Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Il diritto d’autore – parte I, Brescia, Istituto Artigianelli, 28 novembre 2019

Il diritto d’autore – Parte I – i principi generali, l’opera dell’ingegno, i soggetti e i contratti. La protezione dell’opera e tutela giudiziale dei diritti. Direttiva (UE) 2019/790.

Brescia, giovedì 28 novembre 2019

Istituto Artigianelli
Via Giovanni Palmarta n. 6
25121 Brescia

Programma:

Ore 14.30
Saluti

Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Brescia avv. Fausto Pelizzari
Presidente AIGA Brescia avv. Mariachiara Fornasari

Moderatore
avv. Arianna Todeschini Hegazi, Direttivo AIGA Brescia

Relazioni

Ore 14.45 – 15.35

Prima parte

1. Il diritto d’autore – l’oggetto, i soggetti e introduzione ai rapporti contrattuali

– Cenni generali sul diritto d’autore – inquadramento della disciplina
– Oggetto del diritto d’autore: le opere protette
– L’opera dell’ingegno e i suoi requisiti – La creatività e l’originalità
– In particolare: opere collettive, composte e in comunione. Le rielaborazioni creative
– Distinzione tra diritti d’autore e i diritti connessi
– I soggetti:
gli autori, i compositori gli editori – diritti riconosciuti all’autore: morali e patrimoniali
il produttore e l’artista – produttori esecutivi e artistici – i diritti connessi
– Introduzione ai rapporti contrattuali in materia di diritti d’autore e diritti connessi.

Relatore: Avv. Giorgio Tramacere del foro di Brescia


Ore 15.40 – 16.30

2. La contrattualistica nel mercato discografico e dell’editoria musicale

– Il contratto di edizione. Rapporto tra autore ed editore Il contratto di coedizione, il contratto di subedizione e il contratto di cessione del catalogo editoriale, il contratto di amministrazione delle opere.
– Il contratto di produzione fonografica, di licenza di registrazioni fonografiche (sincronizzazioni, remix, elaborazioni di opere musicali, sampling)
– Contrattualistica relativa ai rapporti con i soggetti coinvolti nella creazione di prodotti musicali (i musicisti/turnisti, gli arrangiatori)
– Il contratto di distribuzione di registrazioni fonografiche e le licenze per la distribuzione della musica on-line
– Adempimenti per la riproduzione di opere musicali su supporti fonografici

Relatore: Avv. Giovanni D’Ammassa del foro di Milano

Coffee break

Seconda parte

Ore 16.45 – 17.35

3. La tutela giudiziale dell’opera dell’ingegno

– Difese e sanzioni: artt. 156 e segg. Lda
– Tutela dei diritti di utilizzazione economica e relative azioni
– Tutela dei diritti morali e personalissimi dell’autore e relative azioni
– Gli illeciti previsti dall’art. 171 Lda
– Competenza per materia e per territorio
– La giurisdizione: criteri di individuazione
– Profili internazionali con riferimento all’utilizzo delle piattaforme online

Relatore: Avv. Gianpietro Quiriconi del foro di Milano

Ore 17.40 – 18.30

4. La Direttiva sul diritto d’autore nel mercato unico digitale “Direttiva 2019/790”

– Diritto d’autore e piattaforme digitali
– Cenni sulla direttiva 2019/790
– Le opportunità per gli operatori del settore musicale
– I limiti per le piattaforme di social network
– Il processo decisionale che ha portato a questo testo normativo
– Bilanciamento tra i vari interessi in gioco
– L’attuale indirizzo politico in Italia sul suo recepimento

Relatore: Prof. Fabio Dell’Aversana di Diritto e Legislazione dello Spettacolo e Presidente della SIEDAS Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo

Parte conclusiva
Concludono tutti i relatori: quali futuri scenari?
Question time

Segreteria organizzativa del convegno
[email protected]

