ presentato dai Kachupa il nuovo Romagna Mia in spagnolo per il giovane mercato internazionale insieme alla presentazione del videoclip classico di Romagna Mia realizzato da Casadei Sonora.

Si entra nel clou della programmazione sabato 30 settembre. La mattina sarà dedicata alla formazione per i giovani musicisti con i seminari Adastra, conoscere il mercato musicale per capirlo ed affrontarlo nel migliore dei modi. Relatori Riccardo De Stefano e Giuliano Biasin della cooperativa Esibirsi, che tratterà i temi della fiscalità legata alla professione dell’artista.
Il pomeriggio i giovani musicisti potranno approfittare dei consigli di professionisti del settore con il consueto Campus Mei.

Alla Galleria della Molinella sono previsti Incontri e conferenze nazionali e internazionali, con WIN l’associazione mondiale dei discografici indipendenti, a cura di AudioCoop e Jamendo tra i più importanti portali di diffusione musicale d’Europa, per un rapporto di collaborazione con il Mei.
Musica & Dischi terrà un incontro sul tema delle classifiche, che sicuramente attirera’ grande curiosita’, con Mario De Luigi e il cantautore Zibba e i responsabili delle classifiche radiofoniche.
Andrà in scena poi il PIVI, premio dedicato alle produzioni video coordinato da Fabrizio Galassi, che realizzera’ anche un vidoe-workshop con Lorenzo Vignolo aperto a tutti per realizzare in due giorni al MEI il nuovo clip di Cortex e che insieme a Giuseppe Piccoli (Sei tutto l’indie di cui ho bisogno) condurrà un dibattito sui temi dell’hype e dei nuovi influencer, con ospiti legati alle più rilevanti realtà social dell’ultimo anno.
La sera si svolgerà la consueta festa della musica con i grandi ospiti :Brunori sas, artista indipendente dell’anno, al Teatro Masini, gli Skiantos con Espana Circo Este e Omar Pedrini, i Modena City Ramblers, la Banda Rulli Frulli coi Perturbazione, Canova, Gio Evan e altri nomi in Piazza del Popolo e centinaia di artisti e di band che si esibiranno in tantissimi palchi per tutta la citta’ (Corona, Enoteca Astorre. Prometeo, Novecento, Frankie, Clan Destino, Rione Verde, ecc…) per concludere la programmazione nella Notte Bianca del MEI, con le feste notturne al Rione Rosso, Mordillo e Spider, e molti altri punti coinvolti in citta (oltre 100 adesioni).

Sul palco di Piazza del Popolo si celebrano i 40 anni degli Skiantos e si festeggia l’avvio dell’iter per la Legge Regionale sulla Musica con i Modena City Ramblers, gli Espana Circo Este, Omar Pedrini, Il Muro del Canto, la Banda Rulli Frullik con Tommaso Ceraqsuolo dei Perturbazione e tanti altri ospiti, mentre al Teatro Masini si terra’ la prima edizione del Premio dei Premi con la sfida tra i dieci giovani vincitori di grandi festival dedicati a grandi cantautori scomparsi con l’ospite Brunori Sas e tra gli altri Braschi, Leo Folgori e Secco. Negli altri palchi rock avremo i Canova insieme alle band della Rete dei Festival in Piazza delle Erbe al Corona Bar, al PalaLaderchi ci sara’ il metal con i Waiting for Titor e tanti altri, al Circolo Prometeo arriva il progetto discografico di Mi Sento Indie con Daniele Isola e tanti altri artisti mentre a Piazzale Pancrazi arriva l’It-Folk con Enrico Capuano e altri ospiti, mentre Zibba sar’ il testimonial del live de L’Altoparlante che festeggia i suoi 15 anni con un concerto al Frankie di fronte al Mic di Faenza con tante band emergenti. Fino a notte fonda si suonera’ al Rione Rosso, allo Spider, al Mordillo, al Mens Sana e in tantissimi altri spazi della citta’ per ascoltare tutte le declinazioni della nuova musica emergente.

Grande chiusura al Teatro Masini con il reading letterario di Gio Evan attesissimo da tutti i fan con il suo ultimo spettacolo, mentre al pomeriggio presentera’ il suo nuovo libro.

Domenica 1° ottobre, dalle ore 15, in Piazza del Popolo a Faenza, grande concerto di chiusura del Mei 2017 per la Pace, l’Uguaglianza, i Diritti e la Solidarietà.

Aprirà il concerto per Papa Francesco il grande ospite Diodato, che ha recentemente pubblicato per Carosello Records il suo nuovo album di inediti “Cosa siamo diventati” che ha partecipato all’ultima edizione di Voci per la Libertà, il festival nazionale di musica per i diritti umani per Amnesty International.

in visita in Romagna Alexian Santino Spinelli Group e l’Orchestra Europea per la Pace, con artisti rom e sinti, diretta dal Maestro Antonio Cericola e gli artisti Coro del Niger e Coro dei Rifugiati del Territorio Romagnolo.