Il Convegno è accreditato:
dall’Ordine degli avvocati di Brescia con X crediti

L’arte nell’era digitale, Milano, IULM, 26 novembre 2019

ILI Editore in partnership con il Master in ART MARKET MANAGEMENT dell’ Università IULM

invitano al

NEW DIGITAL ART DAY L’arte nell’era digitale
INTELLIGENZA ARTIFICIALE, REALTÀ AUMENTATA, MACHINE LEARNING, BLOCKCHAIN, VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO

ARGOMENTI TRATTATI

Intelligenza artificiale, realtà aumentata e machine learningL’innovazione digitale nel settore culturale, paesaggistico e museale

Patrimonio artistico e circular economyLa valorizzazione del patrimonio artistico a fini sociali, culturali e ambientali: un processo di economia circolare

Blockchain, big data e nuove regole Trasparenza, tecnologia, normativa:l’evoluzione del mercato dell’arte e dei beni da collezione

Innovazione digitale e startup Le iniziative tecnologiche e imprenditoriali di successo nel settore artistico culturale

PROGRAMMA E RELATORI

8. 30- 9.00 Registrazione e Accoglienza

9.00 – 9.15 Apertura dei Lavori
Antonio De Virgiliis, Presidente ILI Editore
Vincenzo Trione,Preside della Facoltà di Arti, turismo e mercati, Università IULM

9.15 – 9.45 Outlook
Art, Finance & Technology
Barbara Tagliaferri, Art & Finance Coordinator, Deloitte Italia

9.45– 10.45 Tavola Rotonda
INNOVAZIONE DIGITALE NEL SETTORE ARTISTICO CULTURALE
Moderatore: Angela Maria Scullica, Giornalista
Alfonso Fuggetta, Direttore CEFRIEL, Politecnico di Milano
Gustavo Ghidini, Direttore dell’Osservatorio di Proprietà intellettuale, Concorrenza e Comunicazione, Luiss Guido Carli
Andrea Lori, Ceo, Emotiva
Maria Mazzone, Associate Director, Accenture Customer Innovation Network
Giorgio Restelli, Direttore Risorse Artistiche, Mediaset

10.45-11.45 Tavola Rotonda
L’IMPATTO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE, REALTÀ AUMENTATA E MACHINE LEARNING SUL SETTORE ARTISTICO CULTURALE
Moderatore: Angela Maria Scullica, Giornalista
Guido Di Fraia, Founder & CEO, Laboratorio Intelligenza Artificiale, IULM AI LAB
Licia Garotti, Responsabile IP e Diritto delle Tecnologie, Studio Legale Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners
Furio Ghezzi, Responsabile IP, Studio Martinez Novebaci
Alessandro La Volpe, Vicepresident Cloud&Cognitive, IBM Italia
Matteo Losi, Digital Chief Expert Emea South, SAP

11.45 – 12.30 Tavola Rotonda
MERCATO DELL’ARTE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO
Moderatore: Alessia Zorloni, Co-Director Executive Master in Art Market Management, Università IULM
Ivan Drogo Inglese, Presidente, Assocastelli
Gloria Gatti, Avvocato e giornalista
Luca Passini, Ceo, CWS
Alex Ricchebuono, Collezionista ed esperto di Finanza
Alfredo Valeri, Responsabile Attività di Ricerca, Centro Studi Civita

12.30 – 13.30 Technology Focus
STARTUP INNOVATIVE SI PRESENTANO
Moderatore: Alessia Zorloni, Co-Director Executive Master in Art Market Management, Università IULM
Alessandra Donati, Professore di Legislazione del Mercato dell’Arte e Avvocato, Univ. Milano Bicocca, NABA
Andrea Maffi, Founder e Coo di Trusters
Guido Mologni, Ceo e Founder, ARTUNE
Niccolò Filippo Veneri Savoia, Ceo, Look Lateral
Bernabò Visconti, Ceo e Founder, ArtShell

15.00 – 15.30 Alessia Zorloni, Co-Director Executive Master in Art Market Management, Università IULM
Graduation Ceremony Master in Art Market Management

Il diritto nella musica: diritto d’autore e diritto della discografia, tra istituzioni, casi pratici e opportunità di innovazione, Milano, 22 novembre 2019

“Il diritto nella musica: diritto d’autore e diritto della discografia, tra istituzioni, casi pratici e opportunità di innovazione”

Convegno AGAM del 22 Novembre 2019 ore 15.00-19:00

Cariplo Factory, Area Ex Ansaldo – Sala Joule Via Bergognone, 34 – Milano, Italia

In collaborazione con Linecheck – Music Meeting And Festival c/o Milano Music Week

PROGRAMMA:

Saluti istituzionali

Avv. Alessandro Mezzanotte, avvocato in Milano e Presidente di AGAM

Introduce e modera

Avv. Filippo Ugliengo, avvocato civilista in Biella e Milano (Studio Legale Gudlex)

Interventi

Avv. Giovanni d’Ammassa, avvocato civilista in Milano e Bologna (Studio legale d’Ammassa & Associati)

Il contratto di edizione musicale

Avv. Antonella Marra, Legal & Business Affairs Senior Manager – Universal Music Italia

Il contratto discografico in tutte le sue declinazioni

Avv. Benedetta Quiriconi, avvocato civilista in Milano (Studio Legale Quiriconi)

l plagio-contraffazione dell’opera musicale

Avv. Andrea Maria Mazzaro, avvocato civilista in Monza (Studio Legale MPH)

La tutela dell’immagine e del brand degli artisti

Avv. Filippo Ugliengo, avvocato civilista in Biella e Milano (Studio Legale Gudlex)

“Il mandato di rappresentanza artistica e opportunità di tutela ex art. 614 bis c.p.c.”

Dott. Marco Ciullo, Consulente legale

“Diritti Musicali, Blockchain e nuovi modelli di business”

Dibattito finale e domande del pubblico

Evento gratuito, aperto a tutti. Le iscrizioni per gli avvocati e i praticanti devono essere effettuate attraverso il portale FormaSfera.
I soci Agam e Aiga possono iscriversi compilando il modulo di iscrizione cliccando qui

Attribuiti 3 crediti formativi Ordine Avvocati Milano.

Per maggiori informazioni: https://www.linecheck.it/meeting/panel/il-diritto-nella-musica-diritto-d-autore-e-diritto-della-discografia-tra-istituzioni-casi-pratici-e-opportunita-di-innovazione/

Per la locandina dell’evento clicca qui

Artisti al Chilo, Roma, Mercato Italia, 15 novembre 2019

A cavallo tra l’accademia e la divulgazione, gli incontri “Artisti al chilo” di DANDI ambiscono a essere momenti di approfondimento e di confronto critico, informale e aperto su temi dell’industria culturale.

Gli incontri si rivolgono sia ai professionisti del settore che ai giuristi che si occupano di diritto d’autore senza dimenticare tutte le persone curiose che, per cultura personale, vogliono sapere di più sui vari argomenti che verranno trattati.

Il primo degli incontri “Artisti al Chilo” di DANDI sul diritto d’autore si terrà Venerdì 15 novembre dalle 18 alle 21 all’interno del Mercato Italia di Via Catania 70, Roma e sarà dedicato alla presentazione delle opere e all’intervista del giovane fotografo Simon D’Exèa, per iniziativa degli avvocati Claudia Roggero e Donato Di Pelino.

Simon D’Exèa (Parigi, 1983) sviluppa una ricerca personale sulla fotografia di architettura basata sulla tecnica della sovrapposizione, passando per l’autoritratto in chiave psicoanalitica.

Stavolta le sue opere saranno esposte sui banchi del Mercato Italia di Via Catania 70, Roma. Durante la mostra il Mercato resterà aperto, offrendo la possibilità ai partecipanti di usufruire delle relative strutture e servizi messi a disposizione dagli esercenti per far vivere questo posto unico anche di sera.

Per prenotarsi ALL’EVENTO inviare una mail a [email protected]

 

Pubblicato il Global Collections Report 2019 di CISAC

Continua a crescere per il quinto anno consecutivo la raccolta globale del diritto d’autore da parte delle società di gestione collettiva, che nel 2018 hanno incassato complessivamente 9.65 miliardi di euro, registrando un incremento dello 0.9% rispetto ai risultati già positivi dell’anno precedente. È quanto emerge dai dati presenti nel Global Collections Report 2019, pubblicato oggi da CISAC (Confédération Internationale des Sociétés d’Auteurs et Compositeurs).