Insieme a loro si esibiranno artisti emergenti vincitori dei contest di Voci per la Libertà, realizzati insieme al Mei, con brani sul tema dei diritti umani e, promosso dall’associazione Farsi Prossimo, il Coro Gospel Nigeria e il gruppo Jack Manzoni Guitar Band & Coro Rifugiati che portano sul palco la tematica dei migranti

Tra i temi della giornata anche lo Ius Soli, una legge attesa da tempo nel nostro paese. Aprirà la giornata Tuto Marcondes, artista italo-brasiliano, con la sua “Cittadino del Mondo”, tema della giornata.

Tra gli artisti emergenti ci saranno i vincitori dell’ultima edizione di Voci per la Libertà Carlo Valente, Elisa Erin Bonono e gli Amarcord.

Presenta il concerto live Michele Dotti, ideatore di iniziative ed eventi e performance legati ai temi interculturali, alla fraternità e alla pace.

Tra i testimonial che interverranno rappresentanti di Amnesty International, Associazione Farsi Prossimo e molte altre associazioni di impegno civile e sociale.

Ospiti della giornata gli Opus Avantra con il rapper Claver Gold premiati da Classic Rock per la presentazione di un brano inedito.

Sul palco rock del Corona si terra’ la sfida finale del Mei Superstage con la sfida di tre giovani artisti e band che si assegneranno la palama della vittoria per un tour e una produzione con il live di Giorgio Ciccarelli mentre al palco folk si esibiranno Roberto Durkovich e i Fantasisti del Metro’.

Da segnalareoltre al PIMI e al PIVI, i due prestigiosi premi, della scena indipendente italiana, quest’annmo vinti tutti e due per la prima volta da Brunori sas, il Premio Freak Antoni assegnato alla giovane band che piu’ si avvicina al grande artista bolognese, il Super Mei Circus assegnato ai Canova, il Premio dei Premi che uscira’ da una sfida tra dieci giovani cantautori,il Premio Live Nazionale e Internazionale in ambito folk assegnato agli EWspana Circo Este, il Premio Rete dei Festival all’Indiegeno Festival e il Premio AudioCoop ai 40 anni dell’etichetta discografica indipendente Materiali Sonori che presentera’ un progetto dedicato a Majakovskji.

Grande occasione di incontro e confronto è la seconda edizione del Forum del Giornalismo Musicale (Saloni del Consiglio Comunale, sabato 30 settembre e domenica primo ottobre),che lo scorso anno contò più di 100 iscritti. Il Forum sarà coordinato da Enrico Deregibus, con i relatori: Federico Guglielmi (“Giornalismo musicale: professione, o solo hobby?”), Luca Dondoni (“La comunicazione nella musica”), Fabrizio Galassi (“Il giornalismo musicale nell’era digitale”), Vincenzo Martorella (“Elementi di scrittura critica”). Gli aderenti potranno partecipare come giurati all’assegnazione della Targa Mei Musicletter, premio dedicato al giornalismo musicale, giunto alla quinta edizione, a cura di Luca D’Ambrosio. Tra gli incontri di domenica 1° ottobre da segnalare l’incontro della Rete dei Festival che avra’ tra i suoi partecipanti il circuito Italian Quality Festival e gli organizzatori del Primo Maggio

Ampio spazio sarà dedicato alla musica emergente dal vivo, selezionata dalla Rete dei Festival, con 2 palchi completamente dedicati ai migliori giovani artisti del Paese e 4 punti Buskers dislocati nel centro della città in collaborazione con Spaghetti Unplugged.

Tra le mostre previste, oltre alle opere a tema musicale del ritrattista Andrea Spinelli in live painting, ci saranno le foto live di Danilo D’Auria e quelle del fotografo faentino Raffaele Tassinari con le sue 100 foto di grandi artisti presenti al Mei negli ultimi 20 anni e infine Giampiero Corelli conn il suo libro sulle Innamorate e le Tremende, e una piccola selezione di una mostra fotografica sulle cantanti rock e di liscio della Romagna.

Per quanto riguarda i corsi la scuola di musica Cosascuola di Forlì insieme a Cafim con altri distributori e produttori musicali saranno presenti per dare indicazioni sulla formazione musicale per musicisti e live direttamente sul palco, mentre Adastra al mattino formera’ i giovani artisti nell’ambito della conoscenza del mercato musicale e della sua promozione il 30 settembre e il 1° ottobre

Novità di quest’anno (il 30 settembre) è la prima edizione di #IndependentPoetry. Il Mei accosta il mondo della poesia a quello della Musica portando a Faenza oltre trenta poeti provenienti da tutta Italia (e non solo). La manifestazione, nata in collaborazione con il MEI, prevede le performance poetiche di autori emergenti che si esibiranno lungo le strade del centro storico e terminerà alle 19,30 con la lettura a sorpresa di alcune delle più importanti voci poetiche del panorama contemporaneo tra cui Gio Evan. Le letture saranno accompagnate da musica dal vivo. L’organizzazione è a cura di Monica Guerra, Flavio Almerighi e Aurea Bettini. con la partecipazione di poeti tra gli altri come Davide Rondoni, Valerio Grutt, Isabella Leardini e altri per un incontro tra musica e poesia.

Il MEI viene realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Faenza, con il contributo dell’Unione di Rete e della Camera di Commercio e il patrocinio dell’Unione Romagna Faentina . All’interno del Mei sono presenti progetti sostenuti da Mibact e Siae con il progetto Sillumina e progetti sostenuti da Nuovo Imaie.

Il programma completo su www.meiweb.it