Rispetto a tutti i Paesi e a tutti i repertori creativi, la raccolta totale conferma un trend positivo che segna un aumento del 25.4% rispetto al 2014, dimostrando ancora una volta che il modello delle società di gestione collettiva come SIAE si conferma vincente a livello internazionale. La Società Italiana degli Autori ed Editori, nella top 10 mondiale, si mantiene stabile al sesto posto, posizione che ha guadagnato nel 2012, mantenendo l’Italia sul gradino più alto del podio per il repertorio lirico e teatrale.

A livello globale il grande balzo in avanti riguarda i proventi da raccolta digitale, che crescono del 29%, arrivando a toccare quota 1.64 miliardi di euro. Nella musica, che rappresenta la quasi totalità degli incassi, si registra un aumento complessivo del 26.8%. Nonostante i riscontri positivi sulla crescita della raccolta digitale, a livello complessivo questa rappresenta soltanto il 17% del totale.

Nel trainare la crescita della raccolta digitale, oltre che l’aumento delle sottoscrizioni ai servizi streaming, significativo è stato lo sforzo continuo delle società di gestione collettiva per stringere e rinnovare gli accordi di licenza con le diverse piattaforme. Il dato italiano sulla crescita è in linea con il contesto globale: la raccolta digitale di SIAE è aumentata del 28.4% rispetto al 2017, registrando un +129% sugli ultimi cinque anni.

La nostra vita, oggi, è profondamente legata al digitale, e anche la cultura e le opere creative passano attraverso questi strumenti. L’uso che ne facciamo cresce esponenzialmente, a tutte le età e a tutte le latitudini. Mi chiedo come sia possibile che ci siano ancora dubbi sul fatto che l’unica strada percorribile per garantire il diritto degli autori ad un’equa remunerazione sia attuare correttamente la Direttiva Copyright, per la quale SIAE si è sempre battuta e continuerà a battersi anche in futuro – ha commentato il Presidente SIAE Giulio Rapetti MogolA fronte di una così evidente rivoluzione di usi e costumi che per le grandi piattaforme digitali vale profitti enormi, anche il compenso per il lavoro degli autori deve avere un’adeguata remunerazione. Si può, anzi si deve, e al più presto, fare di più.”

La Direttiva Copyright, difatti, stabilisce chiaramente la responsabilità delle piattaforme digitali rispetto ai contenuti protetti da diritto d’autore, superando le deroghe predisposte dal “Safe Harbour” della Direttiva E-commerce del 2000.

Sulla stessa linea di Mogol è il Presidente di CISAC Jean-Michel Jarre: “Il digitale è il nostro futuro, e i proventi per i creativi crescono a ritmi rapidi, ma il digitale ha anche un ‘lato oscuro’, dovuto a un difetto di fondo nel quadro giuridico, che continua a sottrarre valore al lavoro degli autori. Ecco perché la Direttiva Europea sul Copyright è cruciale per gli autori, ovunque essi siano. La Direttiva ha mandato uno straordinario segnale positivo a tutto il mondo, per stabilire un equilibro tra creatori e piattaforme digitali basato sull’equità.”

Tribunale Milano: TNT Village deve cessare l’attività di condivisione

Sono state totalmente accolte le istanze presentate dai titolari dei diritti nei confronti di TNT Village, una delle principali piattaforme italiane di condivisione di file torrent.

Gli Associati di AIE e di FAPAV avevano infatti avviato un’azione giudiziaria civile nei confronti di quello che è stato uno tra i siti più visitati in Italia per la condivisione e fruizione illecita di opere protette, con oltre 134.000 contenuti disponibili tra libri, film, serie tv, e-book, anime e software.

Nella successiva fase cautelare, la sezione Diritto d’Impresa del Tribunale di Milano, nella persona del suo presidente Claudio Marangoni, ha ordinato la cessazione delle attività di file sharing di TNT Village, avallando in toto le richieste dei titolari dei diritti.

È un grande risultato – ha sottolineato il Presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi – Il provvedimento accoglie in toto la nostra posizione. Un milione di utenti, attraverso l’attività e la struttura di TNT Village, hanno condiviso in modo illegale e massiccio contenuti degli editori protetti dal Diritto d’Autore: non c’è nulla di etico in comportamenti contrari alla legge e lesivi dei diritti come questi. Questa era la casa dei pirati più celebre del web italiano? Faremo di tutto per contrastare non solo questa ma tutte le forme alternative di pirateria”.

L’ordinanza rappresenta un ulteriore importante tassello che si inserisce nel più ampio scenario di tutela dei contenuti che la FAPAV sta portando avanti e giunge in un momento cruciale in cui ravvisiamo una accresciuta consapevolezza, da parte sia delle Istituzioni che dell’opinione pubblica, di quello che comporta la pirateria sul piano economico, culturale e sociale ” – ha dichiarato Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) – “Ci auguriamo che la prosecuzione del giudizio di merito possa avere lo stesso buon esito. Nel frattempo, la nostra Federazione insieme ad AIE sta continuando a verificare che il database del portale non venga riproposto su altri siti. In caso contrario valuteremo se procedere per vie legali anche nei confronti di nuove possibili piattaforme. Siamo lieti di come sta procedendo questa attività e non abbasseremo certamente la guardia”.

La venticinquesima edizione del MEI a Faenza dal 4 al 6 ottobre

Il 4, 5 e 6 ottobre si svolgerà a FAENZA (Ravenna) la nuova edizione del MEI 2019 – Meeting delle Etichette Indipendenti, la più grande manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana e che quest’anno celebra i 25 anni dalla sua fondazione.

Nell’anno della sua venticinquesima edizione, il MEI sceglie di dedicare alcuni dei suoi premi e riconoscimenti a importanti figure del mondo della musica: a DOMENICO MODUGNO dedica il “Premio dei Premi”, al giornalista MARIO DE LUIGI il “Forum del giornalismo”, all’artista FREAK ANTONI, il “Mei Superstage” e al partigiano faentino Bruno Neri il contest “Materiale Resistente 2.0”.

Anche per quest’anno il MEI che celebra la sua venticinquesima edizione, e prevede nel 2020 una grande festa per i suoi 25 anni e un percorso di 1 anno di avvicinamento con tanti eventi e iniziative, prevede un programma ricco di eventi e grandi ospiti, che per tre giorni renderanno il centro storico della cittadina di Faenza il fulcro della musica indipendente ed emergente italiana come avviene oramai dal 1995 grazie a una felice intuizione di un gruppo di ragazzi e ragazze formato da Giordano Sangiorgi, Roberta Barberini, Daniele Scarazzati, Giampaolo Ricci e Cinzia Magnani.

Questi i nomi degli artisti premiati in occasione della Notte Bianca del MEI di sabato 5 ottobre dove si esibiranno dal vivo nel Centro Storico di Faenza: a MORGAN il “Premio MEI alla carriera”, a GIOVANNI TRUPPI il “Premio PIMI 2019 come miglior artista indipendente”, a GINEVRA DI MARCO e CRISTINA DONÀ il “Premio Speciale MEI” per il loro progetto discografico, ai NEGRITA il “Premio RADIO Rai Live” per i loro 25 anni di carriera, ai VIITO il “Premio “MEI – Exitwell al miglior progetto indie”, a FULMINACCI il “Premio Giovani MEI – Exitwell per il miglior esordio indipendente dell’anno” e il “Premio PIVI per il miglior videoclip indipendente dell’anno”, ai MARLENE KUNTZ il “Premio Ciampi per i 30 anni di carriera”, a “TREDICI PIETRO” il “Premio Hip Hop Mei”, a MARGHERITA ZANIN il “Premio speciale Indie Music Like” in collaborazione con L’Altoparlante, a IT’S UP 2U! il Premio MEI al miglior contest italiano” e ai MÒN Premio MEI – ExitWell al migliore gruppo indipendente 2019” e a IRENE GHIOTTO il Premio del Festival Anatomia Femminile

Il Mei vuol dire anche concerti di qualità, all’insegna della migliore musica che il panorama artistico del nostro Paese offre attualmente, quindi non mancheranno diversi appuntamenti dal vivo ed esibizioni che animeranno il borgo faentino per tutto il weekend. Tra i performer confermati per il 5 ottobre ci sono anche : i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Roma I TRISTI, i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Taranto LE COSE IMPORTANTI, la pianista e compositrice GIUSEPPINA TORRE, i cantautori ROSMY e MARCO DI NOIA, il rapper PELIGRO, i PANTA, gli STRIKE che presenteranno in anteprima la riedizione in vinile di “Scacco al Re” (Anfibio Records) e i vincitori Mei Superstage 2018 MARCONDIRO, MEZZAVERA, vincitrice di Lazio Sound, e lo straordinario duo pop classico contemporaneo Duo Bellavista & Soglia, talenti locali scoperti dal MEI.

Venerdì 4 ottobre alle 16 grande apertura del MEI con le inaugurazioni di alcune mostre: Liscio, Gasato On The PopManifesti & Mirabilia dalla Collezione di Gianni Siroli, “I Manifesti”, curata dal collettivo Malleus e la mostra fotografica I 100 scatti big del MEI” a cura di Raffaele Tassinari. Sarà presentato la sera alle ore 21  a Castel Bolognese anche il film “Prima che il gallo canti… il Vangelo secondo Andrea” presentato dal regista Cosimo Damiano Damato e si terranno le premiazioni dei principali artisti emergenti del territorio faentino.

Sabato 5 ottobre sarà la giornata dedicata alle “prime volte al MEI”: al Palazzo delle Esposizioni si terrà la prima Fiera del Disco e degli Strumenti Musicali che sara’ inaugurata da Claudio Formisano, Claudio Ricordi, Renato Marengo e Mario Luzzato Fegiz con presentazioni delle produzioni storiche degli Strike, degli Alunni del Sole e del Napule’s Power con i Cantori di Carpino e farà il suo debutto alla Galleria della Molinella il primo convegno internazionale Digital Day, che vedrà la presenza di diversi attori del Digital Music Business provenienti da tutta Europa e da tutto  il mondo: aprira’ il Presidente del Nuovo Imaie Andrea Micciche’ e tra gli ospiti ci saranno Tom Deakin, Direttore di Merlin, Alessandro Pavanello, per l’Associazione degli Indipendenti in Cina, Lello Savonardo dell’Universita’ Federico II di Napoli per i Digital Day italiani e gli Stati Generali della Musica Emergente e i rappresentanti di associazioni di indipendenti dei Balcani, della Spagna, dell’Inghilterra e tanti altri paesi e i rappresentanti della Regione Emilia-Romagna, Regione Lazio, Regione Campania e Comune di Milano per le attivita’ di promozione della musica; per la prima volta verrà, consegnato il Premio Ciampi, grazie al lavoro dell’artista Porfirio Rubirosa, dedicato al grande cantautore Piero Ciampi di cui si celebreranno i 40 anni dalla scomparsa, ai Marlene Kuntz, per i loro 30 anni di carriera e per la prima volta si presentera’ con il cantautore Edoardo De Angelis, che celebra i 50 anni della storica canzone Lella, la presentazione di un Corso sui Cantautori del Novecento insieme al Liceo Torricelli – Ballardini di Faenza. Come di consueto si terra’ per due giorni il MEI Music Lab, il primo workshop che prepara i giovani artisti sul mercato musicale, con ospiti come Danila Satragno, Deborah Bontempi, Massimo Benini, Giuliano Biasin, Emanuele Binelli e tanti altri nomi,  si svolgerà anche il Forum del Giornalismo Musicale, su idea di Giordano Sangiorgi, a cura di Enrico Deregibus, con i principali nomi del giornalismo come Cinzia Fiorato e Marco Mangiarotti, la rivista L’Olifante e la partecipazione dell’AGIMP, la neonata associazione di giornalisti e critici musicali nata al MEI,  la consegna delle Targhe MEI Musicletter a cura del giornalista Luca D’Ambrosio, che tra ivincitori vede il documentario sugli Afterhours “Noi siamo Afterhours” di Giorgio Testi, le finali di MEI Superstage e del Premio dei Premi, riconoscimento assegnato ad uno dei vincitori dei premi dedicati ai celebri cantautori scomparsi (Premio Pierangelo Bertoli, Premio Bindi, Premio Graziani – Pigro, Premio Pansieri, Premio Ciampi, Premio Bianca d’Aponte, Premio Fabrizio De André, Premio Bruno Lauzi, Premio Andrea Parodi, Premio Manente), ideato da Giordano Sangiorgi, presentato da Enrico Deregibus e dalla prima vincitrice del contest Roberta Giallo. In lizza ci saranno: Apice (per il Premio De André), Valentina Balistreri (per il Premio Lauzi), Chiara Effe (per il Premio Mario Panseri), gli Estro (per il Premio Pigro – Ivan Graziani), i Folk n’ Roll (per il Premio Manente), i Frigo (per il Premio Ciampi), Francesca Incudine (per il Premio Bianca D’Aponte), Giacomo Rossetti (per il Premio Pierangelo Bertoli), Micaela Tempesta (per il Premio Bindi). Nei due giorni del 5 e 6 ottobre ci sara’ anche una Fiera della Editoria Indipendente a cura di Massimo Roccaforte , l’Acoustic Guitar Village e una Fiera del Vintage e del Mercatino Usato curata da Serena Cantagalli

Sabato sera a Faenza ci sarà la Notte Bianca, durante la quale concerti e premiazioni animeranno tutta la cittadina. L’appuntamento principale è in Piazza del Popolo, con i concerti di MORGAN e i NEGRITA. A condurre la serata sarà Lorenzo Baglioni, insieme a Radio Bruno. Tra gli ospiti in ci saranno anche Tolo Marton, decano dell’Italian Blues, i Deschema, come miglior band autoprodotta all’ultimo Sanremo Giovani e tantissimi altri nomi che riempiranno la citta’ come i finalisti di Materiale Resistente 2.0 che vedra’ esibirsi i Nuju, Sine Frontera, Radio Babylon, Daltrocanto e tante altre band. Mentre al Palazzo delle Esposizioni si terra’ l’importante presentazione del progetto Napule’s Power con i Cantori di Carpino e Francesca Fariello preceduto da un ricordo di Paolo Morelli, leader degli Alunni del Sole, sempre originari di Napoli. Si suonera’ in oltre 30 punti a Faenza tra i quali all’Osteria della Sghisa con la Festa di Materiali Musicali a cura di Marco Mori con il cantautore Giuseppe Anastasi e gli artisti emergenti Malavoglia, Cesare Isernia, Alessandro Bellati, Martina Maggi, Domenico Barbera, Enrico Zambelli, Capitolo 21, Trio Kaos, Radio Londra e tanti altri, al Caffe’ Nove100 con Sgominare L’Impero, Stefano Gurioli, Luca Benedetti, all’Ale House Store con Tolo Marton, Rita Girelli e Fabio Sorti, i MoMa al Centro San Francesco in un progetto tra musica e ambiente per Friday for the Future, Marco Di Noia al Museo Carlo Zauli e tanti altri live.

Domenica 6 ottobre dalle ore 15 ci saranno esibizioni e workshop nel centro storico di Faenza, per la grande chiusura del MEI. Ci sarà la finale del concorso MEI Superstage che porta sul palco le migliori novità emergenti del panorama indipendente insieme alle band del circuito “Falla Girare!”  della Rete dei Festival e le esibizioni dei vincitori del contest “Giovani Talenti della Terra di Romagna”: Balto, Argento, OOTB, Rosaspina, Silk e Lucertole sostenuto dalla Regione Emilia Romagna e il palco centrale in Piazza del Popolo dalle ore 15 vedra’ la presenza prestigiosa come ospiti live di Paolo Benvegnu’, Petra Magoni e gli Street Clarks insieme a tantissime band emergenti presentate dalla Red & Blue per l’Uniweb Tour. Verrà premiata anche Greta per il miglior videoclip emergente dell’anno insieme a Fulminacci  vincitore delPIVI”, Premio Italiano Videoclip Indipendentecoordinato dal MEI con Fabrizio Galassi e Riccardo de Stefano, in collaborazione con Biennale MArteLive – Sezione Videoclip. Riceverà un riconoscimento anche il vincitore del contest Un racconto in pentagramma”, il concorso per racconti sulla musica in cinque righe quest’anno dedicato al tema “Quella volta al concerto”, a cura dello scrittore Cristiano Cavina. Infine, Piazza del Popolo, Teatro Masini, Piazza Martiri della Liberta’ e Palazzo delle Esposizioni saranno, come sempre, teatro di concerti e musica dal vivo il 5 e il 6 ottobre in un grande week end di grande musica emergente italiana grazie alle proposte che arrivanon dalle etichette discografiche indipendenti di AudioCoop, dai contest della Rete dei Festival e dagli artisti indipendenti associati ad AIA. Inoltre in tale occasione,  verranno presentati i risultati degli Stati Generali della Musica Emergente dopo tre incontri a Roma, Milano e Napoli che hanno cpoinvolto oltre 400 operatori del settore, e dopo le partite fatte per i Mondiali Antirazzisti e per We Love Football, sara’ presentato ufficialmente il progetto per la NAIA – Nazionale Artisti Indipendenti Associati che ha gia’ ben figurato in due partite, tra le quali quella contro le Vecchie Glorie del Bologna FC.

Il MEI è la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax e tanti altri) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Brunori Sas, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Dente, Colapesce, Cosmo e tanti altri). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma, solo per citarne alcuni.

Durante i suoi 25 anni di attività, il MEI, insieme a tutte le sue attività live collaterali, ha registrato un totale di oltre 1 milione di presenze, la partecipazione di 10mila tra artisti e band dal vivo, 5 mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 i giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana. Per ogni euro pubblico investito sul MEI la citta’ di Faenza ha avuto un ritorno di 7 euro: il MEI è quindi anche un moltiplicatore economico e turistico unico sul territorio. Negli ultimi anni le presenze turistiche sono aumentate del 30%. Si tratta dell’unico festival non televisivo presente quest’anno al Tavolo della Rai su Musica e Sanremo nel servizio pubblico radio e tv.

“Creatività artificiale”: invenzioni e opere artistiche create da robots “intelligenti”, Roma, LUISS, 15 ottobre 2019

Luiss School of Law

Evento organizzato in collaborazione con l’Osservatorio di Proprietà Intellettuale, Concorrenza e Comunicazioni
(OPICC/Luiss DREAM)

Martedì 15 ottobre 2019, ore 10:00, Sala delle Colonne, viale Pola 12
“Creatività artificiale”: invenzioni e opere artistiche create da robots “intelligenti”
Una nuova sfida del diritto dell’innovazione

Programma:

Ore 9:30 Registrazione

Presiede
Gustavo Olivieri
Luiss

Introduzione
Gustavo Ghidini
Luiss

Relazione generale
Il quadro dottrinale e giurisprudenziale in prospettiva comparatistica
Giorgio Spedicato
Università di Bologna

Coffee break

Interventi

Copyright su opere artistiche?
Massimo Maggiore
Università Bocconi

Le invenzioni dei robots self learning
Amalia Luzzati
OPICC/Luiss DREAM

Le responsabilità per violazione di diritti di proprietà intellettuale
Alessandro Massolo
OPICC/Luiss DREAM

Q&A

Conclusioni
Mario Libertini
La Sapienza Università di Roma

Si consiglia di prenotare il posto a sedere, scrivendo a: [email protected]